Finché le stelle saranno in cielo

Kristin Harmel

Traduttore: S. Caraffini
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2012
In commercio dal: 30 agosto 2012
Pagine: 363 p., Rilegato
  • EAN: 9788811684114
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,85
Descrizione

Da sempre Rose, nell'attimo che precede la sera, alza lo sguardo a cercare la prima stella del crepuscolo. È quella stella, anche ora che la sua memoria sta svanendo, a permetterle di ricordare chi è e da dove viene. La riporta alle sue vere radici, ai suoi diciassette anni, in una pasticceria sulla rive della Senna. Il suo è un passato che nessuno conosce, nemmeno l'amatissima nipote Hope. Ma adesso per Rose, prima che sia troppo tardi, è venuto il tempo di dar voce a un ultimo desiderio: ritrovare la sua vera famiglia, a Parigi. E, dopo settanta lunghi anni, di mantenere una promessa. Rose affida questo compito alla giovane Hope, che non ha nulla in mano se non un elenco di nomi e una ricetta: quella dei dolci dal sapore unico e inconfondibile che da anni prepara nella pasticceria che ha ereditato da Rose a Cape Cod. Ma prima di affidarle la sua memoria e la sua promessa, Rose lascia a Hope qualcosa di inatteso confessandole le proprie origini: non è cattolica, come credeva la nipote, ma ebrea. Ed è sopravvissuta all'Olocausto. Hope è sconvolta ma determinata: conosceva l'Olocausto solo attraverso i libri, e mai avrebbe pensato che sua nonna fosse una delle vittime scampate all'eccidio. Per questo, per dare un senso anche al proprio passato, Hope parte per Parigi. Perché è nei vicoli tra Place des Vosges, la sinagoga e la moschea che è nata la promessa di Rose, una promessa che avrà vita finché le stelle saranno in cielo.

€ 8,85

€ 16,40

9 punti Premium

€ 13,94

€ 16,40

Risparmi € 2,46 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alba

    25/08/2018 08:22:11

    Bellissimo e commovente. L'Olocausto raccontato da una prospettiva completamente nuova ed intima. Super consigliato.

  • User Icon

    teresa

    11/09/2015 15:29:17

    Ho comprato il libro in una stazione ferroviaria poichè costava pochi euro. Concordo con i molti lettori che lo hanno recensito:linguaggio semplice, storia melensa.Credo che quello che mi ha colpita sia la parte storica.Ma di libri storici ce ne sono tanti e migliori.N.B. La protagonista mi è stata un po' antipatica per il suo vittimismo.

  • User Icon

    ANNALISA

    24/08/2015 12:21:50

    bellissimo, assolutamente consigliato è una di quelle letture che ti lasciano qualcosa..

  • User Icon

    RAFFAELA

    16/02/2015 13:14:12

    Un polpettone melenso, una trama assurda. Veramente noioso.

  • User Icon

    Carla

    24/11/2014 09:18:34

    Molto bello e commovente..Da leggere...Figure come Rose,Hope e Joacob sono indimenticabili..Questo amore così profondo e duraturo purtroppo non è più di moda in questo periodo, ma è bello pensare che esiste... La collaborazione tra persone di religione diversa dovrebbe indurre tutti gli uomini moderni e soprattutto gli abitanti del Medio-Oriente a convivere senza farsi la guerra. Anche nei periodi più bui c'è una luce che brilla...E' bello ricordarsi sempre di questo!!!!!

  • User Icon

    GIOVANNA

    13/05/2014 11:54:32

    Bellissima storia! Da leggere per imparare e capire, in un'epoca come la nostra, caratterizzata dal razzismo. Ci sono anche ricette di dolci, per chi è goloso non solo di rispetto per il prossimo.

  • User Icon

    Silvia

    19/03/2014 09:13:54

    romanzo carino ma non eccezionale...la storia di fondo sulla guerra è molto interessante, però purtroppo non viene messa in primo piano e non gli viene dato il rilievo che merita ma è solo un pretesto per costruire l'impossibile storia d'amore tra i protagonisti...sarebbe stato molto meglio affrontare un argomento così delicato in un altro modo, senza necessariamente voler costruire una storia inverosimile...

  • User Icon

    Simone

    29/01/2014 10:11:39

    Libro che rispecchia una fase della mia vita,e mi ha fatto rivivere certe fantastiche emozioni,da leggere e ringrazio chi me l'ha dedicato.

  • User Icon

    Lampadina

    15/01/2014 23:07:47

    Questo libro mi è stato regalato da una cara amica, ma non mi è piaciuto. È una storia romantica sull'anima gemella, che insegnare qualcosa sui grandi temi dell'amore, della morte e della religione. Mi dispiace, ma secondo me finisce con il farlo in modo ingenuo e superficiale. Non è neanche scritto troppo bene... Certo, alla fine anche io ho versato le mie lacrime, ma non ha toccato veramente le corde del mio cuore. Ad ogni modo, potrebbe essere apprezzato dalle appassionate di cucina, perché riporta molte ricette di alta pasticceria.

  • User Icon

    Cristina

    02/01/2014 15:47:41

    Mi è stato regalato questo libro a Natale e sinceramente lo trovo troppo semplice, con un linguaggio povero e spesso ripetitivo, avrà usato "si strinse nelle spalle" alleno 50 volte. La storia avrebbe potuto essere interessante se fosse stata scritta meglio. Sembra un romanzo di Lyala, troppo sdolcinato, un'americanata senza spessore.

  • User Icon

    Chiara

    23/12/2013 09:49:13

    Questo romanzo è semplice e scorrevole, a tratti commovente, ma non è il mio genere. Non sono più abituata a queste letture sdolcinate ed assolutamente inverosimili, che vogliono dipingere un mondo in cui tutti sono buoni. So che buona parte della letteratura americana punta sull'idea di "riscatto sociale", ma quando è troppo è troppo: nella vita vera, non sempre vince il bene. Alcuni dialoghi, inoltre, sono eccessivamente melensi. Mediocre, dunque: credo di non appartenere al target che ne ha sancito il grande successo.

  • User Icon

    ago

    10/12/2013 11:56:36

    Fra romanzo d'avventura e romanzo (quasi) di formazione: appassionante, delicato e con diverse frasi "a effetto" che, secondo me, hanno tanta verità.

  • User Icon

    Carmine_76

    25/10/2013 08:07:18

    A volte capita che un libro 'ti sceglie', cominci a leggerlo con diffidenza, come se avessi già deciso di abbandonarlo dopo poche pagine e poi ti accorgi che dopo la terza sera (notte) lo hai finito. Meraviglioso.

  • User Icon

    lorena

    14/10/2013 09:29:21

    Ho letto questo romanzo in pochi giorni, grazie soprattutto alla scrittura semplice e scorrevole. La storia in se sarebbe anche bella ma non è tra i libri migliori che ho letto; ho trovato alcuni dialoghi troppo melensi e in qualche situazione le coincidenze sono del tutto inverosimili. Il finale è un po' scontato; insomma, leggetelo ma non aspettatevi un capolatovoro.

  • User Icon

    Anna

    14/09/2013 09:49:04

    Un libro piacevole e godibile nella lettura, scorre veloce e fresco. Certo non un capolavoro, ma ce ne sono davvero pochi in libreria ultimamente. Un pò troppo sdolcinato in alcuni momenti, ma la trama scorre bene e fa scoprire episodi della seconda guerra mondiale che pochi conoscono perchè ahimè non vengono citati nei libri, a favore di altre notizie meno vere e importanti. Lo consiglio comunque a chi da un libro si aspetta anche solo una lettura rilassante ma con un pò di emozione.

  • User Icon

    Simona

    06/09/2013 11:14:31

    Bello! letto in due giorni... è un romanzo che quasi con leggerezza ci fa scoprire un lato luminoso del periodo più scuro del secolo scorso... regalatelo, e regalatevelo!

  • User Icon

    Sasuke94

    19/07/2013 16:49:53

    No, questa volta non potevo lasciarmi scivolare questo libro addosso senza scrivere due righe per commentarlo.. Sarei stato falso.. Devo farlo per rispetto a quelle emozioni che ho provato, a quei sogni e a quelle lacrime che questo libro mi ha strappato.. Stilisticamente ineccepibile, inattaccabile, equilibrato nelle parti narrate e nella distribuzione dei colpi di scena.. La storia vola verso un finale "limpido" anche un po' scontato ma che è quello che almeno io avrei desiderato avendo bisogno di sognare l'amore vero e di sperare un futuro e un presente pieni d'amore.. Ciò che racconta è straordinario, l'elemento storico è sapientemente inserito, la storia fittizia è godibilissima, gli occhi e il cuore diventano affamati di nuove pagine da leggere senza stancarsi.. Vorrei prestare il mio cuore a chi legge queste recensione ed è ancora dubbioso sull'acquisto: anch'io lo ero ma sono felice di averlo letto perchè stavo perdendo una grande occasione.. Bello, bello, bello!!

  • User Icon

    Umberto75

    04/07/2013 23:22:48

    Questo fa parte di quel genere di libri che vanno misurati in base alle emozioni che provi leggendo, alla commozione che ti sale agli occhi e a quanto personale senti i personaggi che vi fanno parte. Un inno all'amore eterno che è difficile non condividere, difficile se è esattamente così che la pensi. Se vi è piaciuto vi consiglio "Un giorno solo, tutta la vita", sempre sul tema dell'amore che attraversa la seconda guerra mondiale, oppure, a livello film, "vento di primavera" e "la chiave di Sara" che parlano della deportazione degli ebrei francesi.

  • User Icon

    maria

    10/06/2013 15:45:22

    Ritmo moderno nella narrazione, scrittura semplice come è 'di moda' ora. Resta il fatto che la storia è coinvolgente e commovente. Il romanzo convince, pur con tante imprecisioni ed ingenuità. Lettura consigliata.

  • User Icon

    Laura

    07/06/2013 10:32:18

    Un grande amore, infinito come il cielo stellato. Una famiglia divisa e annientata dalle persecuzioni naziste. Un cuore infranto che si chiude in una prigione di ghiaccio. Un dolore immenso e un vuoto incolmabile. Una ferita così profonda da rendere incapaci di amare che si trasmette di madre in figlia. Un viaggio nel passato che permette di ricostruire e risanare, seppure dopo 70 anni, le ferite inferte dalla storia. Romanzo intenso che disvela, una pagina poco nota come l'aiuto della comunità musulmana agli ebrei durante l'occupazione nazista. Commovente.

Vedi tutte le 74 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione

Dopo anni di matrimonio ora Hope si trova ad affrontare un divorzio, con una figlia adolescente che non ne vuole sapere della separazione dei genitori e riversa su di lei tutta la sua rabbia. Come se non bastasse, Matt, l’ex fidanzatino delle superiori, sembra tornato alla ribalta nell’intento di ricostruire il vecchio rapporto.
La pasticceria ereditata dalla sua famiglia, il negozio che sua nonna Rose aveva aperto a Cape Cod quando si era trasferita lì da Parigi all’inizio degli anni Quaranta, è l’unica cosa che davvero le appartiene. Era stata proprio Rose a trasmetterle l’amore per i dolci e a insegnarle, sin da bambina, come realizzare soffici capecakes alla vaniglia, glasse al cioccolato, torte alla cannella, pains au chocolat e tutti gli altri manicaretti.
Hope non avrebbe mai immaginato di dover lavorare in pasticceria, ma la morte improvvisa di sua madre e la malattia della nonna, l’avevano costretta a occuparsi del negozio. Al lavoro in pasticceria dedica tutte le sue energie, dalle prime ore del mattino fino a sera tardi, ma ora l’attività di famiglia rischia di andare in frantumi: il pagamento ritardato di alcune rate, i debiti e le difficoltà economiche degli ultimi anni, avevano spinto la banca a chiedere il rimborso del prestito concessole anni prima. L’unica prospettiva era vendere la pasticceria.
Così, nel momento in cui la tempesta sembra abbattersi senza tregua su di lei, Hope decide di fare visita all’unica persona in grado di trovare sempre il giusto rimedio ai problemi: sua nonna. Nella casa di riposo in cui è ricoverata, Rose combatte ogni giorno la sua personale battaglia contro l’Alzheimer che le sta portando via la memoria, e quella è forse l’ultima occasione per rivelare a sua nipote il segreto che ha gelosamente serbato per anni. Con lo sguardo rivolto al cielo stellato, Rose svela alla nipote le sue origini ebraiche e le racconta di quando, a diciassette anni, impiegata in una pasticceria lungo la Senna, era stata costretta a fuggire e abbandonare la sua famiglia. Una volta giunta in America si era ricostruita una nuova vita e aveva perso completamente le tracce della sua famiglia. A quel passato remoto e sconosciuto appartiene però una promessa che Rose non ha dimenticato, sebbene non avesse mai più avuto modo di mantenerla.
Turbata e sconvolta, ma determinata a realizzare l’ultimo desiderio di sua nonna, Hope decide di partire per Parigi. È lì, tra Place des Voges e le piccole viuzze del Marais, tra la vecchia Sinagoga e Rue des Rosiers, che Hope incontra Alain, l’unico dei fratelli di Rose sopravvissuto all’Olocausto, e l’unica persona in grado di darle delle risposte e mettere ordine nel passato della sua famiglia. Un passato cui appartiene anche Jacob, il grande amore di cui Rose non ha mai parlato a nessuno. Trovarlo prima che sua nonna se ne vada, sarà l’obiettivo principale di Hope.
Un romanzo in cui il ricordo delicato e commovente di un evento tragico (quale la deportazione degli ebrei) si interseca con la storia di una giovane donna e della sua famiglia,una storia che insegna ai personaggi e ai lettori una lezione per la vita: l’amore – quello vero - resta, non si spegne, nonostante il destino avverso, le distanze e il tempo. Finché le stelle saranno in cielo, libro conteso da tutti gli editori e presto al cinema, segna l’esordio italiano di Kristin Harmel.