Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La figlia di Jorio - Gabriele D'Annunzio - copertina

La figlia di Jorio

Gabriele D'Annunzio

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Carlo Bestetti
Tipologia: Libro usato vintage
Anno edizione: 1969
Pagine: 1 p.
  • Prodotto usato
  • Condizioni: Usato - In buone condizioni
  • EAN: 5000089513171
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 500,30

Venduto e spedito da Libro di Faccia

spinner

Disponibilità immediata

Solo 1 prodotto disponibile

spedizione gratuita

prodotto usato
Quantità:
LIBRO VINTAGE
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

USATO (BUONE CONDIZIONI) copertina: leggermente logorata pagine: Buone note: Cofanetto legg logorato-esemplare 130 di 500
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Gabriele D'Annunzio Cover

    Debuttò giovanissimo con la raccolta di versi Primo vere (1879), cui seguì nel 1882 Canto novo, nel quale è evidente l’imitazione di Carducci temperata da una già personale vena sensuale e naturalistica. A Roma, dove iniziò (ma non concluse) gli studi alla facoltà di lettere, D’Annunzio visse all’insegna della mondanità e dell’estetismo, sempre alla ricerca di nuove sensazioni in nome di un compiaciuto erotismo al quale sarebbe rimasto fedele sino alla fine con ossessive varianti. Dal decadentismo europeo assimilava, intanto, ideali di sensibilità e di raffinatezza e il gusto del tecnicismo formale: nacquero così, accanto ad alcune raccolte di versi, romanzi come Il piacere (1889), Giovanni Episcopo (1891)... Approfondisci
Note legali
Chiudi