Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Giacomo Puccini. La rondine (DVD) - DVD di Giacomo Puccini,Carlo Rizzi,Fiorenza Cedolins

Giacomo Puccini. La rondine (DVD)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Giacomo Puccini
Direttore: Carlo Rizzi
Supporto: DVD
Numero supporti: 1
Etichetta: Arthaus Musik
Data di pubblicazione: 19 settembre 2008
  • EAN: 0807280132991
Salvato in 1 lista dei desideri

Contiene l'esecuzione tenuta al teatro La Fenice di Venezia.

Commedia lirica in tre atti di Giacomo Puccini su libretto di Giuseppe Adami.

Personaggi
Magda (soprano)
Lisette (soprano)
Prunier (tenore)
Ruggero (tenore)
Rambaldo (baritono)
Périchaud (baritono o basso)
Gobin (tenore)
Crébillon (baritono o basso)
Ivette (soprano)
Bianca (soprano)
Suzy (mezzosoprano)

A Parigi, nel salotto della bella ed elegante Magda de Civry, protetta del ricco Rambaldo, capita una sera il giovane Ruggero, venuto dalla provincia. Tutti gli consigliano di andare a divertirsi al Bal Bullier e, poco dopo, vi si reca anche Magda travestita da grisette. Trascinata dai rimpianti per i suoi anni più spensierati, quando era poverissima e viveva sognando il grande amore, Magda si abbandona alla passione nata tra lei e Ruggero. Senza rivelare nulla di sé, lo segue sulla Costa Azzurra, abbandonando agi e lusso. Ma quando Ruggero le chiede di sposarlo, Magda, ben sapendo di non poter mai essere la moglie sognata da lui, gli racconta il suo passato, ritornando a quella che ormai per lei è la sola vita possibile.

(fonte: Enciclopedia della Musica Garzanti)
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Giacomo Puccini Cover

    Compositore. Gli esordi. Ultimo di una dinastia di musicisti attiva da cinque generazioni, rimase orfano a sei anni per la morte del padre Michele, già organista e maestro del coro del duomo, nonché direttore dell'Istituto musicale di Lucca. Nonostante le difficoltà finanziarie, la madre Albina Magi poté fargli seguire studi regolari al Ginnasio e all'Istituto musicale, studi che tuttavia il ragazzo affrontò senza troppo entusiasmo. Il suo primo maestro, lo zio Fortunato Magi, succeduto nelle cariche del cognato, lo affidò quindi a Carlo Angeloni (già insegnante di Alfredo Catalani), col quale Giacomo studiò con notevole profitto e scoprì la propria vocazione per il teatro. Nel 1876 si recò a piedi a Pisa per assistere per la prima volta nella sua vita alla rappresentazione di un'opera, l'Aida... Approfondisci
Note legali
Chiudi