La fiamma del peccato

Double Indemnity

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Double Indemnity
Regia: Billy Wilder
Paese: Stati Uniti
Anno: 1944
Supporto: DVD
Salvato in 36 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 10,99 €)

Un venditore di assicurazioni uccide il marito della propria amante allo scopo di incassarne l'assicurazione.
4,83
di 5
Totale 6
5
5
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Andrea

    04/05/2020 13:28:17

    “Io ho ucciso per denaro… e per una donna. E non ho preso i soldi… e non ho preso la donna” Solo la battuta iniziale del film basterebbe per essere considerato un capolavoro. Insieme a "I Gangsters" di Robert Siodmak "Le Catene delle Colpa" di Jacques Tourneur, il livello più alto del Noir.

  • User Icon

    Valoroso

    12/05/2019 17:16:11

    Un uomo deve uccidere il marito della propria amante per incassarne l’assicurazione. La trama, in apparenza povera, diventa un capolavoro nelle mani del più grande regista di tutti i tempi. Film molto intenso, magistralmente diretto e magnificamente interpretato, tanto da essere il miglior noir della storia del cinema.

  • User Icon

    Dora

    06/03/2019 15:41:21

    Capolavoro, recitato benissimo da un grande cast.

  • User Icon

    Ottimo

    21/01/2019 16:05:53

    Film che lancia il regista Wilder verso una carriera scoppiettante. Solito grande Robinson e ottime anche le prove della Stanwyck e di Mac Murray. Una storia cruda e ricca di drammaticità che tiene incollati allo schermo.

  • User Icon

    Mirko

    21/11/2018 00:06:06

    Con La fiamma del peccato, l'America aveva scoperto in Barbara Stanwyck la Dark Lady per eccellenza. Capolavoro del cinema noir, diversi attori del periodo furono reticenti ad accettare il ruolo dell'assicuratore (omicida) che poi andò a MacMurray. Il film è un vera e propria discesa verso l'inferno per i due protagonisti, dove il destino intreccerà inesorabilmente le loro vite. Ciò che li aveva uniti, gli ha divisi per sempre.

  • User Icon

    Barbara

    15/09/2013 17:18:01

    Un cult, un capolavoro, del cinema americano degli anni '40. C'è stata una breve stagione in cui l'America è stata unica nella sua produzione di un certo tipo di film, e questo, Double Indennity, ne è l'incarnazione più felice. Un film in cui non ci sono eroi, non c'è lieto fine, dove il calcolo, il tradimento e la meschinità vengono trasmutati in arte. I tre protagonisti sono perfetti. Splendido Edward G. Robinson, e la coppia diabolica Fred McMurray/Barbara Stanwich, legati a doppio nodo da avidità e passione e assoluta mancanza di scrupoli...

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2016
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 107 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - mono);Inglese (Dolby Digital 2.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano; Inglese
  • Formato Schermo: Full screen
  • Area0
  • Contenuti: manifesto originale; trailers; foto; commenti critici
  • Fred MacMurray Cover

    Propr. Frederick M., attore statunitense. Figlio di un violinista, impara a suonare il sassofono e parte in tournée con un'orchestra. Nel cast di alcuni musical a Broadway, viene notato da un produttore della Paramount e messo sotto contratto. Con il suo primo ruolo di rilievo, in The Gilded Lily (Il giglio dorato, 1935) di W. Ruggles, diventa in brevissimo tempo uno dei partner più ambiti dalle star di Hollywood, da C. Colbert a K. Hepburn, da C. Lombard a R. Russell. Dotato di un garbato umorismo, sfida il codice Hays in film come I milioni della manicure (1935) di M. Leisen, e Troppi mariti (1940) di Ruggles, e passa al melodramma con Ricorda quella notte (1940) ancora di Leisen. A suo agio nei panni dell'uomo perbene, affidabile e istintivamente simpatico, tradisce il suo personaggio quando... Approfondisci
  • Barbara Stanwyck Cover

    "Nome d'arte di Ruby Stevens, attrice statunitense. Interprete fra le più note del cinema hollywoodiano degli anni '30 e '40, dotata di non eccelso talento ma di solido professionismo, ottiene i primi successi diretta da F. Capra (Femmine di lusso, 1930; La donna del miracolo, 1931; Proibito, 1932), per poi brillare in L'amaro tè del generale Yen (1933) e Arriva John Doe (1941). Recita con tutti i più grandi registi hollywoodiani, mostrandosi a proprio agio nei melodrammi, nelle commedie e nei noir, sempre imponendo il suo notevole carattere interpretativo che tratteggia un energico e dirompente modello femminile. Nella sua sterminata e fortunata filmografia spiccano Amore sublime (1937) di K. Vidor, La via dei giganti (1939) di C.B. DeMille, Colpo di fulmine (1941) di H. Hawks, Lady Eva (1941)... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali