Flightplan. Mistero in volo

(Flightplan)

Titolo originale: Flightplan
Paese: Stati Uniti
Anno: 2005
Supporto: DVD

€ 6,99

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 4 gg lavorativi

Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Pasquale

    20/06/2015 08:40:52

    Anch'io non mi ha sorpreso più di tanto e anche la Jodie non è un attrice di mio gran gradimento e francamente non ricordo un suo film che mi sia veramente rimasto. Ma dobbiamo ricordarci che è un film e nel suo genere riesce a rispettare alla perfezione certi parametri.

  • User Icon

    Ernesto

    03/09/2014 21:53:42

    E come ogni buon thriller che si rispetti solo verso alla fine si scoprirà chi è, o chi sono i cattivi. Peccato che questo sia il solo punto a favore di questo film, ma francamente questo non basta, la storia deve avere anche un pò di logica.

  • User Icon

    nicola intrevado

    25/11/2012 09:52:24

    La trama e' un bel po' banale ma non conta, sia pure vestita di una suspance nella quale il banale intreccio si confonde, grandemente, con il racconto che cosi' rimane un po' confuso, tuttavia interessante nel suo montaggio finale. Lo specifico onirico quindi, nelle sue paure iscritte, e lo specifico filmico, nella tecnica usata per la chiara rappresentazione delle stesse e' del tutto riuscito. Perfetto. Ma non voglio assolutamente parlare di questo o almeno, non mi interessa parlarne ed analizzarlo. Peraltro non mi piacciono film spettacolari, ma e' giusto dare a Cesare cio' che e' suo. Mi preme, invece, quindi, scrivere, solamente, della Signora Foster. E basta. Un grandissima attrice. Una vera attrice. Nelle sue pause alla recitazione dense di una stupefacente espressivita' mimica che si colorano per subentrare con naturalezza l' una nell' altra come delle matrioske. Una recitazione per nulla artificiosa, naturale, quasi spontanea, che si avvale di un' esperienza accademica che viene fiori ad ogni esigenza espressiva senza essere stucchevole o melodrammatica. O fintamente tali. Molte, dotate di meno talento, avrebbero sgranato occhi come davanti ad una rivelazione, tormentato mani e dita come pianisti all' inizio di un pesso di Listz, spalancato bocche come si conviene ad una gamma di forti emozioni che non sono contenute nell' arte ma nella sua sola idea. O nel suo surrogato. La Signora Foster certamente : no. Sa con estrema esattezza come si esprime un sentimento, un sottinteso iscritto nel medesimo, un pensiero banale ma importante, tanto simile a cio' che di umana condizione e di umano sentire e' la costruzione della sua fattura. Del suo insieme semeiologico e quindi sintetico di espressione verbale e di gesti, fusi in una perfetta mistura che rende il suo lavoro degno di plauso ammirazione e della volonta di scriverne pur non amando il genere di fil nel quale si e' cimentata. E pur avendolo visto solo per caso. O per destino conoscitivo. Grazie Signora F.

  • User Icon

    OskarSchell

    14/04/2009 09:28:34

    Purtroppo è un thriller scarsamente riuscito, la tensione si avverte di rado, la trama è un po' confusa. A voi la scelta se guardarlo o meno!

  • User Icon

    MAX

    08/01/2009 15:08:16

    film mediocre che via via peggiora. più bello sicuramente panic room

  • User Icon

    Laura

    01/07/2008 10:21:28

    Come diceva Fantozzi? Una boiata pazzesca! PS Jodie Foster fa sempre film dove è richiesta un'espressione sola.

  • User Icon

    Rosa

    01/09/2006 16:58:33

    Non lo rivedrei. Ma è stato comunque piacevole trascorrere un paio d'ore a 'scoprire'chi e perchè ha nascosto la figlia della protagonista indiscussa del film. Se non fosse per la Foster però non ne varrebbe davvero la pena.

  • User Icon

    Jarno (Paolo)

    29/08/2006 01:14:34

    La sola nota positiva è la recitazione della Foster. Film che ti tiene vivo per un po', poi decade in insulse situazioni e con un finale a dir poco deludente. Male nel complesso.

  • User Icon

    pomp80

    17/07/2006 14:19:11

    Una storia carina ,ma che non riesce a catturarti come un film del genere dovrebbe fare. poteva decisamente riuscire meglio

  • User Icon

    HULK

    29/05/2006 12:08:54

    Signori questo è il cinema, l'aereo metafora degli USA delle sue paure. Tutta la serie Airport è da vedere con attenzione. Ad ogni puntata l'aereo di solito Boing 'Ovvia la sponsorizzazione' diventava terreno di lotta, di scontro, emancipazione, tutto si svolgeva nella cabina di comando, la hostes che arriverà a pilotare l'aereo, eravamo alla metà degli anni 70, la donna stava prepotentemente entrando nel mondo maschile. In queto film naturalmente spettacolare, cinematografico, un fantastica 'Al solito' J. Foster alla caccia della figlia scoparsa, si imbatte in tutte le paure post 11 settembre. Gli arabi sospetti, il razzista, la messa in dubbio del ruolo del capitano, che ribadisce 'Qui comando io', ma si fa fregare come un pollo. Lei la protagonista J. Foster che ha costruito l'aereo, è ingegnere areonautico. Insomma questo cinema utilizza un linguaggio indiretto, la sovrastruttra è un ottimo film d'azione, la struttura è immensamente più complessa, tutta da decifrare. Noi europei con i nostri filmetti 'Meno male Moretti non ha beccato nulla a Cannes quest'anno' , con l'annullamento del nostro cinema popolare, ormai abbiamo perso la capacità di leggere. Considerando americanata, il cinema nella sua essenza, spettacolo, non menata esistenziale, pippa psicoanalitica, pranzetto e minimalismi vari.

  • User Icon

    miriam

    14/05/2006 15:47:53

    Che film!!!!!!! La vaga suspence del primo quarto d'ora si spegne irrimediabilmente al sedicesimo minuto .... la fantasia va bene ma quando le espessioni sono queste.....

  • User Icon

    ROCK

    02/05/2006 13:00:01

    Un triller che si lascia vedere ma nella seconda parte si scioglie in un finale scontanto e banale. J.Foster resta superlativa!

  • User Icon

    fragallo

    02/04/2006 23:09:52

    Trama inverosimile, a tratti confusa. Brava la Foster, ben realizzato l' aereo e le riprese, ma la storia è veramente campata in aria. Inutile.

  • User Icon

    chiara

    26/03/2006 11:59:35

    Un film stupendo, mi ha incollato alla sedia fino alla fine, un thriller mozzafiato, certo ti tiene anche un pò in tensione..ma è stupendo, proprio un film da vedere..

  • User Icon

    Filippo W2M

    15/03/2006 13:53:26

    Kyle Pratt (Jodie Foster) si imbarca con la figlia Julia (Marlene Lawston), sei anni, su un volo da Berlino-NY per riportare in patria la salma del defunto marito, caduto solo sei giorni prima dal tetto del palazzo berlinese dove vivevano. Dopo un breve sonno Kyle si sveglia e trova vuoto il sedile accanto al suo: Julia è sparita. Come ogni madre di fronte alla scomparsa di un figlio, Kyle fa fuoco e fiamme gettando scompiglio trai passeggeri e l'equipaggio. Ma nessuno ricorda di aver visto la piccola, anzi, allo scalo di partenza del volo affermano che non risulta imbarcata nessuna Julia Pratt. Ad ogni modo le ricerche - su ok del comandante - hanno inizio, sebbene infruttuoso. L'unico davvero disponibile a credere a Kyle, però, sembra essere Gene Carson, agente del servizio di sicurezza dell'aereo, che continua a dar fiducia alla donna anche dopo che l'obitorio in cui è stata fatta l'autopsia sul cadavere del marito, annuncia che anche Julia era morta quella notte, trascinata con sè dal padre suicida. Kyle è pazza? O davvero - come afferma lei - si tratta di un malefico complotto contro la sua famiglia? Per scoprirlo basta restare incollati alla sedia dall'avvincente serie di colpi di scena che di qui porteranno il film, sulla rotta del brivido, fino all'epilogo della pista d'atterraggio di un aeroporto statunitense. Ben costruito - anche se alla fine un po' troppo arzigogolato - e ben recitato dalla sempre brava Jodie Foster, questo Flightplan è sinonimo di adrenalina che lascia spesso e volentieri col fiato sospeso. Non un film indimenticabile, ma un thriller che si guarda volentieri. Una particolarità: sebbene ne succedano davvero di tutti i colori su quell'aereo, alla fine i morti che si conteranno saranno solo due... e uno su quel volo era già salito in una bara. Chi sarà l'altro? Alta tensione!

Vedi tutte le 15 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
  • Produzione: Touchstone Home Entertainment, 2016
  • Distribuzione: Videodelta
  • Durata: 98 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1);Francese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Bulgaro; Francese; Greco; Inglese; Inglese per non udenti; Italiano; Olandese; Rumeno; Serbo-croato; Sloveno
  • Formato Schermo: Widescreen
  • Area2
  • Contenuti: dietro le quinte (making of); speciale: "Pressione in cabina: progettazione dell'Aalto E-474"