-15%
La fame delle donne - Marosia Castaldi - copertina

La fame delle donne

Marosia Castaldi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Manni
Collana: Pretesti
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 3 ottobre 2012
Pagine: 185 p., Brossura
  • EAN: 9788862663960
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 14,45

€ 17,00
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

La fame delle donne

Marosia Castaldi

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La fame delle donne

Marosia Castaldi

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La fame delle donne

Marosia Castaldi

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 17,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Rosa è una donna tormentata alla ricerca di sé. Se mai è possibile scoprirsi, parificarsi, ella trova la propria identità nella cultura millenaria della cucina appresa dalla madre. E ritrova se stessa nella figlia che la sfugge e di lei è gelosa. E anche nella passione verso altre donne: la vicina Tina col suo aspirapolvere infernale, Caterina geisha golosa e viziata, Edda austera, che viene dal Sud e le sue forme sono guglie. In un ristorante da grande abbuffata della bassa Padania, le ricette napoletane di Rosa profumano di erotismo e lussuria e gli squisiti cibi, godimento e ossessione, sublimano l'amore celebrandolo come cerimonia sacra. In un vorticoso flusso del pensiero che scorre e non s'acquieta, questa storia è il libro della vita, architettura del dolore cui fa sempre pendant un'architettura del piacere.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In tempi di scrittori senza stile, di autori di pura trama, di "scrittori patacca" come direbbe Céline, è una boccata d'aria leggere la complessa e limpida prosa di Marosia Castaldi, che da sempre è una delle autrici più sperimentali e di maggior peso nella letteratura italiana d'oggi, ma che con questo La fame delle donne (edito dalla coraggiosa Agnese Manni) ha sortito forse uno dei suoi libri migliori, più ispirati, più studiati e al tempo stesso più travolgenti. La fame delle donne è una musica ininterrotta, composta e punteggiata da leitmotiv: l'appello al Lettore ("La solitudine mangia l'anima – Lettore –"), il mare che segna il contrappunto ritmico nelle frasi, che studiano una speciale assenza/presenza di punteggiatura, di maiuscole e minuscole capaci di avanzare come respiri, lo stile già noto ai lettori di Castaldi: "E tornano i millenni e i secoli passati i morti sepolti e rianimati e donne nere tese accorticate Tessono stoffa al mare Aspettano strappano cuciono sommano ristrappano graffiano increspano Danno materia al mare Mare scritto disegnato corporale Ne fanno il corpo chiuso aperto del mare millenario sbarrato di colonne di velieri di fari Mare di guerra mare di carta terra mare di carta carne Mare egiziano siculo africano mare italiano si spagna di francia di grecia e d'albania mare romano mare inchiostrato manufatto articolato mare affaticato mai stanco di partire mediterraneo". Una musica composta di natura e divinità: "I seni delle donne – Lettore – sono porti di brame e golfi di certezza e bellezza per le navi che vengono da lontano portando il loro clandestino a bordo come un'ombra che naviga dentro il caos in cui le creature si creaturano la materia si materia la natura si natura e Dio si india". Cos'è questo libro? Un'immensa enciclopedia del corpo, dei suoi bisogni, specie del cibo ma anche del sesso. Libro indispensabile, crudele, bellissimo, travolto da sapori e amori saffici, libro di memorie sensoriali e di casalinghitudine: ecco la parola che torna, inevitabile citazione dell'indimenticato, omonimo libro di Clara Sereni, composto, per l'appunto, di ricette e memorie familiari. E Sereni, ma anche Ramondino e Woolf, fra i molti numi tutelari che presiedono la prosa poetica di Castaldi, fanno costellazione intorno a una storia minima che ha per attrici solo donne: Rosa, la protagonista, Tina, una vicina di casa, Caterina, Edda e la figlia di Rosa. Per tutto il romanzo, o opera poetica in versi, mèlos antico, siamo in un ristorante della bassa Padania dove si cucina di tutto, ma soprattutto il cibo caldo del Sud. Riappaiono i fantasmi che accompagnano da sempre la scrittura di Castaldi, da Il dio dei corpi (Sironi, 2006) a Dava fine alla tremenda notte (Feltrinelli, 2004) a Dentro le mie mani le tue (Feltrinelli, 2007), per citare solo alcuni suoi titoli: la solitudine, l'amore strappato o assente, il corpo delle donne, la scrittura. Ed è alla scrittura come arte che sono dedicate due pagine fra le più incalzanti: "E tu – Lettore – hai dei figli e tieni un diario? Tienilo sopra il comodino tienilo dentro il tuo letto Portalo con te dentro la tua strada dentro la tua casa L'ho cominciato a quindici anni Ci scrivevo le mie poesie adesso giace abbandonato tra le scartoffie polverose Mi sembra banale scriverci sempre le stesse cose Fai male – Lettore – il diario conserva i residui di tutto quello che abbiamo fatto che abbiamo detto che abbiamo sognato Quello che abbiamo desiderato che abbiamo avuto che abbiamo scambiato Quello che ci siamo lasciati alle spalle Quello che mi hai detto quello che ti ho detto che ti ho fatto che mi hai fatto Quello che abbiamo percorso quello che abbiamo visto quelle lingue che abbiamo conosciuto quelle persone che ci hanno amato". Lunghe elencazioni, infinite catene di anafore che, insieme alle ricette che Rosa realizza al ristorante, sono l'anima del libro. Poiché, sembra dire Castaldi, quel che conta è, sì, quanto ci diciamo e quanto ricordiamo, ma soprattutto la forma che diamo alle cose – inevitabile, per lei che è fabbricatrice di parola come di opera visiva – e "la luce assoluta delle cose che esistono anche senza essere guardate". In un certo senso, La fame delle donne andrebbe letto come un romanzo filosofico e come una completa riflessione sullo stato dell'arte dell'essere umano oltre che dell'arte in sé, non solo evidente rappresentazione del dolore femminile in tempi di anoressia, bulimia, sovraesposizione dei corpi e revanchismo misogino, ma catalogo flaubertiano, alla Bouvard e Pécuchet, dello scibile materiale della nostra vita. Cosa resta di noi? E cosa siamo? Quella materia in cui Dio si india, per usare le parole dell'autrice. E cos'è un'opera letteraria? Eccola: una materia la cui forma non è riducibile a riassunti, lanci pubblicitari e volgarizzazioni: ci vogliono energia e coraggio per entrare nelle pagine di Marosia Castaldi e la voglia di farsi, traversati dolore e piacere, cambiare dalle domande che la parola solleva: "Le catene stringono alla gola soffocano Sono il nome della morte – Lettore –". Antonella Cilento
  • Marosia Castaldi Cover

    (Napoli 1951) scrittrice italiana. Filosofa e pittrice di formazione, sperimenta un’originale scrittura che, attraverso la continua deformazione del reale, crea mondi onirico-simbolici o apre squarci nella materialità dell’esistenza. È autrice di romanzi e racconti (Fermata km. 501, 1997; Che chiamiamo anima, 2002; Dava fine alla tremenda notte, 2004; Il dio dei corpi, 2006; Dentro le mie mani le tue, 2007) e della raccolta di prose In mare aperto (2001). Approfondisci
Note legali