Flute Quartets Op. 21 1 & 41

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Andreas Jakob Romberg
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: MDG
Data di pubblicazione: 19 agosto 2014
  • EAN: 0760623184326

€ 20,50

Punti Premium: 21

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD

Scrivi cosa pensi di questo articolo
5€ IN REGALO PER TE
Bastano solo 5 recensioni. Promo valida fino al 25/09/2019

Scopri di più

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Cinque veri amici Le opere di Ludwig van Beethoven e di molti degli oggi ingiustamente dimenticati compositori suoi amici costituiscono un repertorio molto importante per le esplorazioni dell’universo romantico portate avanti dai cinque valenti strumentisti dell’Ardinghello Ensemble. Guidata dal celebre flautista e instancabile studioso Karl Kaiser, questa formazione presenta in questo disco la prima registrazione mondiale dei quintetti per flauto e archi di Andreas Romberg, opere dai toni estremamente personali e ricche di spunti sorprendenti, che videro la luce all’inizio del periodo romantico. Un ambiente raccolto L’orchestra di corte di Bonn vide la partecipazione per diversi anni di un gruppo di musicisti di altissimo livello, comprendente tra gli altri Ludwig van Beethoven, Anton e Josef Reicha, Franz Anton Ries e Nikolaus Simrock, che in seguito divenne un famoso editore e diede alle stampe le opere di alcuni degli autori più famosi di quegli anni. I cugini Andreas e Bernhard Romberg – il primo un violinista di grande talento, che aveva già avuto modo di mettersi in evidenza in ambito compositivo, e il secondo sul punto di iniziare una grande carriera da virtuoso di violoncello – erano considerati membri di spicco di questa cerchia. In particolare, Andreas Romberg è l’autore del Das Lied von der Glöcke, un’opera basata sulla magnifica ballata di Friedrich Schiller, che avrebbe fatto riempire per decenni le sale da concerti tedesche. Lavori di grande impegno L’organico di questi quintetti per flauto e archi riveste un grande interesse. I quintetti composti in quell’epoca vedevano nella maggior parte dei casi il flauto affiancato da due violini, una viola e un violoncello, ma Romberg decise di sostituire il secondo violino con un’altra viola, una scelta che alla prova dei fatti si rivelò molto coraggiosa. Come modello, poi, Romberg non prese il leggero e frivolo divertimento dei suoi tempi, ma la ben più seria forma del quartetto per archi classico, che aveva avuto la sua più pura incarnazione nei capolavori di Haydn e di Mozart. Le due viole producono un suono caldo, morbido e avvolgente, che si pone in netto contrasto con il timbro brillante e chiaro del flauto e del violino. Queste opere presentano anche altri elementi molto innovativi, che contribuirono a spalancare le porte al primo Romanticismo. Per rendersene conto, basta ascoltare l’inizio dell’inno Heil dir im Siegerkranz nel terzo movimento del Quintetto in mi minore, che conferisce a questo lavoro un significato politico senza precedenti. Vette di sublime perfezione Nel corso dei suoi viaggi a Vienna e a Londra Romberg ebbe la possibilità di incontrare più volte Franz Joseph Haydn, il grande maestro della sinfonie e del quartetto per archi, che – come prevedibile – esercitò una profonda influenza sulla produzione del più giovane compositore. Nel movimento lento del Quintetto in la minore Romberg sviluppa il celebre tema di Haydn Hin ist alle meine Kraft. Questa melodia affidata al flauto e al violino si spinge oltre i fragili limiti terreni e costituisce una degna risposta a un modello di straordinaria bellezza, in grado di stregare anche il pubblico moderno. I componenti dell’Ardinghello Ensemble hanno fatto un magnifico colpo con questo disco dedicato ai quintetti di Romberg e – anche grazie alla magnifica qualità sonora garantita dagli ingegneri della MDG – queste opere costituiscono una gradita new entry nel grande repertorio cameristico e possono contribuire alla piena rivalutazione di un compositore degno di essere riscoperto ai massimi livelli.
Disco 1
1
Quintet for Flute, Violin, 2 Violas and Violoncello in A Minor, Op. 21 No. 1: I. Allegro moderato
2
Quintet for Flute, Violin, 2 Violas and Violoncello in A Minor, Op. 21 No. 1: II. Menuetto. Allegretto
3
Quintet for Flute, Violin, 2 Violas and Violoncello in A Minor, Op. 21 No. 1: III. Adagio
4
Quintet for Flute, Violin, 2 Violas and Violoncello in A Minor, Op. 21 No. 1: IV. Finale. Allegro
5
Quintet for Flute, Violin, 2 Violas and Violoncello in E Minor, Op. 41 No. 1: I. Allegro
6
Quintet for Flute, Violin, 2 Violas and Violoncello in E Minor, Op. 41 No. 1: II. Menuetto. Allegro moderato
7
Quintet for Flute, Violin, 2 violas and Violoncello in E Minor, Op. 41 No. 1: III. Larghetto
8
Quintet for Flute, Violin, 2 violas and Violoncello in E Minor, Op. 41 No. 1: IV. Finale. Allegretto vivace
9
Quintet for Flute, Violin, 2 Violas and Violoncello in F Major, Op. 41 No. 3: I. Allegro
10
Quintet for Flute, Violin, 2 Violas and Violoncello in F Major, Op. 41 No. 3: II. Adagio - Andante grazioso
11
Quintet for Flute, Violin, 2 Violas and Violoncello in F Major, Op. 41 No. 3: III. Menuetto. Allegretto
12
Quintet for Flute, Violin, 2 Violas and Violoncello in F Major, Op. 41 No. 3: IV. Vivace
  • Andreas Jakob Romberg Cover

    Violinista e compositore tedesco. Si esibì in pubblico fin dalla più tenera età insieme col cugino, il violoncellista Bernhard R.; con lui, dal 1793 al 1815, risiedette ad Amburgo. In seguito divenne maestro di cappella della corte di Gotha. Compose alcune sinfonie, circa 30 concerti o doppi concerti violinistici, numerosi quartetti per archi e altra musica da camera, in uno stile influenzato dai modelli di Haydn e di Mozart. Assai celebri e diffusi furono anche i suoi Lieder per voce o coro, su testi dei principali poeti tedeschi del tempo. Nel 1796 tenne a Vienna un concerto con Beethoven e il cugino alla presenza di Haydn. Approfondisci
Note legali