Categorie

La figlia del papa

Dario Fo

Editore: Chiarelettere
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 9,7 MB
  • Pagine della versione a stampa: 190 p.
  • EAN: 9788861905955
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alessandro

    28/12/2015 23.50.17

    Romanzo su Lucrezia e sulla famiglia Borgia un po' troppo romanzato e romantico più che vera realtà......e

  • User Icon

    Grazia

    17/01/2015 21.58.38

    Grazie al cielo non mi son lasciata influenzare dei giudizi poco felici che ho letto in questa pagina. Ho scelto comunque di comprare e leggere questo libro, che mi ha fatto scoprire un volto inedito di Lucrezia Borgia. Una storia che si dipana con un ritmo calzante, una lettura che appassiona, intriga e fa venir voglia di rileggere il Machiavelli. E ogni tanto, strappa un sorriso. Da leggere, assolutamente!

  • User Icon

    Rory

    07/07/2014 11.41.56

    Lettura gradevole, benché a tratti un po' confusionaria e avvitata su se stessa. Preferisco in genere i romanzi storici più articolati e consequenziali, tuttavia si tratta di un libro che consiglierei. Si impara sempre qualcosa di nuovo..

  • User Icon

    mario

    05/05/2014 09.04.28

    Dario Fo ha romanzato da par suo vicende storiche vere rendendo un servizio prezioso alla divulgazione storica. Ma il suo libro e' molto di più: a tratti pare di leggere un copione teatrale, in altre pagine i riferimenti alla realtà odierna emergono ironicamente e prepotentemente con la forza di un editoriale. Certo si tratta di una lettura solo apparentemente facile, purtuttavia godibile.

  • User Icon

    Francesco

    02/05/2014 17.45.57

    Per esprimere un giudizio sui contenuti bisognerebbe essere esperti della materia, perciò mi astengo. Per quanto attiene alla forma ed alla narrazione, ho trovato la prosa gradevole. Trovo si sia dato eccessivo spazio agli aspetti passionali con annessa narrazione di improbabili particolari: questi stonano con la pretesa di un racconto storico. Pochi i riferimenti cronologici e talora si fatica a posizionare gli eventi nel tempo. Una curiosità: è improbabile che a Ferrara, durante il mese di agosto, sia necessario accendere un braciere per scaldarsi (cfr. pagg. 132- 133).

  • User Icon

    Fabio

    28/04/2014 14.58.59

    Che delusione! Non è un saggio storico, né un romanzo e neppure un testo teatrale e, in più, senza alcun finale. Sconnesso, parziale, aneddotico, con dialoghi improbabili e personaggi senza profondità psicologica. Il librino pretende solo di affermare l'incongrua innocenza di una fanciulla usata dalle oscure trame di padre e fratello. Come se non fosse ricca, potente, intelligente e spregiudicata: abbandona un figlio ma contro la sua volontà, ovviamente, tradisce il marito ma solo perché è da lui trascurata. Sembra solo un'operazione commerciale, veramente indegna per un premio Nobel.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione