Categorie

Alan Hollinghurst

Traduttore: G. Granato
Editore: Mondadori
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 472 p. , Brossura
  • EAN: 9788804629368

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    mara regonaschi

    03/09/2014 16.10.03

    Raffinato e complesso romanzo che esplora con arguzia e minuzia vari temi centrali quali il classismo inglese del novecento e l'amore gay, raccontando i giochi di potere e di vedute fra classi e fra sessi. Ma afferma anche la potenza della parola e della narrazione, che permettono di riscoprire verità nascoste e sopite nel tempo o altre volte di generare nuove presunte realtà. Tutto ha inizio nel 1913, quando il timido George Sawle torna da Cambridge insieme a un compagno di studi, l'aristocratico, magnetico, capriccioso poeta Cecil Valance. Si fermano solo tre giorni alla tenuta di campagna "Due Acri", ma quel poco tempo è destinato a cambiare la loro vita. E più ancora quella di Daphne, la sorella sedicenne di George. Sul quaderno degli autografi di lei, infatti, Cecil scrive un poema che diventerà, dopo la sua morte al fronte, il simbolo di una generazione. E così fra un capitolo e l'altro e fra un decennio e l'altro (il romanzo abbraccia un secolo di storia) sono introdotti vari personaggi che divincolandosi ipocrisia e innocenza, cercano di scoprire quale sia la realtà o la finzione.

  • User Icon

    AdrianaT

    06/03/2014 10.22.46

    Forse ci voleva più pazienza, ma è stata veramente una pena arrivare alla fine. Ad un certo punto ho cominciato a saltare le varie cene, pranzi e buffet con tutti i convenevoli e i discorrere dei protagonisti di noiosisime amenità, per cercare di tenere il filo ed il senso della storia. Fatica inutile, non mi ha dato nulla.

  • User Icon

    Flavio

    29/10/2013 17.12.55

    Romanzo superbo, saga familiare e storia di una nazione, una sorta di Buddenbrook del novecento tra segreti di famiglia, la guerra che cambia tutto, e tre generazioni di individui legati da un filo invisibile. E' la storia del novecento inglese che si manifesta attraverso le vite dei protagonisti e Hollinghurst si dimostra ancora una volta un maestro della prosa nel muovere i personaggi lungo l'arco di tutta la loro esistenza dall'inizio alla fine del secolo.

Scrivi una recensione