Collana: La memoria
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 11 gennaio 2018
Pagine: 400 p., Brossura
  • EAN: 9788838937446
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con Carta del Docente e 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 8,10

€ 12,75

€ 15,00

Risparmi € 2,25 (15%)

Venduto e spedito da IBS

13 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Cosa ne pensi di questo prodotto?
PER TE 5€ DI BUONO ACQUISTO
con la promo Scrivi 5 recensioni valida fino al 23/09/2018
Scopri di più
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Luisa

    18/09/2018 07:14:33

    Non mi perdo un libro di robecchi. I suoi libri sono sempre molto ironici (non per niente e ‘ uno degli autori di Crozza), molto ben scritti, trama complessa e ben architettata, politicamente scorretti, scorrevolissimi.

  • User Icon

    Roberto

    01/06/2018 17:44:54

    Me l'hanno prestato e non mi è piaciuto. Secondo me Robecchi, con tutto il rispetto, non ha la cifra dello scrittore. Piatto, prolisso, senza ritmo.

  • User Icon

    archipic

    31/05/2018 12:19:19

    Buono ma non buonissimo. Interessante la trama, così come il gruppo di personaggi nella quale si muovono. Forse troppo lungo per la storia raccontata e poco ritmato come svolgimento dell'azione. Comunque, una lettura abbastanza gradevole.

  • User Icon

    Vale

    09/05/2018 11:56:42

    Non si tratta sicuramente di un giallo “comune”. La trama non è importante ma è tutto concentrato sulla scrittura. Le tre stelline sono dovute al fatto che l autore scrive sicuramente bene ma la storia è parecchio noiosa. I personaggi non sono ben caratterizzati. Mi aspettavo molto di più.

  • User Icon

    n.d.

    04/05/2018 16:10:57

    Bel noir. Avvincente e ironico, paragonabile agli dello stesso autore.

  • User Icon

    Fabio

    30/03/2018 06:04:47

    Ottimo romanzo, una finzione letteraria costruita a tavolino con lucidità e intelligenza.Non cercate personaggi reali o verosimili,i protagonisti di questa storia fanno parte di un mondo immaginario ma affascinante e a mio parere catturano la fantasia del lettore che è portato a seguire con attenzione e curiosità il dipanarsi degli eventi. Un modo di raccontare lieve e ironico,ma sempre molto equilibrato ,aiuta a tenere viva la concentrazione di chi legge questa storia ambientata nella Milano opulenta dei soldi e del potere.

  • User Icon

    francesco

    24/02/2018 17:03:02

    Il peggiore di Robecchi. Trama trascinata all'inverosimile con lungaggini noiose. Privo di ritmo. L'Autore deve decidere se percorrere il noir oppure il romanzo d'appendice: è un peccato che non metta maggiormente a frutto i quattro personaggi Ghezzi-Carella e Monterossi-Falcone che sono ben centrati nelle storie ma dispersi in divagazioni letterario-sentimentali che vanno fuori tema. Peccato.

  • User Icon

    Alessia

    14/02/2018 07:41:32

    Dopo "Torto marcio" mi ero ripromessa di finirla con questo autore e invece ci sono ricaduta. E' un libro privo di ritmo, scollegato e confuso.

  • User Icon

    Giorgio g

    04/02/2018 11:20:54

    Carlo Monterossi il mago della televisione, Oscar Falcone, il cui lavoro sta a metà tra il ficcanaso e l’investigatore, e i poliziotti Ghezzi e Carella indagano per conto di Umberto Serrani (“i reati dei ricchi sono un po’ meno reati”) su un caso di omicidio di cui è vittima Giulia Zerbi, in una Milano novembrina in cui non smette di piovere. Nell’indagine si imbattono in un giro di strozzini. Questo il plot di questo bel romanzo, arricchito dalla bella favola di Sonia Zerbi (la figlia della morta) lanciata verso una strepitosa carriera. È il fare stare insieme il giallo e la favoletta fino alla sorpresa finale, che è una sorpresissima, la dice lunga sulle qualità dell’autore.

  • User Icon

    Carmelo Erio Fiore

    04/02/2018 09:30:13

    Si percepisce che Robecchi intenda procedere verso la condizione di "romanziere" vero e proprio, partendo da quella considerata limitativa di "scrittore di gialli". Questo libro è quindi una sorta di cerniera e come tale ogni tanto stride e ritarda la lettura. Forse rimanere "giallista" allo splendido livello dei precedenti romanzi garantirebbe una dedizione più sentita da parte dei suoi lettori. Ma forse Robecchi ne vuole acquisire degli altri, e magari è disposto a perderne qualcuno per strada.

  • User Icon

    Grande Robeccchi!

    02/02/2018 09:37:55

    Come sempre, il quartetto Monterossi-Falcone-Ghezzi-Carella è il miglioir mix di ironia e thriller mai esistito. La spendida scrittura di Robecchi fa sorridere e pensare e la storia è davvero bella. Forse stavolta è stata un pò allungata, evidenziando elementi che non sono molto importanti nella storia e, a dirla tutta, io preferisco quando i 4 personaggi interagiscono di più, come nei romanzi precedenti. Ma nonostante ciò il voto è sempre alto e, come sempre, non vedo l'ora che esca il prossimo.

  • User Icon

    Yuki

    01/02/2018 17:24:58

    Io mi sono divertita a leggere questo libro. Vedo che altri lo hanno trovato meno interessante dei precedenti, ma per me non è così. 4 stelle per qualche momento di lentezza, subito superato però!

  • User Icon

    luca bidoli

    31/01/2018 18:16:30

    L'ho terminato solo grazie ad una sorta di delirio e una commistione di noia, prevedibilità e disappunto. La follia maggiore è averlo acquistato, sperando non so cosa. Macchinoso, lento, con personaggi da operetta o quasi, con una storia "d'amore" che più assurda non si potrebbe: al limite del ridicolo. Quasi quasi mi metto a scrivere anch'io: tanto peggio non posso fare.

  • User Icon

    chicca

    29/01/2018 11:22:35

    L'ho letto sempre con grande piacere, ottimo stile ricco di humor e spunti interessanti; ma l'ho trovato più fiacco rispetto ai romanzi precedenti. Ho dato 4 stelle per la stima nei confronti dell'autore ma non sono proprio piene, diciamo un 4-

  • User Icon

    Giuseppe Distefano

    25/01/2018 20:51:08

    Parla di delinquenti, assassini, malavitosi come pure di persone colte e raffinate e di poliziotti sempre con una scrittura leggera, piacevole e con una vena di umorismo.

  • User Icon

    Sergio

    03/01/2018 11:05:34

    A volte Robecchi mi è piaciuto molto, altre volte meno. Non sempre i suoi romanzi sono lineari, talvolta gira l'angolo un po' troppo spesso, lasciando il lettore un po' spiazzato. La trama di questo però mi ispira... E Milano protagonista per me è imperdibile.

Vedi tutte le 16 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione