La fabbrica di cioccolato

Roald Dahl

Traduttore: R. Duranti
Editore: Salani
Collana: Gl'istrici
Anno edizione: 1994
In commercio dal: 3 marzo 1994
Pagine: 200 p., ill.
  • EAN: 9788877823441
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Usato su Libraccio.it - € 4,59

€ 4,59

€ 8,50

5 punti Premium

€ 7,22

€ 8,50

Risparmi € 1,28 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Elisabetta

    04/09/2016 06:45:23

    All'inizio ho pensato "Ecco, ci siamo! Finalmente un libro di Dahl che mi piacerà a dismisura" e invece, come sempre, la lettura si è rivelata come un soufflé. Arzilla, passatemi il termine, all'inizio e sempre più moscia con il proseguire della narrazione. Fosse per me, smetterei proprio di leggerlo, ma alle mie figlie piace, quindi lo considero un ottimo momento per stare assieme e vado avanti, nonostante tutto. Ho adorato i quattro nonni che dormono in un letto solo e le descrizioni delle ristrettezze familiari (cavolo a cena, pranzo e colazione), mi sono piaciuti come sempre i disegni esilaranti, ma non ho amato Wonka con quel suo continuo zampettare, né le disavventure all'interno della fabbrica di cioccolato con quei dialoghi strascicati, ripetitivi e un po' forzati. L'idea di base è assolutamente buona e qua e là ci sono delle scene davvero simpatiche e originali, ma Dahl, in qualche modo, mi disturba. Nettamente superiore alla 'Magica medicina', ma 'Matilde', per adesso, continua ad essere il mio preferito. Non posso sconsigliarlo, anzi, credo che per i bambini grandi sia nel complesso molto divertente, ma di qui a definirlo un capolavoro, ce ne passa!

  • User Icon

    Svevix

    05/01/2016 21:07:22

    libro...veramente ma veramente bello.io l'o letto due volte e bè...nn parliamo del film...che dire: stratosferico e il libro nn cambia è bellissimo anche quella veramente consigliato.

  • User Icon

    elena

    29/08/2012 10:59:42

    Dopo aver visto il film (quello con Gene Wilder del 1971) almeno una trentina di volte, mi sono decisa a leggere il racconto. Durante la lettura si torna bambini e si sogna ad occhi aperti il fantastico mondo racchiuso nella fabbrica del Sig. Wonka sempre accompagnati da una gran voglia di cioccolato!!! Consigliato anche a chi non è più bambino anagraficamente, ma si sente ancora bambino dentro!

  • User Icon

    MARTINA

    03/09/2011 21:49:58

    Ho trovato la storia emozionante e molto fantasiosa. Tra i personaggi quello che mi ha divertito di più è il Sig. Willy Wonka perchè davvero strano e stravagante. Sorprendente la cascata di cioccolato, il prato, le mele e tutte le altre cose buone da mangiare, mi hanno fatto venire l'acquolina in bocca. Ho visto anche il film e non mi ha deluso. Lo consiglio a tutti.

  • User Icon

    Giorgio

    29/07/2006 18:14:26

    é stupendo non sò come ha fatto a inventarlo Wlli Wonka è simpaticissimo e pieno di idee la cascata di cioccolato è magnifica, gli umpa lumpa sono un idea geniale.

  • User Icon

    arianna

    01/06/2006 12:32:09

    il libro è super e meglio ancora il film. Non so come può essere che ad alcune persone non piaccia. E'fantastico. LEGGETELO E VEDRETE!!

  • User Icon

    sim

    20/02/2006 17:47:38

    dahl è uno dei grandi scrittori di questo secolo. unico, grande e inimitabile. complimenti.

  • User Icon

    Anna 10 anni

    18/11/2005 15:48:00

    Il libro mi è piaciuto tantissimo e ho visto anche il film e devo dire che anche quello è eccezionale

  • User Icon

    Giulia B

    17/10/2005 19:59:45

    E' un libro incredibile...vi consiglio di gustarlo con una stecca di cioccolata a portata di mano! E' più gustoso! Ripeto.... Fenomenale!

  • User Icon

    inuyasha

    14/10/2005 16:56:25

    ho letto il libro in 3 giorni e vi dico una cosa: è FANTASTICO!!!!certamente ho visto anke il film e devo dire che come ogni film tratto da un libro è sempre un po' meno bello delle aspettative;comunque sia vi cosiglio di leggere il libro e di vederne il film....

  • User Icon

    LiLO

    28/09/2005 18:13:32

    è fantastico, come tutti i libri di Roald Dahl, che mi hanno accompagnata lungo tutta l'infanzia...ed oltre!;)

  • User Icon

    chiara

    25/09/2005 22:56:34

    il libro è semplicemente favoloso! non lo volevo finire più d leggere.. leggetelo! è un consiglio molto prezioso! bacioni kia pik!

  • User Icon

    Erika

    25/09/2005 12:23:33

    Un libro bellissimo e molto profondo capace di catturare la fantasia dei più piccoli e di donare un momento di riflessione agli adulti perchè tra la fantasia ed il "cioccolato" è presente una della più realistiche descrizioni della società moderna e dei suoi problemi. E' molto bello anche il film.

  • User Icon

    Enrico

    25/09/2005 08:21:23

    Io ho visto il film, devo dire che mi ha colpito molto, non positivamente, s'intenda. Il film, incentrato completamente sulla pazzia di Wonka e sull'innocenza dei bambini, poco lascia alla credibilità dei discorsi e delle immagini. Discorsi senza senso, si alternano a canzoni stupide e scontate. Insomma una vera boiata!

  • User Icon

    carletta

    21/09/2005 14:37:13

    non mi è piaciuto e per di più ora fanno il film con l'attore peggiore della storia

  • User Icon

    Ricky

    15/09/2005 14:02:02

    Bellissimo, staordinario e molto divertente. Dahl non finisce di stupirmi dopo aver letto l'altrettanto entusiasmante "Matilde". Strano che nel film il personaggio di Willy Wonka sia interpretato da Johnny Depp, diverso dalla descrizione del personaggio nel libro ma tant'è...Johnny Depp è un attore meraviglioso e alla regia c'è quel genio di Tim Burton, quindi rimango curiosissimo di vedere pure il film!

  • User Icon

    riccardo ferrari

    10/09/2005 18:31:30

    un libro stupendo che mi e piaciuto dall'inizio alla fine senza stancarmi mai di leggerlo lo consiglio vivamente

  • User Icon

    Cassie

    09/09/2005 15:07:04

    L'ho trovato fantastico! E' un libro che porta il lettore, qualsiasi età abbia, alla scoperta di un mondo immaginario in cui tutti vorrebbero vivere. Mette le persone a identificarsi con uno dei tanti personaggi: dai piccoli Umpa Lumpa(non so se l'ho scritto in modo esatto!), al povero Charlie ed all'enigmatico Willy che, a mio parere è il mio preferito! Un libro meraviglioso da far leggere a grandi e piccoli!

  • User Icon

    carolina baroni

    08/09/2005 10:34:31

    Questo libro è stupendo perchè ti avvince dalla prima all'ultima pagina. Ti fa apprezzare non solo i personaggi, ma anche il cioccolato. Ogni volta che lo prendo in mano mi viene l'acquolina in bocca e non riesco fare a meno di assaggiare un pezzo del mio dolce preferito.

  • User Icon

    laura

    07/09/2005 21:10:32

    non l'ho ancora letto, ma spero tanto di leggerlo. Sono andata in tre negozi e non c'era... dove posso trovarlo ???? CIAO DA LAURA ..... AIUTO!!!! TRA 5 GIORNI COMINCIO LA PRIMA MEDIA !!!!!!!!!! RI AIUTO !!!!!!!!!

Vedi tutte le 68 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione


(recensione pubblicata per l'edizione del 1988)
recensione di Denti, R., L'Indice 1989, n. 3

Ritorna in una nuova ottima traduzione, il libro più famoso di Roald Dahl: "La fabbrica di cioccolato". Il titolo ha perso il nome del protagonista indicato sull'originale, "Charlie and the chocolate factory" (ma forse è un destino di questo libro che nella prima edizione italiana della Mondadori venne chiamato "Willie Wonka e la fabbrica di cioccolato", mentre nella successiva edizione della Emme il titolo era corretto. Altre due cose inspiegabili: una sopracopertina da fare invidia alle peggiori confezioni della Barilla, un formato che viene chiamato "Superistrici", scomodo da maneggiare (mentre "Gli istrici" normali vanno benissimo), rilegato in cartone anziché in brossura con un prezzo elevato che, se avvantaggia gli incassi dell'editore, crea confusione e non favorisce la collana.
Ma Roald Dahl sopporta ben altro. "La fabbrica di cioccolato" è il libro che lo ha reso famoso non soltanto in Italia, anche perché ne è stato tratto un film, già trasmesso alcune volte in T.V. Purtroppo nella versione cinematografica manca la suggestione che Dahl è riuscito a costruire attorno alla figura di Charlie, immerso in una dimensione favolosa e surreale, onirica, alla quale i soli avvenimenti non rendono giustizia.
Infinite sono le prove alle quali è soggetto il protagonista durante lo svolgersi della narrazione nella quale risalta, con preciso rilievo, l'innocenza del bambino di fronte ad un adulto che rivela inequivocabilmente la sua pazzia. Superate tutte le difficoltà, Charlie si troverà padrone della fabbrica, ma soprattutto potrà mangiare tutta la cioccolata che desidera. Perché non è vero che il cioccolato faccia male, come dicono gli adulti, che tendono sempre a impedire che i bambini facciano ciò che a loro piace. Gran maestro nell'arte del romanzo, Dahl riesce a fondere in un raro equilibrio i suoi meriti maggiori: particolarità del linguaggio (le sue "invenzioni" riescono da sole a sostenere la pagina) e tecnica del ritmo narrativo (suspence e sorprese non mancano mai in ogni capitolo). "La fabbrica di cioccolato" è un esempio di quella misura che fa diventare un racconto destinato ai ragazzi un singolare divertimento per i lettori adulti.