The Freewheelin' Bob Dylan

(Remastered)

Artisti: Bob Dylan
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: Sony Music
Data di pubblicazione: 22 marzo 2004
  • EAN: 5099751234821

nella classifica Bestseller di IBS CD - Pop Rock internazionale - Cantautori internazionali

pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 10,90

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
Disco 1
  • 1 Blowin' in the wind
  • 2 Girl from the north country
  • 3 Masters of war
  • 4 Down the highway
  • 5 Bob Dylan's blues
  • 6 A hard rain's a-gonna fall
  • 7 Don't think twice, it's all right
  • 8 Bob dylan's dream
  • 9 Oxford town
  • 10 Talkin' world war III blues
  • 11 Corrina, Corrina
  • 12 Honey, just allow me one more chance
  • 13 I shall be free

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alex Lugli

    22/09/2009 17:02:49

    "The Freewheelin' Bob Dylan" (traducibile come Bob Dylan a ruota libera) è il titolo di un album pubblicato da Bob Dylan nel Maggio del 1963; è il secondo album ufficiale (il primo con composizioni interamente sue) dell'autore di Duluth dopo il disco d'esordio che portava il suo nome ("Bob Dylan", del 1962, composto da cover di brani traditional del folk statunitense). Oltre a Bob Dylan alla voce, chitarra e armonica, sono presenti come "session man" in "Corrina, Corrina" (l'unico brano non acustico) R.Wellstood al pianoforte, Bruce Langhorne e G.Barnes alla chitarra elettrica, A.Davis al basso e H.Lovelle alla batteria. Registrato a New York, fu prodotto da John Hammond; riporta sulla contro-copertina note con descrizione dei brani e presentazione del compositore e cantante scritte da Nat Hentoff. La foto di copertina ritrae invece un giovane Dylan a passeggio sottobraccio con la allora fidanzata Suze Rotolo in una strada innevata di New York, scattata l'inverno precedente, al momento del suo arrivo a New York dall'Iron Range del Minnesota. Il brano dell'album destinato a restare nella storia della musica rock - e a lanciare su scala planetaria il giovane Dylan - fu "Blowin' In The Wind", che diverrà da allora la canzone di protesta per eccellenza e al tempo stesso una vera e propria bandiera del pacifismo, per i versi dal contenuto universale e senza tempo. L'album comprende tra gli altri motivi anche "A Hard Rain's A-Gonna Fall", monito esplicito espresso senza mezzi termini. Tutte le canzoni di questo album sono degne di memoria, ma soffermarvici sarebbe troppo lungo e toglierebbe il gusto di ascoltare e carpire i messaggi direttamente dalla musica e dall'espressiva voce di Dylan. Altri brani degni di essere ricordati sono "Masters Of War", brano che si scaglia contro i "signori della guerra" , vale a dire i fabbricanti di armi, anch'essa diventata quasi un inno per i pacifisti, soprattutto negli anni in cui il conflitto in Vietnam era alle porte. Una pietra miliare della cosiddetta "canzone d'autore".

Scrivi una recensione