Recensioni Fu sera e fu mattina

  • User Icon
    23/11/2020 09:35:03

    Scrittura sempre fluida e appassionante. Forse poteva essere un pò più corto ma Follet si legge sempre con piacere

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/11/2020 15:43:52

    il libro è interessante e ben scritto. Tuttavia nei ringraziamenti l'autore fa un errore storico imperdonabile, definendo Basso Medioevo il periodo in cui la storia è ambientata, che è ovviamente Alto Medioevo. Per unanime opinione degli storici si definisce Alto Medioevo il periodo che va dalla caduta dell'Impero romano all'anno 1000, Basso Medioevo il periodo successivo. Incredibile che non se ne siano accorti gli editor inglesi, né chi ha curato l'edizione italiana.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/11/2020 16:59:33

    Bel libro, non mi sento però di dare 5 stelle perchè la storia si svolge senza troppa suspense, e quindi la tensione che si crea viene subito svelata nella riga successiva.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    16/11/2020 18:32:36

    Letto in pochi giorni perché denso nel ritmo e avventuroso. Regala ciò che ci si aspetta e per questo forse è un po' prevedibile nello sviluppo della storia. Per quelli che come me hanno amato molto i volumi precedenti questo è un degno ritorno, un libro di grande intrattenimento che non si può mancare di leggere per completare la tetralogia, anche se tutti i volumi sono assolutamente indipendenti e non è necessario seguire un ordine prestabilito di lettura. Qualche nota ironica ad alleggerire la mole e a strappare una risata qua e là. Tuttavia, pur consigliandone la lettura, ho sentito la mancanza di riferimenti storici precisi, forti, circoscritti all'epoca descritta.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/11/2020 11:18:00

    “Si voltò per un ultimo sguardo. Il suo ponte dominava il paesaggio. Aveva cambiato drasticamente il piccolo villaggio. La maggior parte delle persone non vi si riferiva più con il suo vecchio nome di Dreng’s Ferry. Adesso lo chiamavano King’s Bridge.” Un giovane costruttore da così vita alla comunità che diventerà in seguito la città protagonista della magnifica saga amata da milioni di lettori in tutto il mondo. I secoli bui, con la loro regressione culturale ed economica, fanno da sfondo in questo viaggio epico dove amore, odio, passione, vendetta e ambizione infiammano i protagonisti in questa nuova lotta per il potere e la giustizia. Ken Follett é come sempre abilissimo nel calare immediatamente il lettore dentro alla storia grazie a un astuto plot twist iniziale e alla sua eccezionale maestria di narratore: la sua penna conferisce consistenza, tridimensionalità e concretezza ai personaggi e alle loro vicende. Il romanzo prende vita tra le tue mani e ti ritrovi completamente immerso in un Medioevo ostico e angosciante, nel quale la realtà era una sfida quotidiana per la sopravvivenza. In questo prequel ritroviamo i cliché follettiani che definiscono la saga di Kingsbridge: il giovane sfortunato ma pieno di risorse, l’aristocratica bella e indipendente, il monaco giusto e timorato di Dio e il vescovo perfido e assetato di potere. Come di consueto, i buoni sono buonissimi e i cattivi sono cattivissimi, nella migliore tradizione follettiana. Tra un’incursione vichinga e l’altra, le vite dei nostri quattro protagonisti si intrecciano in una storia appassionante, ricca di colpi di scena e magistralmente narrata. Ken Follett é più vivo che mai e piazza l’ennesimo best-seller a 71 anni, dopo una carriera estremamente prolifica e costellata di luminosi successi. Di quanti autori si può dire lo stesso?

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/11/2020 18:50:36

    Purtroppo una grande delusione... non mi sembra addirittura lo stile stilistico di Follett. Piuttosto pare di leggere un libro da adattare ad una serie televisiva, tanto dettagliato in particolari che poco servono a dare spazio alla fantasia del lettore. Banale e scontato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    08/11/2020 16:24:57

    A me nel complesso è piaciuto. Certo la storia non è il massimo dell'originalità, il finale sembra quello di Cenerentola, ma è scorrevole, con qualche colpa di scena e fornisce un interessante spaccato della vita del Medioevo (che secondo me non è costituito da secoli bui, anzi...). Insomma, una lettura rilassante. Un 3.5, ma il 4 lo assegno volentieri per eccesso. Una sola preghiera: basta attingere da 'I pilastri della terra'. Tra sequel e prequel, direi che è ora di mettere la parola fine, veramente.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/11/2020 11:11:58

    Ken Follett che insegue e copia se stesso; Ken Follett schiavo dei propri sterotipi che non sa pù scrivere nulla di nuovo o diverso (da almeno un decennio ormai). E così la lettura di questo romanzo diventa una lenta e tediosa passeggiata nei luoghi comuni più obsoleti e scontati per chi conosce Follett. Finire il libro è un'agonia e, cosa peggiore per un romanzo, girata l'ultima pagina, si tira un sospiro di sollievo per essere usciti dall'ennesimo racconto melenso, ovvio, senza alcun colpo di scena perchè capisci tutto già dall'inizio, compreso il finale. Dopo sole venti pagine sono già inquadrati i personaggi, delineati con l'accetta del solito Follett; i rapporti di forza e del classico, logorroico, identico, mai diverso e tedioso amore adolescenziale sono scontati e banali. Non ci sono colpi di scena perchè l'autore copia tutto dai precedenti romanzi, credendo di trovare garanzia di successo, raggiungedo, invece, solo quella di noia mortale. Neppure una prosa decente, ma neanche troppo ricercata, e un'ambientazione storico-geografica che avrebbero potuto essere vincenti bastano a salvare questo polpettone. Infine Follett ci piazza quelle solite due o tre scene di sesso quasi esplicito, qualche stupro e il gioco è fatto: riscritto MONDO SENZA FINE (LA COLONNA DI FUOCO o La Trilogia del '900) solo in un'epoca diversa! Mi stupisco che i sedicenti fan di Follett possano aver lodato e apprezzato questo copia-incolla; qualcuno di loro ha mai letto o ricorda UNA FORTUNA PERICOLOSA o IL MARTELLO DELL'EDEN??? In sintesi, leggere FU SERA E FU MATTINA è uguale, in tutto e per tutto, a leggere qualsiasi altro libro di Follett degli ultimi dieci anni. Che noia!!! Senza contare un prezzo spropositato per rileggere i soliti schemi ripetitivi. Consigliato a chi non ha mai letto Follett, vive il mondo in modo adolescenziale e vuole trovare qualche riferimento storico-sociale interessante; sconsigliato a chi conosce il vero Follett e continua a sperare di trovarlo rinnovato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    03/11/2020 17:44:30

    Ken Follett non delude mai.... bel libro ...non all'altezza dei Pilastri della Terra ma pur sempre avvincente!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    02/11/2020 18:17:04

    Che peccato, mancano veramente tanto quegli intrighi e colpi di scena degni de i pilastri della terra. Qui per le prime 300 pagine sembra di leggere un Harmony, pensano solo all'amore e al sesso che faranno, mentre le pagine scorrono via tra fatti e fattarelli. Leggete altro non rimarrà nulla dopo questa lettura, anzi mi sono informato (nel personaggio di Má) che sarebbe la madre dei ragazzi protagonisti del romanzo, l'autore chiaramente si rifà ad una donna presente in un grandissimo romanzo della letteratura americana FURORE. Ecco andate a leggere quello se volete vivere sulla vostra pelle le vicissitudini di una vita fatta di polvere, dolore e sudore.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/11/2020 17:56:04

    A me personalmente il libro è piaciuto. Molto scorrevole , ben scritto. Ovvio che I Pilastri Della Terra e Mondo Senza Fine sono di un altro livello, ma io lo consiglio. Poi ovviamente ognuno di noi ha i suoi gusti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/11/2020 16:41:04

    Ken Follett si riconferma il Maestro che tanto amiamo. Non sarà il suo lavoro migliore ma ho adorato ogni singola pagina. Avrei assegnato quattro stelle ma metto il massimo per compensare tutte le immeritate stroncature che vedo qui sotto.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/11/2020 11:45:01

    E' un romanzo che mi ha lasciato perplesso, e spiego perchè. Da un lato, debbo riconoscere che la lettura è scorrevole e piacevole nonostante la mole di pagine. Dall'altro, il racconto appare costruito per stupire ed è infarcito di episodi alquanto banali e improbabili. Non mi azzardo a dare un giudizio di carattere storico, tuttavia non riesco ad immaginare un mondo così corrotto, con personaggi talmente odiosi e malvagi, che si sottraggono a qualsiasi legge e sanzione e che pagano il fio delle proprie colpe, solamente alla fine della vicenda narrata. Non è certamente al livello dei precedenti romanzi di Ken Follett ed è enormemente distante , soprattutto per spessore narrativo, dal più famoso "I Pilastri della Terra":

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/10/2020 19:00:13

    Che dire....a me è piaciuto molto. La storia si dipana in maniera intensa, con i “buoni” che si contrappongono inevitabilmente ai “cattivi”. Vera protagonista del romanzo direi senz’altro Ragna, una donna intelligente, determinata, tenace, coraggiosa. Pur riconoscendo che questo non è il miglior romanzo di Follett, ne consiglio assolutamente la lettura.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    31/10/2020 16:55:08

    Leggo accuse di Anticlericalismo, di trama lacunosa e di eccesso di scene di sesso (saranno 5 appena accennate in 800 pagine) e rido, rido, rido. Libro bellissimo, intenso, trama ben scritta. Si, il finale si poteva cambiare. Dimenticavo, i salti e le parti mancanti sono palesemente tecnica narrativa. Se non si riesce a capire questo resta sempre Fabio Volo.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/10/2020 19:19:13

    Ken Follet stavolta non delude, un libro che si legge molto bene nonostante le quasi 800 pagine.Migliore o peggiore di altri ? non lo so, so solo che l'ho letto in pochissimi giorni.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/10/2020 16:54:54

    Leggibile ma niente di più, niente a che vedere con i Pilastri della terra. Narrazione a tratti discontinua,si finisce una pagina con l'inizio di un intreccio e alla pagina successiva la storia è già completamente sviluppata, si ha l'impressione di aver saltato delle pagine

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    26/10/2020 12:22:36

    Finalmente oggi arriverò alla fine, ma che fatica! Ho letto tutti i libri di Follett ma questo e il penultimo (che non sono riuscito a finire) sono stati una grande delusione. Assolutamente niente a che fare con "La cruna dell'ago", "I pilastri della terra", "Mondo senza fine".

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    24/10/2020 12:32:58

    Ho letto praticamente tutto di Follett, mi segnavo in agenda la data di uscita di ogni nuovo libro per acquistarlo nei primi giorni. Questo romanzo mi ha deluso. Come al solito Follett scrive in maniera sublime, ma la storia è uguale ad altre della stessa serie (Pilastri). Lui, lei, amore impossibile, ne succedono di ogni ai due protagonisti, ma alla fine l'amore trionfa. Déjà vu. Che Follett stia invecchiando? Tre stelle solo come premio alla carriera, altrimenti 2.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    24/10/2020 07:28:31

    Estimatore di Ken Follet. Ho letto tutto. Non sempre ho apprezzato. Nella fattispecie siamo in presenza di una favola semplice semplice lunga lunga con l'immancabile finale del e vissero tutti felici e contenti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/10/2020 16:42:30

    Una grande delusione. Una sola parola per 781 pagine. Patetico. Conferma bla tesi di un acceso anticlericalismo e poi l'unica cosa che conta è il sesso. Penoso. Mai più Follett.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/10/2020 17:22:59

    Fu sera e fu mattina è, ad oggi (14 ottobre 2020) l'ultimo libro pubblicato di Ken Follett, nonché prequel della Trilogia di Kingsbridge. Si tratta di un romanzo storico che tratta del periodo che va dal 997 al 1007 e racconta al suo interno in che modo si è formata e sviluppata la città di Kingsbridge. Si tratta, senza ombra di dubbio, di un romanzo particolarmente atteso dai "fan" dell'autore, e io mi annovero tra di essi: ho letto tutto ciò che Ken Follett ha scritto e compro le sue ultime uscite non appena vengono pubblicate. Questo lo premetto perché ritengo che l'impressione generata dal libro possa cambiare enormemente a seconda delle aspettative che si hanno. La serie di Kingsbridge è, insieme alla Trilogia del Novecento, la produzione più famosa ed acclamata dello scrittore. I pilastri della terra, primo volume di questa, ormai, tetralogia, è il suo romanzo più celebre ed uno tra i migliori (in molti direbbero, il migliore in assoluto) e sapere cosa è successo prima di questa storia, necessariamente interesserà a molti. La struttura del testo è molto curata; all'inizio di ogni capitolo troverete la data degli accadimenti in esso contenuti, le parti in cui è diviso il romanzo segnalano di quali anni si parlerà al loro interno. I punti di vista (raccontati sempre in terza persona) sono quattro: - Ragna, normanna aristocratica, bella e giovane con un carattere deciso - Edgar, giovane costruttore con poco denaro ma molta inventiva - Aldred, monaco retto e profondamente credente - Wynstan, arcivescovo cattivo, potente e corrotto Il resto della recensione su Leggo Quando Voglio

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/10/2020 08:46:51

    non sara' il miglior libro di follet, ma e' una lettura sempre piacevole. da consigliare.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/10/2020 17:08:42

    Bellissimo libro, a pari merito con I pilastri della Terra.Lo si legge tutto d'un fiato.Follett, anche con questo libro, nn si è smentito.Un grande scrittore 👏🏻

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/10/2020 09:26:25

    Ken Follett ci trasporta sulle coste dell’Inghilterra. Qui, tra un’incursione e l’altra dei Vichinghi, si svolge la saga della famiglia di Edgar e di Ragnhild, figlia del conte Hubert di Cherbourg, che gli preferisce Wilwulf, era “così alta, calma e bella che quando la guardavi era difficile credere che fosse umana.” Un altro personaggio è Aldred, “la cui missione nella vita era quella di portare sapere e conoscenza dove prima c’era solo cieca ignoranza”. L’autore cede al romanticismo: “Osservò le lacrime sgorgare dai suoi occhi e scendere lungo il viso, gocce di pioggia su petali di rose.” Una lettura, se non entusiasmante, almeno piacevole.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/10/2020 11:32:11

    Avevo delle aspettative molto alte per questo libro ma non posso considerarlo il romanzo migliore di Ken Follet. E' una lettura interessante e merita quindi lo consiglio ai fan di Follet.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/10/2020 10:27:58

    Peccato, tanto rumore per così poco.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/10/2020 10:11:17

    Ken Follett per me è una garanzia. Quando ho deciso di acquistare questo romanzo sono andata a colpo sicuro, sapendo perfettamente che non me ne sarei pentita. La lettura è scorrevole , l'intreccio mi ha avvolta e coinvolta a tal punto che quando ho terminato di leggere il romanzo, ho avvertito come un "senso di vuoto". Ritengo che questo genere di sensazione sia la miglior testimonianza per definire un romanzo veramente ben riuscito.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/10/2020 21:57:53

    storia molto intensa e coinvolgente in cui i protagonisti Ragna ed Edgar si trovano catapultati in una miriade di avversita' , dovendo lottare contro il nemico numero uno: il fato.la fitta rete delle loro vite si scontrera' con gli altri personaggi che, chi con cattiveria, chi con piu' disponibilita' , faranno da cornice alla loro unione.capolavoro

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/10/2020 12:51:06

    Il libro è interessante, ma lo scrittore ha perso la capacità di trattenere le persone tra le pagine del libro come aveva fatto per "I pilastri della terra" e "Mondo senza Fine".

    Leggi di più Riduci