Categorie
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 147 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788806219871
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cristiano Cant

    30/08/2017 17.44.39

    Quel cielo che si riprende i padri troppo presto può talvolta lasciare sul tavolo dei figli un avviso, una traccia, un fazzoletto, una chiave, oppure un tratto d'inchiostro capace di ridare luce a quel viaggio senza che nessuno nel frattempo sia sceso, la prova che l'amore non conosce fermate e riesce anzi a farsi più presente ancora sotto la dolorosa lente di un'enorme assenza. L'incolmabile non esiste in poesia, perché l'immagine avrà sempre riflessi d'infinito. Le metafore arrivano, i guasti di un travaglio incarnato sanno adagiarsi su fogli di leggerezza e incanto, la presa è quella, identica a quel prima, basta soltanto che le parole trasudino la stessa essenza e quella differita in un centro esatto fra le due che è il sangue che riveste il cuore: "Ecco cos'è per me la voce del sangue,/la fitta di chi chiama dall'interno,/e chiama e chiama finché/ la gente intorno si decide a ascoltarla/ mentre lento si spande l'odore del caffè". Niente nutre e colma ogni antro sensibile come il semplice quando diluisce e dispensa le sue meraviglie. Le cose sono voci ancora sul palco, il passo stentato spezza la memoria fra echi di risate tenerissime, la bontà, l'onore, la pazienza, non ci sono che loro a ricamare il resto. Libro meraviglioso, libro che sento mio in quell'onda orfana che travalica ogni distinzione fra chi scrive e chi legge. E' questo il pregio delle cose sincere, lasciarsi abbracciare come lo stesso pur nel distante, respiri che si insinuano nello sterno come comete inattese. Non sono i nostri, eppure sono i nostri. E' la torsione che la poesia sa compiere trasformando in gioia quel divorante grumo di pena, un nero via via meno brullo, plasmato da mani umili, da ascolto interiore mai stantio o formale, ma ricco delle sue ciglia più banali, di istanti rubati, insignificanti, di un cosmo di piccolezze irrealizzate che la pagina fa splendere di grandezza. Magrelli straordinario, fraterno e alato, in un diario che non si potrà scordare. Quest'oggi...Papà.

  • User Icon

    alce67

    01/07/2015 09.21.04

    Molto bello. Scrittura intensa, graffiante, ironica, meravigliosa. Pensieri sul padre scomparso. Come fosse la composizione di un quadro, le pennellate di Magrelli danno piano piano vita ad un ritratto del padre senza sconti, pieno d'amore.

  • User Icon

    Mari

    22/06/2014 16.42.31

    Ho iniziato ieri a leggerlo e l'ho quasi finito. Molto emozionante e toccante, soprattutto per chi ha vissuto un'esperienza simile con i propri genitori. La scrittura di Magrelli poi è veramente eccezionale, riesce a sdrammatizzare momenti terribili e a rendere partecipi di altri estremamente intimi. Una lettura sicuramente da consigliare.

  • User Icon

    ferruccio

    14/06/2014 09.59.19

    Un omaggio postumo al proprio padre, veritiero, senza sconti o edulcorazioni; il figlio che matura e si sostituisce al padre cercando di evitare tutto ciò che non ha apprezzato caratterialmente. Ricordi di una vita raccolti pezzo per pezzo fino all'ineluttabile epilogo. Lettura originale ricca di citazioni interessanti.

  • User Icon

    Rita

    13/09/2013 16.09.09

    Scossa nel più profondo , le sue parole hanno riaperto ferite che dopo tanti anni dalla morte di mio padre, credevo rimarginate. Magistrale lo stile sintetico e allo stesso tempo ricco di emozioni che non potrò dimenticare. Non ho aggettivi che descrivano quello che ho provato nel leggere la poesia "A Giacinto,mio padre" Grazie a Magrelli per averci donato qualcosa di veramente bello e intimo

  • User Icon

    annalisa

    03/06/2013 18.51.51

    stupendo...di una realtà destabilizzante. La scrittura è superba, incisiva ed efficace...un libro impossibile da dimenticare

  • User Icon

    maria

    30/01/2013 11.13.29

    Assolutamente straordinario, potente allo stesso tempo pieno di tenerezza di rimpianto di fragilità, di amore filiale. Tutti i figli dovrebbero leggerlo, anche per meditare sul ciclo della vita. Grazie di nuovo a Valerio Magrelli

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione