Finché esiste l'uomo. Quattro studi su autodeterminazione e obbligatorietà

Daniele M. Cananzi

Editore: Giappichelli
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 1 novembre 2014
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 128 p., Brossura
  • EAN: 9788834849507
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Finché esiste l'uomo, rappresenta la convinzione che bene e male, giusto e ingiusto sono scelte al di qua e non al di là dell'umano, sono categorie umane e mondane. L'incontro, e lo scontro, tra obbligatorietà e autodeterminazione, in fondo, si gioca su questo piano: una dialettica nella quale si dà anche la possibilità che l'obbligatorietà non riesca a contenere l'autodeterminazione e che questa - scegliendo il male e l'ingiusto - finisca per negare se stessa, neghi con l'azione l'azione e, con essa, la vita.

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
Prefazione. La vita protetta, la vita negata. – I. La modernità incompiuta e l’ermeneutica dell’umano. Sulla filosofia di Domenico Jervolino. – II. Sulla mortalità dell’essere mortale. Note su ontologia e diritto con Gabriel Marcel. – III. Matrimonio e “diritto naturale vigente” in Sergio Cotta. – IV. La molteplicità degli ordinamenti giuridici nella riflessione di Giuseppe Capograssi. – V. Last not last.