Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

-50%
Fine impero - Giuseppe Genna - copertina

Fine impero

Giuseppe Genna

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Minimum Fax
Collana: Nichel
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 6 giugno 2013
Pagine: 237 p., Brossura
  • EAN: 9788875214982
Salvato in 30 liste dei desideri

€ 7,50

€ 15,00
(-50%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Fine impero

Giuseppe Genna

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Fine impero

Giuseppe Genna

€ 15,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Fine impero

Giuseppe Genna

€ 15,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

€ 8,10

€ 15,00

Punti Premium: 8

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

spinner

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 15,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Che cosa accade a un uomo quando perde tutto? Se il paese è l'Italia e quell'uomo è un intellettuale che per sbarcare il lunario scrive per le riviste di moda, il dramma privato può rivelarsi una porta d'accesso verso un altro tipo di disastro: il mondo contemporaneo. Ecco allora che il protagonista di "Fine Impero" intraprende la sua discesa al centro della terra aggirandosi nella notte senza fine di ciò che per comodità chiamiamo ancora show business. A fare da traghettatore c'è Zio Bubba, un uomo che è "più dei politici": agente, impresario, personaggio misterioso e chiave di volta per comprendere in cosa ci sta trasformando lo spettacolo del potere che (dagli schermi tv invasi dai talent e dai reality, fino al profondo della nostra intimità) contempliamo senza sosta a occhi spalancati. Fino a quando non si spalancherà anche la piccola porta di una tragedia la cui potenza non è possibile arginare - il mistero inesplicabile della morte dei bambini su cui la grande letteratura non fa che interrogarsi ciclicamente. Giuseppe Genna, lo scrittore che ha indagato le pieghe più inquietanti dell'Italia di questi anni, racconta una parabola che ci riguarda da vicino. Abbiamo dimenticato qualcosa di fondamentale tra le stanze di un brutto sogno, e l'unico modo per riprenderla è rituffarcisi dentro.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,86
di 5
Totale 7
5
3
4
2
3
1
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Sandro Grammauta '74

    07/04/2021 07:46:48

    In genere le tematiche affrontare da Genna nelle sue opere mi interessano in maniera discontinua e seppur presenti in parte anche in questo Fine impero, quantomeno la prima e l'ultima parte di questo romanzo mi hanno soddisfatto in pieno. Ma quello che mi interessava maggiormente nell'approcciarmi a questo autore così particolare, era confrontarmi con il suo stile, la sua poetica, il suo linguaggio letterario che ritengo di altissimo livello. Una prosa che "suona" , poetica e musicale, come raramente mi è capitato di "ascoltare" in tanti scrittori contemporanei, un maestro che anche nelle frasi o nei periodi brevi, sa far vibrare armonicamente ed entrare in risonanza forma e contenuto, in elegante simbiosi.

  • User Icon

    Nat

    16/02/2014 23:19:32

    Non è un romanzo sulla decadenza italiana, questo, perché fin troppo esplicito è il rinvio a forme di narrazione poetica, come indicano alcune suggestioni - che almeno io ho trovato sorprendenti -, come quelle dal recentemente scomparso Seamus Heaney di di "Station Island". È una traccia che rende molto coerente il percorso di Genna, un autore di cui si devono separare le gesta on line dai libri pubblicati. C'è da rilevare infatti una preponderanza poetica che gli altri narratori italiani si sognano, a parte forse Siti e Mari. Lo si capiva già dai libri di genere, ma da "Dies irae" in poi è stata una progressione inarrestabile. Genna secondo me rimane uno degli autori italiani più colti e spiazzanti. Mi sinto di consigliare questo racconto nerissimo a chi ama la letteratura contemporanea, che ha ancora senso leggere e difendere....

  • User Icon

    codice

    15/01/2014 08:19:01

    Romanzo mediocre. Genna dinanzi alla sfida data dalla rappresentazione della decadenza soccombe malamente. La prosa non afferra mai il tono giusto, forse presa dal rincorrere le suggestioni di una poetica intrisa dell'etica verso il vuoto piuttosto che dall'estetica del vuoto stesso. Certo spiace che autore tanto dotato in potenza e nei propositi, votato a scucirsi l'etichetta di scrittore di genere degli esordi, desideroso di lasciare un segno nella storia letteraria italiana, finisca per toppare quasi sempre la prova. Va detto infatti che non convinceva Hitler, enorme sforzo per una notarile replica biografica; non convinceva Italia de Profundis, intriso di inutili onanismi di stile, e ahimè neppure Dies Irae, connotato da una grandiosa intuizione massacrata da un eccesso di emulazione verso il postmodernismo e altri inutili personalismi e soliloqui.

  • User Icon

    Umberto Mottola

    17/12/2013 16:35:35

    Buon romanzo, scrittura potente, personaggi quasi tutti alla deriva, stile immaginifico.

  • User Icon

    manuel

    20/09/2013 11:36:02

    Forse meno forte di alcuni precedenti (Assalto a un tempo devastato e vile, Italia de profundis), ma lo sguardo che analizza la terribile realtà coinvolge il lettore in un delirio che, purtroppo, è attualità nazionale. Ci siamo dentro tutti!

  • User Icon

    Filippo

    01/08/2013 12:59:17

    La decadenza italiana e dell'occidente attraverso gli occhi di un testimone atterrito da un lutto mostruoso (anche se?), che assiste a tre riti di questo inizio millennio: una sfilata di moda, il circo intorno a un satrapo dell'intrattenimento come Lele Mora, una festa a casa del premier. Genna però non riesce a coinvolgere ed emozionare come in altri casi (Dies Irae): lo stile gonfio e ridondante suona artificiale, non scatta commozione o empatia ma una punta di irritazione sì, come se si facesse ricorso a una tragedia per avere un po' ritorno emotivo personale. Peccato perché l'autore sa scrivere pagine di bellezza straordinaria e agghiacciante. Ma sembra più che riempia le pagine cercando l'effetto e non scavando nelle cause del suo dolore. Però romanzo interessante, nel solco de "La battuta perfetta" di D'Amicis (sempre per Minimum Fax)

  • User Icon

    Subhaga Gaetano Failla

    17/06/2013 09:11:01

    Un ulteriore viaggio di Giuseppe Genna nell'orrore della "carne andata a male", un percorso necessario nelle ferite d'una umanità crudele in inconsapevole agonia. È una percezione altrimenti intollerabile se non sostenuta da presenze incoraggianti, l'itinerario nel nuovo tessuto illusorio del velo, nell'odierna metamorfosi delle "formiche elettriche" di Philip K. Dick. Formiche comandate, scrive Genna in una visione da entomologo burroughsiano, l'infezione dell'Italia contemporanea. Ma non tutto è automatismo e obbedienza. Uno sguardo estraneo osserva lo svanire dell'automa nella nebbia.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
  • Giuseppe Genna Cover

    "Diplomato al liceo classico Berchet e non laureatosi alla facoltà di filosofia dell’Università Statale, il Genna ha iniziato a lavorare nell’editoria molto presto, grazie all’editore Crocetti, che lo ha arruolato nella truppa che operava all’uscita mensile dell’eroica rivista Poesia. Prima di tale esperienza, il Genna era passato sotto il magistero del poeta Antonio Porta, scomparso il 12 aprile 1989.Successivamente, viene chiamato a collaborare presso la Presidenza della Camera dei Deputati, con un incarico che concerne l’organizzazione di manifestazioni artistiche e un lavoro più tecnico che gli permette di studiare da vicino gli atti e il funzionamento di commissioni governative quali quella sulla P2, sulle stragi e terrorismo. Risiede... Approfondisci
Note legali
Chiudi