Anno edizione: 2005
In commercio dal: 12 gennaio 2006
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 376 p., Rilegato
  • EAN: 9788849510690
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 55,00

Venduto e spedito da IBS

55 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 

Le garanzie personali hanno assunto un ruolo fondamentale nell'economia di un mercato caratterizzato dall'uso di forme contrattuali dirette alla realizzazione di operazioni economiche sempre più complesse. La fideiussione, prototipo codicistico della garanzia personale, risente della dinamica evoluzione dell'ordinamento giuridico e dell'in. ternazionalità dei traffici, presentando caratteristiche, nella prassi applicativa, che la rendono sempre più lontana dal modello classico. La prestazione di garanzia assume connotazioni mutevoli, risentendo spesso delle funzioni connesse al rilascio della fideiussione, quali, ad esempio, la funzione di finanziamento. L'analisi effettuata nella prima parte del volume evidenzia i tratti salienti del negozio fideiussorio, dedicando spazio alla trattazione delle fonti, della struttura e della funzione del relativo rapporto. Viene, altresì, analizzata la principale legislazione e giurisprudenza, anche comunitaria, che, negli ultimi anni, ha contribuito a delineare le nuove frontiere del modello fideiussorio più che sancirne la scomparsa. La seconda parte del volume è, invece, in prevalenza, dedicata al tema delle garanzie c.d. autonome, nate dall'esigenza, sempre più avvertita nei rapporti commerciali tra imprese, di circoscrivere se non eliminare del tutto il rapporto di dipendenza ed accessorietà dell'obbligazione assunta dal garante dalle vicende che riguardano il rapporto sottostante. La varietà dei modelli negoziali, attraverso i quali si realizza la pretesa autonomia dell'obbligazione di garanzia, revoca in dubbio la possibilità di concepire una disciplina unitaria di essa, imponendo, piuttosto, l'individuazione caso per caso della regola in concreto applicabile e in particolare del regime delle eccezioni opponibili dall'ordinante nell'ipotesi di escussione abusiva o fraudolenta.