Categorie

Luciano De Crescenzo

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2013
Pagine: 112 p. , Rilegato
  • EAN: 9788804634126

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    faffa

    10/01/2014 17.02.31

    Ultimissimo libro di L.De Crescenzo tutto incentrato su Napoli, "Città d'amore", e sulla sua via dei Presepi, San Gregorio Armeno. Qui Gesù Bambino nasce tutti gli anni, "qui da secoli i maestri presepisti producono capolavori che entrano ogni anno in tutte le case del mondo". Proprio qui, nella zona di San Gregorio, cristianesimo e paganesimo si fondono perché "in epoca precristiana in questa zona si costruivano i cosiddetti Lari, ovvero le statuette che i Romani dedicavano ai loro antenati. Grazie a quelle statuette, i Lari diventavano i numi tutelari del focolare e dei campi, non c'era un solo romano, infatti, che non avesse a casa il proprio altarino". Come, infatti, non c'è napoletano che non ha in casa un PRESEPE o una "semplice" NATIVITA'. Delizioso libro che, capitolo dopo capitolo, ripercorre la storia del Presepe analizzando con simpatia e verità l'origine di questa forma d'arte, il significato di rinascita che emana e rappresenta, la simbologia legata ad ogni singolo personaggio e singolo oggetto della tradizione presepiale, la continuità tra le religioni pagane e il cristianesimo. Lettura scorrevole, piacevole ed istruttiva del pastore Luciano che indossa un impermeabile e che ha sotto il braccio il giornale. Libro che mio fratello ha regalato a nostra mamma per Natale. Appena lei l'ha finito di leggere ... subito l'ho assaporato anche io. L'ho gustato tutto, ma ... la parte che mi ha emozionato di più è quella relativa all'analisi del Pastore delle meraviglie (forse da identificare con Benino): tutti in silenzio arrivano alla grotta con un dono, il pastore della meraviglia arriva a mani vuote, ma non è così ..."porta la sua meraviglia, il suo stupore, perché l'amore di Dio fatto bambino lo incanta". E incanto, meraviglia e stupore rappresentano l'essenza del Natale, la gioia della vita che supera la morte e si rinnova.

Scrivi una recensione