Categorie

La forma dello spazio profondo. La teoria delle stringhe e la geometria delle dimensioni nascoste dell'universo

Shing-Tung Yau,Steve Nadis

Traduttore: C. Piga
Editore: Il Saggiatore
Collana: La cultura
Anno edizione: 2011
Pagine: 497 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788842815365
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 12,96

€ 20,40

€ 24,00

Risparmi € 3,60 (15%)

Venduto e spedito da IBS

20 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Gianni F.

    14/10/2013 11.49.23

    In questo libro si parla quasi sempre degli spazi di Calabi-Yau, che sono alla base oggi della teoria delle stringhe e che sono stati elaborati (non scoperti) dall'autore stesso sulla base dei calcoli di Calabi. L'autocelebrazione dell'autore è così smaccata ed enorme che provocatoriamente ci si chiede come mai egli non abbia vinto almeno un Nobel, poi però sapendo che finora niente della teoria delle stringhe è stato provato, si capisce tutto e il libro cade un po' nel ridicolo. Comunque, il problema di questo libro è che è incomprensibile e scritto davvero male. Si è catapultati subito nella geometria Reimanniana senza neanche una degna introduzione di concetti base, senza passare dal semplice al complesso. Il risultato è che ad un certo punto si leggono parole senza alcun significato, perché l'autore salta di palo in frasca o spiega male i concetti. L'iconografia è insufficiente, ci sono foto senza interesse di oscuri matematici ma diamine, questo è un libro sulla geometria e non ci sono sufficienti immagini di geometria! La cosa peggiore alle descrizioni matematiche incomprensibili sono gli esempi che dovrebbero chiarire al lettore i concetti, essi sono esposti male ma soprattutto non sono pertinenti. Ci sono libri che hanno spiegato bene l'inspiegabile, ad esempio le equazioni ellittiche o dimensioni supplementari nei libri L'ultimo teorema di Fermat di Singh e L'universo elegante di Greene. Riesco inoltre a capire molto bene il libro di Penrose La strada che porta alla realtà, pieno di matematica, quindi non dipende dalla mia incomprensione o dal mio background che è comunque scientifico, quello di Yau è proprio un libro scritto male! In conseguenza di tutto ciò, questo libro può leggerlo solo chi ha delle conoscenze matematico/geometriche universitarie manco tanto di base, sennò inutile cercare di comprare questo libro. Per fortuna che il libro diventa più comprensibile negli ultimi capitoli.

  • User Icon

    Luigi Orsi

    09/03/2012 16.07.17

    Ho scritto "bellissimo" sulla prima pagina dopo averlo letto. E' la prima volta che mi capita! Ora lo rileggo.

  • User Icon

    athlos

    08/02/2012 19.24.22

    Buon libro scritto da un autore altrettanto autorevole nel campo matematico-geometrico, accompagna il lettore, partendo dalla storia in cui ha portato lo stesso Yau alla conferma dell'esistenza degli spazi Calabi-Yau, alla teoria delle stringhe fino alla M-teoria, spiegando a volte in maniera poco comprensibile per un lettore poco incline alle materie matematico-geometriche (il libro si basa interamente su esempi geometrici) , l'applicazione che hanno trovato le varietà di Calabi-Yau nell'ambito delle teorie di cui sopra. Libro comunque consigliato a chi ha già almeno una discreta conoscenza delle teorie delle stringhe e di matematica-geometria altrimenti poco comprensibile con la conseguenza di diventare specie nei primi capitoli noioso.

Scrivi una recensione