Filosofia del camminare. Esercizi di meditazione mediterranea - Duccio Demetrio - copertina

Filosofia del camminare. Esercizi di meditazione mediterranea

Duccio Demetrio

Scrivi una recensione
Collana: Minima
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
In commercio dal: 1 maggio 2005
Pagine: 292 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788870789744
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
La filosofia è nata in cammino. Si è perfezionata con Socrate nelle strade di Atene, nelle dispute sotto i portici dell'Accademia di Platone, nei giardini di Epicuro, nelle agorà di Alessandria e, in seguito, nella quiete dei chiostri monacali. Questo libro non si limita a rintracciare i momenti più suggestivi di tale storia. Suggerisce piuttosto al lettore di riscoprire il piacere del camminare meditabondo, senza preoccupazione per un itinerario prestabilito, per ripensare alla propria esistenza e guardare con occhi diversi le cose e il mondo.
2,75
di 5
Totale 4
5
1
4
1
3
0
2
0
1
2
  • User Icon

    Sergio

    11/05/2016 13:09:46

    Camminare... piacevolmente nella Filosofia della vita, la lettura necessità una certa sensibilità sviluppata attraverso le esperienze nel meditare camminando.

  • User Icon

    Adelmo

    25/11/2007 13:42:01

    I luoghi comuni di Demetrio si rincorrono per tutto il libro, come del resto in tutta la sua produzione recente, dall'Elogio dell'Immaturità in poi: una scrittura da Baci Perugina, una serie di sciocchezze senza dubbio di moda, in epoca di new age e altre stupidaggini, una mancanza di approfondimento teorico che piace tanto oggigiorno coniugata a una consolatoria prospettiva che si vieta di vedere il dolore del mondo ma consola i dolorini di pancia dell'elite con un pannicello caldo che fa tanto stare bene....finché non si scopre il trucco.

  • User Icon

    bettina

    14/09/2007 14:19:05

    La scrittura di Demetrio si attorciglia su se stessa che è una meraviglia. I tentativi di renderla accattivante risultano spesso forzati, e celano malamente l'assoluta mancanza di argomenti originali o abbastanza approfonditi da non lasciare affiorare il ricordo di qualcosa già letto su Donna Moderna. 300 pagine che con un minimo di dono della sintesi potevano diventare...3. Sì, 3. Perché l'unico trionfo a cui si assiste qui è quello della banalità. E della noia. Molto centrata invece - del titolo - l'idea "del camminare"... talmente buona che il mio consiglio è di prenderla sul serio ancor prima di aprire il libro!

  • User Icon

    Almiero

    09/05/2006 22:49:03

    Libro che Orio Vergani definirebbe da chevet a dispetto del titolo e delle intenzioni dell'autore. Libro dell'ora solitaria per flaneur goncaroviani e demaistreani. Prosa sublime che fa il verso a Edmond Jabès.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Duccio Demetrio Cover

    Duccio Demetrio, filosofo dell’educazione all’Università degli studi di Milano-Bicocca, è da sempre attento osservatore della condizione adulta e dei suoi problemi esistenziali.Ha fondato e dirige la Libera Università dell’Autobiografia di Anghiari e la Società di Pedagogia e Didattica della Scrittura. Tra le sue ultime pubblicazioni: Filosofia del camminare (2005), La vita schiva (2007), La scrittura clinica (2008), L’educazione non è finita (2009), Ascetismo metropolitano. L'inquieta religiosità dei non credenti (2009), L'interiorità maschile. La solitudine degli uomini (2010). Approfondisci
Note legali