Le forme di impresa privata diverse dalle società lucrative tra aiuti di Stato e Costituzioni economiche europee

Emanuele Cusa

Editore: Giappichelli
Anno edizione: 2013
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 152 p., Brossura
  • EAN: 9788834878330
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 17,10

€ 18,00

Risparmi € 0,90 (5%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Il diritto dei modelli organizzativi delle imprese può concorrere alla realizzazione di «un’economia sociale di mercato fortemente competitiva, che mira alla piena occupazione e al progresso sociale» (articolo 3, par. 3, Trattato sull’Unione europea), poiché le caratteristiche di un dato mercato dipendono anche dalla struttura degli operatori che vi concorrono. Sarebbe pertanto auspicabile che gli Stati membri dell’Unione europea promuovano i modelli imprenditoriali più efficaci nel conformare l’economia reale al paradigma legale appena ricordato. Tuttavia, questa promozione trova un limite nella disciplina comunitaria in materia di aiuti di Stato. Oggetto pertanto di questo libro è verificare quale libertà abbia uno Stato dell’Unione europea nell’incentivare i modelli ritenuti migliori nell’inverare i suoi principi costituzionali, certamente sinergici con gli obiettivi fondamentali dell’Unione europea. Tra i modelli d’impresa potenzialmente più virtuosi un posto di rilievo deve essere assegnato dall’Unione europea e dai suoi Stati membri alla vera cooperativa, se non altro perché la Corte di giustizia ha finora ritenuto che solo le vere cooperative non si trovano «in una situazione di fatto e di diritto analoga a quella delle società commerciali» e dunque possono essere trattate meglio di queste ultime, senza che ciò costituisca una violazione della disciplina comunitaria in materia di aiuti di Stato.