Il fantasma di Canterville - Oscar Wilde - copertina

Il fantasma di Canterville

Oscar Wilde

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Giancarlo Sammito
Illustratore: Inga Moore
Editore: Einaudi Ragazzi
Anno edizione: 2009
Pagine: 77 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788879267595

€ 7,00

Venduto e spedito da Librisline

Solo una copia disponibile

+ 2,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 6,90 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Alle dieci e mezzo udì che tutta la famiglia si ritirava per andare a dormire. Fu disturbato per un po' dalle selvagge risatine dei gemelli i quali, animati dalla gaia spensieratezza tipica degli scolaretti, se la stavano evidentemente spassando prima di andare a dormire; ma alle undici e un quarto tutto fu tranquillo e, non appena scoccò la mezzanotte, il fantasma di Canterville si mise all'opera. Il gufo battè le ali contro i vetri della finestra e, mentre tutto attorno al castello il vento gemeva come un'anima in pena, il corvo gracchiò dai rami di un vecchio tasso. Età di lettura: da 9 anni.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,33
di 5
Totale 3
5
1
4
0
3
1
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    CARLO

    07/12/2012 09:01:52

    Sicuramente meglio altri libri di Wilde..

  • User Icon

    mamangel

    07/10/2012 14:45:39

    Chi l'ha detto che questi racconti sono solo per ragazzi? Si, Wilde l'avrà pure scritto per i suoi figli, ma io ho 30 anni e non li ho trovati per niente infantili,anzi con un significato profondo...assolutamente consigliati a tutti!

  • User Icon

    gianni

    17/05/2010 16:15:50

    E’ la prima volta che leggo questo famoso racconto di Oscar Wilde, e devo dire che credevo che fosse un racconto completamente diverso. La storia è estremamente divertente e spassosa, abbiamo addirittura un fantasma che viene spaventato da un finto fantasma costruito da due ragazzini. La storia è carica della ironia e della poesia tipica della struttura narrativa di Wilde. Significativo il sottotitolo del racconto: “Romanticheria Ilo-idealistica” dove l’Ilo-idealismo è la dottrina in cui è vero solo quello in cui si crede. Questo racconto ribalta un po’ tutto quello che comunemente viene associato ad un racconto di fantasmi: qui l’unico che viene spaventato è il povero fantasma, mentre la pragmatica e repubblicana famiglia americana non viene minimamente scalfita nella sua ordinari età. Bel racconto ma credevo meglio.

  • Oscar Wilde Cover

    Oscar Fingal O'Flahertie Wills Wilde, nato e cresciuto a Dublino in un ambiente colto e spregiudicato, studiò a Oxford dove ebbe come maestri J. Ruskin e W. Pater. Il suo ingegno brillante, i suoi successi letterari e le sue pose eccentriche lo imposero come una delle personalità dominanti nei circoli artistici e nei salotti mondani sia inglesi che francesi. Visse prevalentemente tra Parigi e Londra, ma con frequenti viaggi in Italia, Grecia e Nordafrica. Nel 1882 si recò negli Stati Uniti per un fortunato ciclo di conferenze sull’estetismo. Nel 1884 sposò Constance Lloyd, da cui ebbe due figli, ma ben presto il matrimonio naufragò. Tutta l’aristocrazia e la classe dirigente di cui era stato fino a poco prima l’idolo lo abbandonarono a causa... Approfondisci
Note legali