«Fioca e un po' profana». La voce del sacro in Primo Levi-«Feeble and a bit profane». The voice of the sacred in Primo Levi

Alberto Cavaglion,Paola Valabrega

Traduttore: G. McDowell
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 8 maggio 2018
Pagine: XXI-211 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788806237776
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Può apparire strano il tragitto di uno scrittore illuminista come il chimico Primo Levi lungo i sentieri del sacro. Eppure questo tragitto è riscontrabile in diverse sue opere. D'altra parte Levi amava definirsi un «centauro», una creatura ibrida, e la sua fisionomia appare duplice da tanti punti di vista. Certo, quando entra in contatto con la scrittura biblica o, in generale, con le tradizioni del popolo ebraico la sua voce può risultare «fioca e un po' profana», come lui stesso, indirettamente, suggerisce. Non è uno scrittore di vena mistica e religiosa; tuttavia, nel «Canto di Ulisse» di Se questo è un uomo, nel racconto «Carbonio» del Sistema periodico e altrove, lo stile di Levi tocca corde profonde come i concetti di impurità e di colpa, antiche come le preghiere ebraiche, solenni o parodiche come i versi di Dante. Gli autori di questa Lezione indagano le varie direzioni di queste allusioni alle radici di ciò che è sacro: con non poche sorprendenti scoperte.
Con il testo inglese a fronte.

€ 17,00

€ 20,00

Risparmi € 3,00 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 10,80

€ 20,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    n.d.

    15/06/2018 17:43:19

    Ogni anno il Centro Studi Primo Levi organizza una lezione tenuta da eminenti studiosi, di cui in seguito viene pubblicato da Einaudi il testo in italiano e inglese. Moltissimi spunti per comprendere meglio questo grandissimo scrittore. Ho approfondito la sua conoscenza soprattutto per quanto riguarda le citazioni dantesche nei suoi romanzi e racconti.

Scrivi una recensione
I. L'intuizione di un attimo
Due chicchi di grano - Un frutto tardivo e una imitazione dantesca - La cisterna - Come a tradimento

II. «Credere qualcosa oltre»
«Non è un trattato di chimica» - Un autobus, un cavallo adombrato e altre varianti - «Il gran fiume della vita» - «La morte degli atomi, a differenza della nostra, non è mai irrevocabile» - «L'eterno presente» - Il piccone, il cammino, il vento - «Un girotondo di vita e di morte» - «Un labirintico intreccio di sì e di no»

3. Le due scrivanie
«Deviare la scelta» - Vincere a punti - Sir Arthur Stanley Eddington

4. Il sistema parodico
Théorie générale de l'Imitation - Con voce altrui - «Prima caritas incipit ab ego»

5. Il nostro sigillo
Un gesto sacrale - «Hudménu» - Esercizi di stile - Tiro, Sidone, Beirut giugno 1982

Appendice
I. Nel principio
II. 25 febbraio 1944
III. Riprodurre i miracoli
IV. «Tirade du nez»
V. Pasqua