Categorie

Corrado Ruggiero

Editore: Marsilio
Anno edizione: 2007
Pagine: 183 p. , Rilegato
  • EAN: 9788831791618

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    claudio arzani (arzy)

    05/01/2008 17.32.02

    Questa è la storia narrata della famiglia Menniello, scesi a Nocera dalle campagne del Vescovado con la pretesa di farsi largo tra i notabili della cittadina tra Napoli e “Salierno”. Padre, madre, figlio ancora studente in legge ma già preteso Avvocato con la mira di uno scranno politico di peso, fosse addirittura assessore! Infine Gennarina, la sorellina piccolina. Ma Gennarina “aveva capito che padre, madre e frate le volevano fare le scarpe. Lo teneva oramai chiaro chiaro davanti agli occhi che zittizitti mutimuti, don Gaitano e donna Nannina la volevano fare fessa. Insomma, la fine della Monaca di Monza pronta per lei. O si sposava, ma allora si doveva pigliare il figlio di un signorone del Corso, uno che faceva parte del bottone e che perciò, un domani, poteva essere utile per la carriera di Minetuccio o, se non riusciva a arpionare un maccarone fatto a dovere, non si doveva proprio sposare”. “Andava al liceo, sarebbe pure lei andata all’università ma, poi, doveva rimanere zitella, diventare professoressa alle scuole medie, portare a casa uno stipendio e, per il resto, dedicarsi anima e corpo al luminoso destino del granavvocato”. Tutto predestinato? Ennò, a Gennarina così proprio non va e se ne sta con la faccia storta dalla mattina alla sera. Semplicemente, in una parola, imperdibile.

  • User Icon

    ant

    05/06/2007 16.46.06

    ....I nuceresi sono di natura loro propria filosofi e chiaccheratori dialettici e sillogistici di grande qualità....Grazie a C.Ruggiero, questo è proprio quello che arriva più di tutto da questo libro, cioè l'intensità del vissuto di paese attraverso mille sfaccettature: La politica, l'amore, il sesso, il carrierismo sfrenato, le macchinazioni, l'orgoglio, il sentimento, la religione.Riprendendo la frase che ho estrapolato dal libro, volevo aggiungere un bravo a Ruggiero,il libro è scorrevole e ben scritto, notevole anche l'apporto del dialetto

Scrivi una recensione