Il filo che brucia

Jeffery Deaver

Traduttore: M. Baiocchi, A. Tagliavini
Collana: Bur big
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 517 p., Brossura
  • EAN: 9788817046534
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,26

€ 10,90

Risparmi € 1,64 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 5,88

€ 10,90

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    n.d.

    20/08/2017 17:10:49

    Buono per chi è appassionato del genere.

  • User Icon

    r.marco

    16/06/2013 15:08:03

    devo dire che la trama in se è stata un po piatta,togli la storia della corrente elettrica che è stata molto interessante,infatti non do un punteggio basso x la stima che ho di jeffery e la storia di thomas edison l'inventore della corrente elettrica,x quando riguarda la trama mi sembrava reciclata,anche nel modo di come arresta l'orologiaio.

  • User Icon

    EMANUELA

    11/02/2013 15:24:00

    concordo con le prcedenti recensioni trama scontata e poco avvincente. ne ho letti di migliori!

  • User Icon

    Andrea

    01/12/2011 18:06:33

    E' strano leggere un thriller di cui sai, semplicemente leggendo la trama, chi è il serial killer in questione. Romanzo pesantissimo, troppo tecnico e che raggiunge livelli di noia abissali. Speravo in un colpo di scena che potesse risollevare le sorti della storia, ma tutto si è verificato esattamente come avevo intuito ancor prima di iniziare a leggere. Sconsigliato. Pessimo.

  • User Icon

    Andrea

    01/12/2011 18:05:51

    E' strano leggere un thriller di cui sai, semplicemente leggendo la trama, chi è il serial killer in questione. Romanzo pesantissimo, troppo tecnico e che raggiunge livelli di noia abissali. Speravo in un colpo di scena che potesse risollevare le sorti della storia, ma tutto si è verificato esattamente come avevo intuito ancor prima di iniziare a leggere. Sconsigliato. Pessimo.

  • User Icon

    Luca

    31/10/2011 10:53:41

    Cosa dire... Ho letto un paio di libri di Deaver della saga Rhyme e, tolto l'incipit, mi sono apparsi assolutamente identici e mediocri. Forse ho avuto la sfortuna di acquistare due libri sbagliati (ma vivamente consigliati da una mia carissima amica). Mi rimane una domanda comunque; se scrittori come Deaver (ma anche i nostrani Faletti e Volo) vengono considerati maestri della nobile arte della letteratura a che livello infimo siamo arrivati?

  • User Icon

    Dominique

    20/09/2011 21:46:09

    Poco da dire: noioso. Uno dei peggiori Deaver che ho letto fino ad ora.

  • User Icon

    Andy78

    20/06/2011 15:27:01

    Trama interessante in quest'opera di Deaver dove ritroviamo l'Orologiaio già comparso in -La luna fredda- killer astuto e vera sfida per Rhyme che ha ancora un conto aperto con il criminale. Libro ricco di suspense e colpi di scena con un finale degno dei migliori gialli a cui ci ha abituato questo scrittore. Da leggere

  • User Icon

    Truedefender

    28/05/2011 15:55:53

    Ennesimo bel romanzo di J. Deaver!!! Storia incalzante dall'inizio alla fine e innumerevoli colpi di scena. Mi sembra anche superfluo (come a fatto qualche lettore) criticare alcuni passaggi andando a scovare modalità "tecniche" non propriamente perfette. Stiamo parlando o no di un romanzo? Io non sono solito andare a controllare sui manuali che riguardano la materia trattata (in questo caso l'elettricità) se ciò che lo scrittore narra è PERFETTAMENTE attinente ma mi lascio prendere dalla trama del romanzo. Io semplicemente vi invito a leggerlo perchè ne vale la pena!!

  • User Icon

    stefano

    01/04/2011 08:23:29

    ennesimo brutto libro di deaver che ha completamente perso la verve narrativa.i primi libri("il collezionista di ossa" e "la lacrima del diavolo" per citarne un paio)ti rapivano nella lettura;anche questo invece ti costa una fatica inverosimile per proseguire.solito schema narrativo,emozioni poche e scontate,personaggi ripetitivi e ormai ridotti a caricature di sè stessi.viene quasi il dubbio che il signor J.deaver pubblichi libri a ripetizione non spinto da idee vincenti ma da un contratto da onorare con qualche casa editrice...e dispiace,perchè i suoi primi romanzi erano davvero dei "signori libri"...penso che un grande scrittore si debba notare per la qualità di ciò che scrive,non dalla quantità.....

  • User Icon

    raffagui

    21/02/2011 13:37:03

    Non ho trovato il DEAVER che conoscevo , certo l'argomento non mi ha attratta e ho faticato a leggerlo. Non mi è piaciuto.

  • User Icon

    Luca

    16/12/2010 22:47:40

    La lettura di questo romanzo è stata nel complesso piacevole e piuttosto scorrevole. Non mi sento di dare un 5/5 poichè ho trovato che il contesto in cui si sviuluppa la storia (elettricità) sia un qualcosa di un pò troppo complesso per essere compreso e apprezzato dai lettori. Assolutamente vincente è, invece, la trama e il personaggio di Lincoln Rhyme. Consigliato.

  • User Icon

    Lorenza

    16/11/2010 17:24:16

    Libro deludente che non vale il prezzo intero, si può aspettare in tutta tranquillità che esca l'edizione economica (e io mi pento di non averlo fatto!). Solito schema di narrazione e per chi conosce un po' la serie di Rhyme, quello che dovrebbe essere il colpo di scena diventa invece abbastanza prevedibile e scontato. L'argomento elettricità non mi ha interessato granchè e certe descrizioni fin troppo tecniche mi hanno annoiato. Peccato, peccato, peccato....dov'è finito il Deaver che ho imparato ad amare da "Il Collezionista di ossa" in poi?

  • User Icon

    Cinzia

    14/11/2010 17:08:02

    La storia e' intrigante, ma lo sarebbe stata anche con un centinaio di pagine in meno. Tirato un po' per le lunghe. Deaver ha scritto libri migliori.

  • User Icon

    Bianca

    11/11/2010 18:24:36

    Assegno un 2 (sarebbe 1) solo perchè ho da poco superato le 50 pagine e su 531 sono una piccola parte.Tuttavia non so se continuare nella lettura e perdere il mio tempo in un racconto che non mi prende.Lo trovo tecnico, noioso, scontato.Concordo con chi manifesta la propria delusione: rivogliamo Jeffery Deaver di una votla!

  • User Icon

    vitt12

    23/10/2010 17:57:44

    Concordo con quanto scritto negli ultimi commenti. La serie di Rhyme è oramai troppo sfruttata.Cambia il contenuto, ma la struttura è sempre identica: casi risolti in poche ore, solite liste, poco approndimento dei vari personaggi, velocità supersonica a far tutto; solo l'argomento è intercambiabile. La serie del detective sembra scritta in poco tempo, unicamente per far soldi. Si salvano le ultime 100 pagine ed è solo per questo che metto un 2. Speriamo nel prossimo o bisognerà rivolgersi altrove

  • User Icon

    marco

    21/10/2010 13:26:08

    Questo libro si colloca nella lista dei mediocri della serie Rhyme come "La scimmia di pietra" o "La finestra rotta".Deaver ha scritto romanzi scadenti anche in passato e mi meraviglio che nessuno lo dica. Forse la differenza e' che prima erano di piu' quelli buoni e quindi i mediocri potevano essere considerati come "passi falsi". Gli ultimi libri che mi hanno appassionato cominciano a essere un po' datati:"La dodicesima carta"(2005),"La luna fredda"(2006) e "La bambola che dorme"(2007) e questo e' abbastanza preoccupante. Io che adoro questo autore già da un sacco di tempo e che continuo a comprare ogni suo libro nonostante gli ultimi tre anni senza soddisfazioni penso che sia già in corso la sua parabola discendente. Spero di sbagliarmi!

  • User Icon

    eddie69

    13/10/2010 14:49:52

    che dire, è difficile fare un commento senza svelare troppo della trama, in linea di massima concordo con il giudizio di Carlo e standbyme(vedi sotto), aggiungendo che secondo mè negli ultimi lavori di J.D. la voluta "spettacolarizzazione" delle trame degli omicidi e i sempre piu complessi finali, vanno a discapito di una trama fluida e piu verosimile, che ne caratterizzava i precedenti lavori. Come dice lo stesso protagonista : "ma non bastava uccidere?". Consigliato? no per quelli che non conoscono,o si stanno avvicinando a Deaver solo ora.

  • User Icon

    Massi

    03/10/2010 19:04:17

    E' uno dei miei autori preferiti. Il libro convince e scivola via abbastanza bene. Quello che non mi convince è la ripetitività dello schema su cui viene costruita la storia; sono i soliti personaggi, la solita sequenza di eventi (anche se cambia il fulcro attorno a cui si sviluppa). Servono delle novità nei prossimi libri (anche se il finale di questo libro lascia aperta la porta a evoluzione interessanti).

  • User Icon

    Fabio

    01/10/2010 10:35:17

    Un altro libro azzeccato. Tensione ed emozioni dalla prima all'ultima pagina. Il finale è molto molto interessante perchè apre ad ulteriori fantastiche storie

Vedi tutte le 35 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione