La foresta della follia - Andrea Gallo - ebook

La foresta della follia

Andrea Gallo

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,78 MB
  • EAN: 9788856783711

€ 9,49

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Eresse'l viveva in un villaggio, in una prateria non lontana da un fìtto bosco. Si tormentava con dubbi esistenziali, sulle convenzioni della propria gente, su cosa fosse giusto o sbagliato e proprio non riusciva a spiegarsi perché tutti gli altri non si ponessero le stesse domande. Era circondato da persone che vivevano senza la benché minima consapevolezza, assuefatti dai luoghi comuni e senza alcuno stimolo. Un giorno, durante una passeggiata, si allontanò da casa e per ripararsi da un imminente temporale trovò rifugio nel bosco. Una voce lo attirò a sé: era Oi Onos. Grazie a lui e alla sua saggezza, Eresse'l iniziò pian piano a trovare le risposte a tutte le sue domande e a comprendere che l'amore è la chiave di tutto. "L'amore è libero, l'amore è libertà allo stato puro, è una forza in continua trasformazione, non riuscirai mai ad afferrarlo, potrai solo viverlo, respirarlo, assecondarlo. L'unico modo per comprenderlo, almeno in minima parte, è capire cosa non è l'amore".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Andrea Gallo Cover

    Studia dai salesiani di don Bosco e nel 1948 entra nel loro noviziato, conclude poi gli studi liceali e universitari a Roma. Per un anno, nel 1953, è missionario in Brasile dove studia teologia, proseguendone poi gli studi a Ivrea. Viene ordinato sacerdote nel 1959. Nel 1960 diventa cappellano nel riformatorio genovese della nave scuola della Garaventa. Spostato da quella funzione, diventa viceparroco della Chiesa del Carmine nel 1965, carica da cui è rimosso nel 1970. Viene mandato a Capraia ma rinuncia alla "promozione" e viene accolto dal parroco di San Benedetto al Porto, don Federico Rebora e qui dà vita alla Comunità di San Benedetto al Porto. Appoggia tutti i movimenti pacifisti e per i diritti civili e umani di italiani e migranti.Don... Approfondisci
Note legali