La fragilità del male - Dietrich Bonhoeffer - copertina

La fragilità del male

Dietrich Bonhoeffer

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Curatore: Anna Maria Foli
Editore: Piemme
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 31 marzo 2015
Pagine: 176 p., Brossura
  • EAN: 9788856641967
Salvato in 32 liste dei desideri

€ 17,50

Venduto e spedito da Libreria La Leoniana

Solo una copia disponibile

+ 6,00 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"Non si può restare indifferenti davanti all'assassinio di milioni di esseri umani. Come il male che compie Hitler è frutto di scelte e azioni umane, anche l'agire per il bene è frutto di scelte e azioni umane". Così scriveva Dietrich Bonhoeffer, in prigione, nelle ore più oscure del XX secolo, arrestato per aver partecipato a un complotto contro il Führer. Le conclusioni a cui Bonhoeffer era giunto, nei giorni precedenti la sua condanna a morte, scaturivano da un lungo percorso filosofico-religioso compiuto negli anni e testimoniato dagli scritti che vengono presentati in questa scelta antologica. Si tratta di appunti, esegesi, meditazioni, omelie, frammenti poetici, che attraversano circa un ventennio (dal 1925 al 1945) e che testimoniano come il problema del male - inteso come forza oscura insita nella Creazione e nell'essere umano - sia stato il fulcro intorno a cui si sviluppò la ricerca intellettuale del teologo tedesco. Paradossalmente, il male è fragile, può essere combattuto. Per Bonhoeffer il male si "sfarina", rivelando la sua debolezza, solo se con un atto di volontà, personale e collettivo, ci si oppone al caos, all'incoerenza, alla schiavitù dell'io, alla paura, per trasformare il mondo in un luogo giusto. L'avanzare del bene e l'arretrare del male si rendono possibili solo con un'assunzione di responsabilità davanti agli uomini. E, per chi crede, anche davanti a Dio.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

5
di 5
Totale 2
5
2
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    GD

    04/10/2019 05:30:16

    Questa e' una raccolta di pensieri estrapolati dall'opera, necessariamente non strutturata dato l'assassinio precoce di Bonhoeffer per mano dei nazisti, di questo grande pensatore. In genere i florilegi risentono pesantemente e decisivamente di chi li concepisce, e certo nemmeno questo sfugge alla regola; pure questa raccolta e' un eccellente viatico alla conoscenza di Bonhoeffer e degli studi che lo riguardano.

  • User Icon

    Ladymariane

    24/06/2015 15:00:39

    Meravigliosamente profondo, indimenticabile, uno di quei libri che ti fanno riflettere e ti mettono in contatto con il tuo io puro. Dovrebbe essere anche letto e commentato nelle scuole.

  • Dietrich Bonhoeffer Cover

    Dietrich Bonhoeffer (Breslavia 1906 - Flossenburg 1945), una delle figure più rappresentative della teologia e dell’ecumenismo del XX secolo, era figlio di un professore dell’alta borghesia tedesca ai tempi della Repubblica di Weimar. Studiò teologia a Tubinga, a Roma e a Berlino. Nel 1943 fu arrestato con l’accusa di complotto contro Hitler e in carcere scrisse alcune lettere pubblicate sotto il titolo Resistenza e resa. Su ordine di Hitler fu giustiziato il 9 aprile 1945 nel campo di concentramento di Flossenbürg. Approfondisci
Note legali