-25%
Ferito a morte - Raffaele La Capria - copertina

Ferito a morte

Raffaele La Capria

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Mondadori
Collana: Oscar moderni
Edizione: 2
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 19 settembre 2016
Pagine: 238 p.
  • EAN: 9788804670261
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Nella lista dei desideri di 123 persone

€ 9,00

€ 12,00
(-25%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Ferito a morte

Raffaele La Capria

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Ferito a morte

Raffaele La Capria

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Ferito a morte

Raffaele La Capria

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Vincitore premio Strega 1961

«Testimonianza vibrante di quegli irripetibili anni Cinquanta napoletani e italiani - teneri e sfacciati, avviticchiati e svaniti come i giri di un cavatappi - e fedelissima alle loro sfumature più dolorosamente superficiali ed effimere, Ferito a morte è anche un classico. È un libro straordinario, che fonde perfettamente natura e storia, coerenza strutturale della costruzione narrativa e impalpabile poesia del fluire della vita, percezione sensibile e critica politica, l'istante atemporale dell'epifania esistenziale e la storicità (entrambi incarnati in una Napoli mitica e reale), pessimismo e felicità, compresenti nel cuore come nella seduzione del mare, fisicità immediata e riflessione.» Claudio Magris
4,4
di 5
Totale 5
5
3
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    mar

    06/05/2019 15:20:01

    Un libro lirico, musicale, astratto. Una malinconia corteggiata, l'ossessione per un'Occasione Perduta, la speranza che si riproponga. Il tutto con uno stile che va dall'aulico al popolare, ricco di flashback e anticipazioni, cambi di prospettiva ed un uso esteso del discorso indiretto libero. Un libro che richiede il massimo dell'attenzione altrimenti si rischia di perdere dei dettagli, di non cogliere la dinamica di alcune scene, cosa che mi è capitata, e che mi fa desiderare di rileggerlo daccapo

  • User Icon

    Simone

    06/02/2019 19:08:02

    Siamo negli anni '50 a Napoli, il romanzo ruota attorno alla figura di Massimo e dei suoi amici. Uno spaccato di vita di quegli anni visto con gli occhi di chi li ha vissuti e forse rimpianti.

  • User Icon

    luca antonio catoggio

    22/09/2018 09:20:02

    Tanti sono i libri perfetti, per stile, profondità, completezza. Storie lineari che brillano per la capacità dell'autore di trasmettere empatia e che possono poi essere raccontate con la stessa facilità della lettura. "Ferito a morte" non ha una trama uniforme, è intessuto su piani sequenza che s'intrecciano e allontanano nell'arco temporale del decennio decisivo nella formazione del protagonista. "In una giornata uguale alle altre arriva la Nèmesi, la grande occasione mancata ...". Il giovane La Capria perde l'occasione che è insieme la conquista della ragazza desiderata, il possesso del suo mare, la sua stessa mitizzata giovinezza. E' un romanzo che lascia il segno. Di quelli che avviano il meccanismo, quasi il bisogno di continuare a leggere il suo autore e assegnargli un posto di rilievo nel proprio Olimpo letterario.

  • User Icon

    MD

    19/09/2018 08:24:54

    Un’Italia lontana nel tempo, che ci riporta agli anni ’50 del secolo scorso, una Napoli appena riemersa dalla guerra con il suo mare povero di pesce per le recenti bombe; ma in un tempo mitico, sospeso nella luce dorata dell’estate. L’idea conduttrice del libro è proprio la descrizione di una “bella giornata”, che riassuma in sé tutte le belle giornate vissute dal protagonista. Una meta umile e difficilissima da raggiungere attraverso la scrittura, quando questa voglia rispettarne le fasi concentriche, spiraliformi mai ordinate su un’unica linea temporale. La Capria ci è riuscito usando la tecnica delle sovrapposizioni, del realismo magico, della densità descrittiva come il Joyce dell’“Ulisse”. Ventiquattro ore che condensano senza falsarla l’esperienza di una vita. Un’esperienza addensata in una verde luce d’acquario, sotto il pelo dell’acqua marina, fra i pochi pesci o nell’esplosione solare delle ore trascorse in ozio sugli scogli, in barca, negli anfratti di palazzine nobiliari a picco sul mediterraneo. Poi il trasferimento del protagonista a Roma, il ritorno dopo anni nel Golfo, per ritrovare gli amici ormai invecchiati, il paesaggio trasformato dall’urbanizzazione, il mare sempre più minacciato dal turismo e dai miasmi che provengono dalla metropoli, significativamente chiamata la Foresta Vergine. Per scoprire che il tempo cronologico e della storia è una cosa da nulla se in esso contenuto non si trovasse il tempo del mito, che è il tempo dell’eterno presente e dell’amore per una ragazza, prima timidamente negato poi accolto in tutta la sua forza redentiva. Anche se una vera redenzione il tempo non la concede, e la scrittura di L.C. debba armonizzare nella bellezza muta dei luoghi e delle persone rivisitate nel ricordo i colpi inferti dalla natura, dal divenire delle cose che ripropone quotidianamente (quindi anche in quella tacita convenzione che è lo spazio breve di una bella giornata con gli amici e la fidanzata) il dissidio sotterraneo tra Logos e Cosmos.

  • User Icon

    Carmine

    18/09/2018 15:14:03

    Ho deciso di leggere questo libro perchè parla di Napoli,la città in cui sono nato.Oggi è difficile, ma lo è sempre stata,ha però dentro di se una forza ed uno spirito che la rendono speciale in ogni contesto storico anche in quello affrontato in questo libro.Lo consiglio a chi non conosce Napoli e si ferma ai cliché soliti, ci sono molti problemi,e tante cose che non vanno in molte persone,ma c'è tanta brava gente che soffre molto ed in molti modi ma lo fa con silenzio e dignità,anche se non può fare molto per cambiare la situazione in cui vive.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Raffaele La Capria Cover

    "La parte biografica e indispensabile, e richiesta. Benissimo, allora diciamo: Nato a Napoli nel 1922. E poi? Poi niente. Quando mai a uno scrittore italiano capitano nella vita cose ed eventi memorabili, da raccontare? lo non sono stato cercatore d'oro in Alaska come London, non ho dato la caccia alle balene come Melville, non ho attraversato un tifone con un veliero come Conrad, non ho venduto armi a un ras abissino come Rimbaud, non ho percorso a piedi la Patagonia o l'Australia come Chatwin... E allora? Cosa diciamo? Diciamo che gli scrittori italiani sono quasi tutti sedentari e casalinghi, e lo restano anche se viaggiano occasionalmente qua e la.E così sono stato io. Nient'altro da aggiungere? Possibile che nella tua vita non ci sia proprio niente? Beh, ci sono tante cose, gli... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali