Paese: Russia
Anno: 2011
Supporto: DVD
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,99

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Robertinho

    07/09/2012 14:13:56

    Il valore del film di Sokurov non sta nel "messaggio". E dubito fortemente che abbia senso analizzarerne in questo senso il plot. Qualcuno paragona il film ai suoi precedenti letterari che utilizzano il linguaggio scritto. Quello di Sokurov non è un libro ma un'opera d'arte audiovisiva che utilizza un linguaggio specifico che è il senso profondo dell'opera stessa. Se si cerca di decifrarlo da un punto di vista "filosofico" si commette un errore d'ingenuità. L'immagine e il suono dell'opera, i suoi colori, fotografia, montaggio, ecc. trasmettono un'emozione fisica, direi quasi espressionistica, che travalica la ricerca di un significato razionale. Ci si deve porre di fronte ad un'opera come questa, come di fronte ad un quadro o, se si vuole, come all'ascolto di di una grande musica (magari contemporanea). La sensazione di disagio, fatica, angoscia con la quale si esce dalla visione del film, quasi che ci si senta invasi e fisicamente sporcati da esso, sono il segnale della sua grandezza. Nessun "messaggio" (per quello bastano le tante schifezze italiane...). Bisogna lasciare crescere il film dentro di noi, lo si può rivedere, se si vuole rileggendo qualche antecedente letterario. Ma non si chieda ad un opera d'arte cinematografica come questa di adempiere alla stessa funzione di una fiction o di un libro...

Scrivi una recensione

Attraversata da un'atmosfera mortifera, un'opera d'arte potente che ribadisce il paradosso tragico della vita

Trama
Quarta e ultima parte della tetralogia di Aleksandr Sokurov sulla natura del potere, Faust è l'unico personaggio letterario della partita, dopo Hitler (Moloch), Lenin (Taurus) e Hiroito (Il sole), ma è anche quello contenuto in nuce in tutti gli altri, per il carattere mitico e simbolico che porta in sé. Il regista russo rilegge liberamente tanto l'opera di Goethe che quella di Mann, scegliendo l'ambientazione ottocentesca e mantenendo la lingua tedesca e l'idea tragica di fondo, per cui la condizione umana consisterebbe in un continuo errare.

  • Produzione: Cecchi Gori Home Video, 2012
  • Distribuzione: CG Entertainment
  • Durata: 134 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Tedesco (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: Full screen
  • Area2
  • Contenuti: interviste; trailers; presentazione