Gazebo

The Gazebo

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Gazebo
Paese: Stati Uniti
Anno: 1959
Supporto: DVD
Salvato in 5 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 9,99 €)

Elliot Nash, scrittore affermato di gialli per la TV, ha sposato l'affascinante attrice Nell. Quando un ricattatore lo minaccia di mettere in circolazione delle fotografie che potrebbero compromettere la carriera della moglie, Elliot paga, poi uccide il delinquente e lo seppellisce nel giardino di casa. Ma in realtà non c'è stato alcun delitto. Come è possibile?
1
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Patrizia

    12/07/2020 13:52:58

    Con l'intento di dar vita ad una pellicola noir/grottesca il regista mette insieme un'indescrivibile guazzabuglio di situazioni che si rivelano più imbarazzanti che divertenti, al limite della noia e con attori totalmente privi di tempi comici. L'interprete maschile (Glenn Ford) è assolutamente inadatto, quello femminile (Debby Reynolds) fa del suo meglio per salvare il salvabile e il cast di contorno contribuisce attivamente alla confusione generale. Per non parlare del restauro dell'audio che, con il lodevole intento di mantenere il doppiaggio originale d'epoca, si rivela fastidiosamente "intubato" e con forti disturbi di fondo che rendono faticosa la comprensione dei dialoghi; completa il tutto la mancanza cronica di sottotitoli delle versioni A & R che non permette di fruire agevolmente della lingua originale. Davvero sconsigliato

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: A & R Productions, 2013
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 98 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area0
  • Contenuti: foto; trailers
  • Glenn Ford Cover

    Nome d'arte di Gwyllyn Samuel Newton F., attore statunitense di origine canadese. Recita in teatro in California e a Broadway, poi debutta nel cinema poco prima dell'entrata in guerra, segnalandosi in alcune pellicole drammatiche come Seduzione (1940) di C. Vidor e Così finisce la nostra notte (1941) di J. Cromwell. Nel 1946 viene scelto ancora da Vidor per formare un triangolo di odio e seduzione con la splendida R. Hayworth e G. MacReady in Gilda, film di culto che lancia la diva nell'immaginario erotico collettivo e F. nel ruolo di «duro», ma con un innato fondo di tenerezza e simpatia. Da questo momento la sua fama di attore non conosce declino, grazie alla padronanza di differenti registri espressivi che gli consente di interpretare i ruoli e i generi più svariati. Nel celebre noir di... Approfondisci
  • Debbie Reynolds Cover

    Nome d'arte di Mary Frances R. Attrice e cantante statunitense. A sedici anni vince un concorso di bellezza e la mgm le offre un contratto per interpretare giovani donne graziose, vivaci, ingenue ma piene di temperamento. Cantante dotata, non nasce come ballerina ma lo diventa quando G. Kelly la sceglie come partner in Cantando sotto la pioggia (1952) di S. Donen. Seguono numerose commedie frizzanti, divertenti e gradevoli come Il fidanzato di tutte (1955) di C. Walters, Pranzo di nozze (1956) di R. Brooks e Tammy fiore selvaggio (1957) di J. Pevney. Negli anni '90 appare in Tra cielo e terra (1993) di O. Stone e nel film di F. Oz In & Out (1997). Approfondisci
  • Carl Reiner Cover

    Attore e regista statunitense. Principe della commedia dal talento multiforme, attivo dal 1948 in fortunati serial e show televisivi come protagonista e sceneggiatore di riconosciute capacità (Caesar's Hour, 1954, Emmy), esordisce da attore (Gazebo, 1959, di G. Marshall) e sceneggiatore cinematografico (Quel certo non so che, 1963, di N. Jewison), forte del successo in tv (Dick Van Dyke Show, 1963-66). Al primo ruolo da protagonista (Arrivano i russi, arrivano i russi, 1966, di N. Jewison) segue l'esordio brillante nella regia in un'appassionata biografia di B. Keaton (Il comico, 1969, anche cosceneggiatore). Grottesco e trasgressivo in Senza un filo di classe (1970), dopo una pausa torna in forma smagliante alla regia fantastica (Bentornato Dio!, 1977) e alla commedia trampolino per S. Martin... Approfondisci
Note legali