Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Stripe PDP Libri IT
Salvato in 19 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Fiducia e paura nella città
10,45 € 11,00 €
LIBRO
Venditore: IBS
+100 punti Effe
-5% 11,00 € 10,45 €
Disp. immediata Disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,45 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
10,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
11,00 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
11,00 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 4 gg lavorativi disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
11,00 € + 6,30 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
10,45 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
10,00 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Multiservices
11,00 € + 5,50 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Nani
11,00 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 4 gg lavorativi disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
11,00 € + 6,30 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
Fiducia e paura nella città - Zygmunt Bauman - copertina

Descrizione


In questo volume l'autore pone in discussione la vita quotidiana delle persone nella grande città. Un tempo luogo di sviluppo e promozione sociale, e anche di sicurezza, è oggi un "vaso di Pandora" dal quale zampillano fuori problemi che appaiono difficilmente risolvibili e generano un senso di frustrazione e insicurezza. Le città postmoderne conoscono oggi il fenomeno inverso dell'abbandono di un numero crescente di abitanti, respinti dalle proibitive condizioni materiali e soprattutto da un senso di paura che Bauman descrive lucidamente e impietosamente.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2005
1 gennaio 2005
XV-79 p., Brossura
9788842492054

Valutazioni e recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
(2)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)
Michele Lucivero
Recensioni: 4/5

Il discorso di Bauman è incentrato sull’analisi della città globale, con i suoi inediti fenomeni di concentrazione del potere capitalistico e di verticale distribuzione della popolazione, circostanza che polarizza la ricchezza in determinati luoghi della città a fronte della formazione di luoghi in cui è concentrata la povertà, il degrado, la miseria. In tutto ciò è evidente che chi ha perso è la politica, che non è stata in grado di avviare misure d’inclusione sociale e ha permesso il manifestarsi di logiche giuridiche, architettoniche, economiche, sociali e psicologiche votate completamente all’esclusione, alla segregazione. Ciò che Bauman lamenta è il clima diffusosi nelle città, un clima caratterizzato dalla paura, dalla tensione per la minaccia alla sicurezza personale o a quella patrimoniale, le cui cause sono da imputare alla fine dello stato sociale. Nel passaggio dallo Stato moderno allo Stato liquido, quello postmoderno e globalizzato, si è consumata una totale disintegrazione della vita comunitaria, che però si è in parte ricomposta in comunità omogenee dal punto di vista economico. Tale dinamica autosegregatoria, spesso spiegata con motivi di tipo culturale o etnico, viene ricondotta da Bauman ad una diffusa mixofobia, una paura cronica di confondersi con il diverso. Occorre che la mixofobia si trasformi in mixofilia, ma ciò già a partire dalle iniziative urbanistiche, affinché non si progettino ghetti autosegreganti, gated communities e banlieues, giacché è la loro stessa esistenza che determina la mixofobia.

Leggi di più Leggi di meno
Lidia
Recensioni: 4/5

Sinceramente mi aspettavo qualcosa di meglio. Ho trovato questo piccolo volume interessante ma piuttosto frammentario, con poca continuità e scarso approfondimento dei temi trattati. Probabilmente tutto ciò deriva dal fatto che si tratta di una raccolta di tre distinti discorsi che Bauman fece in convegni attorno all'inagurazione di una associazione caritatevole. Comunque interessante, una buona lettura che però lascia un po' l'appetito insoddisfatto.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(0)
4
(2)
3
(0)
2
(0)
1
(0)

Conosci l'autore

Zygmunt Bauman

1925, Poznan

Fuggito dalla Polonia in seguito all'invasione nazista, Zygmunt Bauman (Poznan 1925 - Leeds, Regno Unito 2017) dopo la guerra ritorna in patria e si laurea in sociologia a Varsavia. La sua dissertazione sul socialismo britannico, che per prima gli diede notorietà, nacque dalla sua permanenza alla London School of Economics. Ottimo conoscitore di Gramsci e di Simmel, dapprima marxista ortodosso, gli venne tolta la cattedra all'università in tempo di epurazioni, cioè nel 1968. Insegnò per un certo periodo all'università di Tel Aviv e poi a quella di Leeds.È il creatore del concetto di società "liquida": l'incertezza dei tempi moderni trasforma i cittadini in consumatori, smantellando ogni certezza conduce a una vita liquida...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore