Fiore di poesia (1951-1997)

Alda Merini

Curatore: M. Corti
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine: XXII-246 p., Brossura
  • EAN: 9788806173777
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 9,78

€ 11,50

Risparmi € 1,72 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Eliuccio

    30/07/2013 16:12:11

    Essere stato in un istituto di igiene mentale e pubblicare poesie non significa essere automaticamente dei buoni poeti, concordo in pieno. Esserci entrati perché non si poteva far altro che far poesia, dissociati dal mondo se non per i versi di sangue e cielo, invece significa esserlo. La Merini è stata una poesia incarnata, non saprei definirla meglio. Ha vissuto per la poesia, ha regalato letteralmente migliaia di versi come li snocciolasse fuori con facilità disarmante, ad onor del vero non sempre all'altezza, ma di un livello quasi sempre sublime. Che non sia amata perché la si credeva un personaggio è un errore frutto dell'ignoranza di pochi. Non era un personaggio, era una poetessa. Non era matta, era savia ma non di questo mondo. Adesso appartiene ai suoi versi per sempre. Abbeveratevi alla sua fonte sporca di terra e cielo, alto e basso, sacro e profano che si fondono senza sosta. E' un tesoro.

  • User Icon

    Intrevado Nicola

    24/06/2009 22:18:51

    Non so' chi, forse Pier Paolo Pasolini, ne' quando, qualcuno disse che : " ...tutti scrivono poesie fino alla fine del liceo. Dopo, le scrivono solo i cretini ed i grandi Poeti ". E' vero. Ed e' altrettanto vero che, e' molto difficile non solo scrivere poesie ma ancor piu' leggerle. Io, non riesco a leggerle affatto, salvo alune poesie di pochi Grandi Poeti. E di qualche cretino. Dunque, io penso che la Merini sia stata una delle voci piu' belle della poesia del novecento Italiano e questa meravigliosa antologia ne e' la prova leggibile e tangibile, ma, come dire...Ecco, la Merini e' grande in alcune liriche, grandissima in " Fiore di Poesia ", immortale in quella intitolata " Lettere ", mentre la sua opera in prosa, e' fine a stessa, un po' come la riproposizione della sua over - exposition del suo noto personaggio al quale, con dolore, noi che l' abbiamo molto amata, non riuscviamo piu' a distinguerla dalla sua Opera. Ho un po', e piu' di una impressione che, il grande successo pubblico della Merini abbia in qualche modo, come compromesso, come vincolato, la qualita' della sua poesia, infatti vi e' un notevole distanza ( e, questa antologia lo documenta in modo tangibile e saggio ) tra la prima produzione, sofferta e, la successiva, che, pur invasa dalla chiassosa luce dei riflettori e della conseguente gloria della notorieta'. Non splende piu' come un tempo. Oppure e' la sua ombra che in virtu' di queste proiezioni di luce e' diventata piu' scura come nell' Opera " La Nera Novella ". Non so'. Comunque, alcuni giorni fa, a Milano, sono stato al Naviglio Grande in Via...e mi sono soffermato davanti alla sua casa, e ho indugiato al cospetto del suo nome sul campanello. Senza trovare il coraggio di suonare. Poi, pochi metri piu' giu', sono entrato con mia moglie Alessia in una trattoria dove, all' ingresso era incorniciata una sua foto con un dedica..." A ...grande amico e testimone di tanti miracoli ...Alda Merini ". E , da quell' immagine mi ha guardato senza arrossire. Con un dolce sorriso. Il suo.

  • User Icon

    ilaria

    31/01/2009 16:13:52

    Non leggo molto le poesia la Merini la conoscevo di fama ma non mi ero mai avvicinata alle sue opere. Questa raccolta me l'ha fatta apprezzare davvero tanto dopo la Plath finalmente qualcuna che riesce a farmi amare i versi..... Chiaramente non tutte le poesie ti colpiscono al cuore ma sono contenta di avere dedicato il mio tempo alla lettura di questa opera. Gli aforismi li ho trovati inteligenti

  • User Icon

    Gianni Sartori

    21/09/2007 00:34:24

    Aver vissuto per un po' di anni in un istituto di igiene mentale non significa essere grandi poeti...ma questo è ciò che la Merini continua a ribadire nelle sue ormai innumerevoli comparsate televisive! Basta!

  • User Icon

    francesca

    28/08/2006 22:29:26

    alla disperata ricerca di qualche valida raccolta di poesia finalmente mi imbatto in Alda Merini. Alcune pagine sono notevoli, musicali e appassionate e, soprattutto, originali. Peccato che la qualità sia altalenante e gli aforismi in fondo alla raccolta un po' penosi. Alda, se possibile, con buona pace dei tuoi editori, la prossima volta togli i fili d'erba e dacci solo i fiori.

  • User Icon

    carmilla

    31/10/2005 14:42:34

    be' che dire... è alda merini....una delle più grandi poetesse del novecento.... lo consiglio vivamente sopratutto a chi a voglia di immergersi in "tutto" il suo mondoe non solo l' aspetto amoroso o solo quello del suo difficile rapporto con le malattie.... buona lettura a tutti.... carmilla

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione