Fuga da Manhattan. Un uomo, una donna e un bambino nell'Alaska selvaggia

Richard Leo

Editore: EDT
Anno edizione: 1998
In commercio dal: 15 maggio 1998
Pagine: 320 p.
  • EAN: 9788870633443
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Nel 1981 Richard Leo lascia un lavoro senza prospettive a New York e con pochi soldi e nessuna conoscenza pratica, parte per l'Alaska con la sua fidanzata Melissa. Dieci anni più tardi Leo vive ancora nella capanna di tronchi che egli stesso ha costruito all'ombra del Denali. Con lui ci sono il figlio Janus e una muta di dieci cani. Melissa non è stata capace di tollerare il silenzio della foresta boreale ed è ripartita. Inizia così la storia del figlio, cresciuto in compagnia del padre, libero dalle intrusioni della nostra epoca elettronica e dai condizionamenti della società moderna.

€ 11,62

€ 15,50

Risparmi € 3,88 (25%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 8,37

€ 15,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    orsetto

    06/12/2012 22:31:48

    un libro meraviglioso , forse il più bello che ho letto sull'Alaska ; ho avuto la fortuna di visitare questo splendido paese , e mi sono sentita immersa di nuovo nel silenzio di quella Natura particolare e vera.Le avventure di questa famiglia prendono subito il lettore , non ho staccato gli occhi fino alla fine , si vive questa esperienza con i protagonisti e si capiscono le difficoltà che essi devono affrontare per uno scopo che non ha uguali : vivere in simbiosi con la natura ritrovando se stessi e il vero valore delle cose ...Da leggere ASSOLUTAMENTE

  • User Icon

    Fabio

    23/10/2006 09:37:07

    Micidiale !La descrizione dei luoghi effettivamente non è molto dettagliata ma il messaggio che Leo Richard manda è chiaro. Forse una storia di una persona esaltata ma dotata di una forza di volontà enorme. Secondo me si legge velocissimo e a un certo punto scatta la molla della curiosità del "cosa succede adesso..." Consigliato a tutti Fabio

  • User Icon

    Sabrina

    27/12/2000 11:05:04

    Al di sotto delle aspettative, nonostante l'ambientazione fosse per me molto appassionante. Non so se sia colpa della traduzione, ma risulta di "difficile" lettura: nel senso di non scorrevole e frammentaria, a parte gli errori di stampa (la media è di uno per pagina)imputabili solo alla EDT. Insomma riprende un filone che credevo ormai morto e sepolto, quello che aveva come modello ispiratore Jack Kerouac: fuori tempo, il mio commento. E aggiungo, a malincuore: una terra come l'Alaska avrebbe meritato magari qualche descrizione in più dei suoi paesaggi, e qualche sentenza post-hippy in meno.

Scrivi una recensione