Fantasia op.17 - Fantasiestücke op.12 - CD Audio di Robert Schumann,Martha Argerich

Fantasia op.17 - Fantasiestücke op.12

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Robert Schumann
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Sony Music
Data di pubblicazione: 28 giugno 2011
  • EAN: 0886978582829
Salvato in 2 liste dei desideri
Disco 1
1
Fantasia In Do Magg. Op. 17: Durchaus Phantastisch Und Leidenschaftlich Vorzutragen - Im lebhaften Tempo - Im Legendenton - Erstes Tempo
2
Fantasia In Do Magg. Op. 17: Massig. Durchaus Energisch - Etwas Langsamer - Viel Bewegter
3
Fantasia In Do Magg. Op. 17: Langsam Getragen. Durchweg Leise Zu Halten - Etwas Bewegter
4
Fantasiestucke Op. 12: Des Abends
5
Fantasiestucke Op. 12: Aufschwung
6
Fantasiestucke Op. 12: Warum ?
7
Fantasiestucke Op. 12: Grillen
8
Fantasiestucke Op. 12: In Der Nacht
9
Fantasiestucke Op. 12: Fabel
10
Fantasiestucke Op. 12: Traumes-Wirren
11
Fantasiestucke Op. 12: Ende Vom Lied
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Robert Schumann Cover

    Compositore tedesco.Gli anni di formazione. Figlio di un editore umanista, August S., noto per aver pubblicato un'edizione tascabile dei classici di tutto il mondo, crebbe in un ambiente familiare estremamente favorevole allo sviluppo dei suoi vasti interessi letterari e musicali, in un'epoca e in un clima nazionale percorsi dai fermenti del più schietto romanticismo. A sei anni iniziò privatamente la sua istruzione con l'arcidiacono Döhner; fu l'organista di S. Maria, J.G. Kuntsch, ad avviarlo allo studio della musica. Tre anni dopo il padre lo portò a Karlsbad ad ascoltare Moscheles, uno dei più grandi pianisti del tempo: e il piccolo Robert volle diventare pianista; il che non gli impedì di seguire con grande entusiasmo anche la poesia, durante gli studi ginnasiali iniziati nella città... Approfondisci
  • Martha Argerich Cover

    Pianista argentina. Allieva di Gulda e Magaloff, vincitrice del premio Chopin di Varsavia (1955) e dei concorsi di Bolzano e Ginevra (1957), si è affermata tra i più brillanti concertisti della sua generazione. Oltre che come solista, suona spesso in duo con violino (I. Gitlis, G. Kremer), con violoncello (M. Rostropovic, M. Maisky) e a 4 mani. Dotata di tecnica e temperamento vigorosi, eccelle nel repertorio romantico (Liszt, Schumann, Brahms) e del primo '900 (Ravel, Bartók, Prokof'ev). Approfondisci
Note legali