Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Giacomo Puccini. La rondine (DVD) - DVD di Giacomo Puccini

Giacomo Puccini. La rondine (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Giacomo Puccini
Supporto: DVD
Numero supporti: 1
Etichetta: Naxos
Data di pubblicazione: 16 marzo 2009
  • EAN: 0747313526659
Salvato in 2 liste dei desideri

Registrato dal vivo al 53° Puccini Festival a Torre del Lago, l'8, 10 e 16 agosto 2007.

Commedia lirica in tre atti di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Adami.

Personaggi
Magda (soprano)
Lisette (soprano)
Prunier (tenore)
Ruggero (tenore)
Rambaldo (baritono)
Périchaud (baritono o basso)
Gobin (tenore)
Crébillon (baritono o basso)
Ivette (soprano)
Bianca (soprano)
Suzy (mezzosoprano)

A Parigi, nel salotto della bella ed elegante Magda de Civry, protetta del ricco Rambaldo, capita una sera il giovane Ruggero, venuto dalla provincia. Tutti gli consigliano di andare a divertirsi al Bal Bullier e, poco dopo, vi si reca anche Magda travestita da grisette. Trascinata dai rimpianti per i suoi anni più spensierati, quando era poverissima e viveva sognando il grande amore, Magda si abbandona alla passione nata tra lei e Ruggero. Senza rivelare nulla di sé, lo segue sulla Costa Azzurra, abbandonando agi e lusso. Ma quando Ruggero le chiede di sposarlo, Magda, ben sapendo di non poter mai essere la moglie sognata da lui, gli racconta il suo passato, ritornando a quella che ormai per lei è la sola vita possibile.

(fonte: Enciclopedia della Musica Garzanti)
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Giacomo Puccini Cover

    Compositore. Gli esordi. Ultimo di una dinastia di musicisti attiva da cinque generazioni, rimase orfano a sei anni per la morte del padre Michele, già organista e maestro del coro del duomo, nonché direttore dell'Istituto musicale di Lucca. Nonostante le difficoltà finanziarie, la madre Albina Magi poté fargli seguire studi regolari al Ginnasio e all'Istituto musicale, studi che tuttavia il ragazzo affrontò senza troppo entusiasmo. Il suo primo maestro, lo zio Fortunato Magi, succeduto nelle cariche del cognato, lo affidò quindi a Carlo Angeloni (già insegnante di Alfredo Catalani), col quale Giacomo studiò con notevole profitto e scoprì la propria vocazione per il teatro. Nel 1876 si recò a piedi a Pisa per assistere per la prima volta nella sua vita alla rappresentazione di un'opera, l'Aida... Approfondisci
Note legali
Chiudi