Categorie

Noam Chomsky, Edward S. Herman

Traduttore: S. Rini
Editore: Il Saggiatore
Collana: Saggi. Tascabili
Anno edizione: 2008
Formato: Tascabile
Pagine: 502 p. , Brossura
  • EAN: 9788856500073

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Nicola Tanno

    20/09/2008 21.54.23

    Un analisi lucida e condivisibile del funzionamento dei media americani, ma con alcuni limiti. La fabbrica del consenso genera dubbi sia sul libro in sè che sui contenuti.Dopo le prime 50 pagine -in cui viene presentato il "modello di propaganda"-la lettura potrebbe anche terminare visto che seguono 300 pagine tendenti solo a dimostrare con esempi la giustezza della teoria. e' solo nella prima parte che si tenta di affrontare il tema del legame tra economia e mass media, dopo vengono raccontati esempi di cattiva informazione come nei casi riguardanti il tentato omicidio del Papa o la guerra in Indocina: è un po' poco per un testo che ambisce a dimostrare il controllo dei mass media da parte del potere economico. La stessa teoria è condivisibile ma limitata:per Chomsky esistono cinque filtri che limitano l'accesso delle notizie e che le presentano in maniera conveniente alle classi sociali più forti che sono la dimensione, la proprietà e l'orientamento al profitto dei mass media, la pubblicità,la scelta delle fonti,l'attacco polemico ai mass media, l'accreditamento delle posizioni di destra e l'anticomunismo. Le posizioni di Chomsky ed Herman sono tutte condivisibili ma ciò che mi convince poco è la presentazione di alcune riflessioni interessanti come una teoria empirica che invece, in tutta franchezza, risulta piuttosto povera. Ad ogni modo è libro da leggere, soprattutto nella parte dedicata al controllo economico dei mass media; tuttavia anche nelle parti successive al primo capitolo ci sono motivi di interesse ma per altre ragioni:Chomsky ed Herman, infatti, raccontano con il loro modo illuminante la politica statunitense nel terzo mondo e, di fatto, costruiscono una versione ridotta del loro capolavoro "La Washington Connection e il fascismo del Terzo Mondo".

  • User Icon

    Raffaele

    16/04/2008 11.43.10

    Un libro illuminante.L'ABC del condizionamento tramite i mass media.Un punto di partenza da cui analizzare la nostra anomalia italiana.

Scrivi una recensione