I fiori blu - Raymond Queneau - copertina

I fiori blu

Raymond Queneau

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Italo Calvino
Editore: Einaudi
Edizione: 2
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 27 gennaio 2014
Pagine: 278 p.
  • EAN: 9788806219185
Salvato in 188 liste dei desideri

€ 11,40

€ 12,00
(-5%)

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA

I fiori blu

Raymond Queneau

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


I fiori blu

Raymond Queneau

€ 12,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

I fiori blu

Raymond Queneau

€ 12,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (8 offerte da 11,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Appena presi a leggere il romanzo pensai subito: è intraducibile! Ma il libro cercava di coinvolgermi... mi tirava per il lembo della giacca, mi chiedeva di non abbandonarlo alla sua sorte, e nello stesso tempo mi lanciava una sfida".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,75
di 5
Totale 11
5
8
4
3
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    roro

    18/07/2020 12:14:53

    All'inizio stavo per abbandonarlo, perché non avevo colto nell'alternanza della narrazione i due protagonisti l Duca d'Auge e Cidrolin che si sognano a vicenda. Ma poi sono entrata nel romanzo e mi é piiaciuto. Mi ha ricordato (vagamente) il Don Chisciotte. La traduzione di Calvino è un capolavoro linguistico.

  • User Icon

    tiberi

    16/05/2020 17:56:25

    Si tratta di un racconto introspettivo ricco di verve pur nel linguaggio semplice e diretto. Leggendolo mi sono riconosciuto in più di un passaggio di "rinascita" e d'incontro con il proprio io. Per imparare a camminare con le proprie gambe e ad assaporare la vita non c'è mai un'età giusta: succede e basta. Questo è quello che ho tratto da questo ennesimo bel lavoro dell'autore

  • User Icon

    Silvia

    15/05/2020 16:45:16

    Ironia e leggerezza per un romanzo che nelle sue 278 pagine ti accompagna durante la narrazione. E’ una via di mezza tra favola ed elemento psicanalitico, il libro mi ha avvinto fino alla fine. Ne ho assaporato ogni frase, ogni pensiero, ogni singola parola. Lo regalerò a mia nipote.

  • User Icon

    Entass

    11/05/2020 17:17:38

    Non conoscevo Queneau prima di leggere questo libro. Dopo averlo letto, l'ho consigliato a tutti gli amici lettori: chi non lo aveva già letto mi ha ringraziato per il consiglio. Una lettura ironica e leggera dietro cui si cela un'impareggiabile tecnica narrativa; il libro è ricco di sostrati culturali e significati più o meno sottesi.

  • User Icon

    Franny

    11/05/2020 13:15:43

    Questa è vera padronanza della lingua. Dell'autore e del traduttore.

  • User Icon

    ippia

    11/05/2020 12:38:46

    Il libro di Queneau, a metà strada tra la favola e il sogno psicanalitico, trova la sua morale nella presenza iniziale e finale dei fiori blu, simbolo della poesia, della letteratura, del romanticismo e della natura, e capaci di crescere nonostante la brutalità della storia, travalicando le categorie del diritto e della ragione. Si tratta di un libro unico nel suo genere, da assaporare parola per parola nella traduzione di Italo Calvino, che ha saputo come nessun altro renderne la straordinarietà.

  • User Icon

    Alex

    23/11/2019 11:59:15

    Geniale!!!!!

  • User Icon

    caterina

    09/06/2019 21:21:05

    Se un mio prof dell'università non ci avesse consigliato di leggere " I fiori blu" di Queneau, penso che a me non sarebbe mai sorta come idea; soprattutto quando ho letto che anche a Calvino, che l'ha tradotto, inizialmente sembrava un libro incomprensibile (eppure non ha mollato). Che dire, mi è piaciuto tantissimo, per non parlare della figura del duca d'Auge, divertente e singolare che si intreccia con quella del pigro Cidrolin. È un romanzo in cui si intrecciano sogno, psicoanalisi, storia e molte invenzioni linguistiche; Queneau tratta temi importanti come quello della giustizia, del potere della Chiesa, della politica della Francia e lo fa in modo surreale e con una vena d'ironia. Non voglio svelarvi altro perchè vi consiglio di leggerlo e scoprire come andrà a finire la storia

  • User Icon

    Nobile

    14/02/2018 23:01:38

    Un sogno, non si sa di chi, che si sviluppa per un lungo arco di tempo e in cui si susseguono personaggi bizzarri e cavalli che parlano. Attraverso una trama leggera, spassosa, eterea, ma con implicazioni linguistiche elaborate, ci vengono illustrati concetti importanti, forti, talvolta crudeli, come solo il linguaggio onirico riesce a fare.

  • User Icon

    Cristiano Cant

    31/05/2017 06:59:40

    Lo specchio nel quale due uomini si sognano a secoli di distanza, presenti e lontanissimi entrambi dentro un tempo immanente e insieme abolito, quasi insensato. Le inquietudini dell'agire e le malinconie del poltrire nei due movimenti che scandiscono la trama attraverso le figure del Duca d'Auge e di Cidrolin, nervoso in ogni nuova avventura il primo, passivo nelle sue interminabili sieste il secondo. Ma è la stessa anima a fluire e a oscillare da una mente all'altra, l'ospite fisso che si affaccia e si rinnova, l'uguale e il cambiato, in un salto fra le epoche che sta lì a fissare il nessun tempo, un altrove identico e diverso, un destino scisso che nei rispettivi sogni trova il suo intero per poi ancora smarrirsi nelle vicissitudini della propria eccentricità. Non facile entrare in questo labirinto con strumenti di sola ragione, forse inutile. E' un'opera di tale bellezza, un tale incastro di geniale meraviglia che stare lì a perdersi fra mille spunti d'analisi rovinerebbe ogni grandezza e ogni abbandono. Scrive Queneau: "Ci sono sogni che si snodano come incidenti senza importanza, cose che nella vita ad occhi aperti neppure se ne riterrebbe il ricordo, eppure ti occupano al mattino quando li afferri mentre si spingono in disordine contro la porta delle palpebre". E' proprio così che si muove il romanzo, come una giostra che nel suo giro divora ogni spiegazione, la macina in vortici di suoni e novità mirabili e tuttavia finisce per ripetersi e tornare nelle abitudini delle due unità in gioco. Un rintocco gemello dove - ancora una volta - la lingua è regina coi suoi azzardi grandiosi: "Il Diavolo fa le pentole ma non i Copernichi". O ancora: "il duca cavalcava silentario e solizioso". Scontro di classe? Ma no! Il nobile e l'imbianchino sono la stessa persona. Dunque, appena un ini-quo qui pro quo. Mentre il finale da solo vale "una pinta di liquido lacrimale", continuo a sentirmi come un "disutilaccio" a imbrattare parole deficitarie davanti a cotanto capolavoro.

  • User Icon

    Vincent

    20/07/2005 09:55:05

    L’estro della scrittura, una fantasia scintillante e la capacità di tener sotto controllo il più piccolo degli elementi narrativi fanno di questo romanzo una sintesi perfetta dell’ideale letterario, di forma e sostanza. ‘Chi sogna chi’, l’eroe che risale il corso del tempo e l’antieroe immobile nello spazio che si danno appuntamento nel presente senza sogni, la fine della Storia, l’esaltazione dell’attività onirica e la necrosi del ‘cogito ergo sum’, non ultima (per noi italiani) la domanda più che lecita sul dove finisca Calvino e inizi Queneau: tutto va bene, il romanzo ha le spalle larghe. “I fiori blu”, di cui son state date interpretazioni molteplici (psicanalitiche, antropologiche, storiografiche), è forse soprattutto questo: una macchina scagliata a velocità impressionante lungo i sentieri della letteratura di fine novecento, capace di descrivere con apparente noncuranza parabole sorprendenti e curve impossibili.

Vedi tutte le 11 recensioni cliente
  • Raymond Queneau Cover

    Raymond Queneau (Le Havre 1903 - Parigi 1976) fu uno scrittore attratto da molteplici discipline (filosofia, matematica, linguistica, psicoanalisi), ognuna delle quali trasfuse nelle sue opere letterarie. Compì gli studi liceali nella sua città, quelli universitari di filosofia alla Sorbona, dove conseguì la laurea; fu poi impiegato di banca e rappresentante di commercio.Il suo giovanile avvicinamento al movimento surrealista (dal 1924 al 1929) è testimoniato da Odile. Mentre implicazioni gnoseologiche, colorate da humour e invenzioni verbali contraddistinguono i successivi romanzi ambientati nella provincia e nei sobborghi urbani francesi. Fu assiduo collaboratore delle maggiori riviste letterarie, tra le quali la Nouvelle Revue Française e Les temps modernes.... Approfondisci
Note legali