Categorie

Lucinda Riley

Traduttore: L. Maldera
Editore: Giunti Editore
Collana: Tascabili Giunti
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
Pagine: 592 p., Brossura
  • EAN: 9788809808317
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Tiziana

    21/10/2016 18.45.03

    Credo che alcuni commenti siano inappropriati..è un romanzo e non un trattato di medicina, era prevedibile che parlasse d'amore. A me ha emozionato, nonostante le 600 pagine non l'ho trovato noioso anzi mi ha coinvolto..lo consiglio a chi vuole leggere qualcosa di poco impegnativo ma che comunque sa toccare l'anima

  • User Icon

    Antonella M.

    07/08/2016 15.57.03

    Sembra un pasticcio troppo condito! troppi ingredienti, indigesto ed esagerato!

  • User Icon

    Didì

    20/07/2016 11.08.18

    Se togliessimo il marito e la sorella ( solo leggendo si può capire a cosa mi riferisco ) potrei dare 5. Un 4 solo perché ho trovato questi 2 personaggi assolutamente irrilevanti per la storia. Era perfetta anche senza i loro colpi di scena.

  • User Icon

    Annabelle

    13/03/2016 22.55.58

    Mi è piaciuta la fine, perchè è stata bella e perchè ho finalmente finito di leggerlo. Anche quando un libro non mi piace lo porto a termine per capire cosa voglia raccontare l'autrice. Sinceramente l'ho trovato poco coinvolgente nonostante tutti questi segreti che ad una lettura attenta si svelano fin dall'inizio.La trama tra l'altro è prevedibile man mano che si prosegue con la lettura. Quello che più NON mi è piaciuto è la fretta che l'autrice ha messo nel far accadere gli eventi, non c'è quella voglia di scoprire cosa accadrà, perchè appena si gira pagina è già lì, pronto, davanti agli occhi. Non c'è la suspence dell'intrigo, del mistero, che ti porta a desiderare di leggere il libro se non per finirlo. La parte del marito redivivo l'avrei tolta, era un vanesio egoista anche quando la poverina lo piangeva morto,(possibile che sia evidente a chi legge e non a lei?)e a questo punto avrei fatto risorgere anche quel povero bambino, magari in un intreccio di marito geloso della fama della moglie che architetta una finta morte per far parlare di sè e poi quando torna lei si riprende il figlio e lo lascia. Insomma una trama semplicistica e banale che si nasconde dietro l'artificio dei segreti di famiglia, nobili prigionieri del senso del dovere, e donne innamorate dell'amore per tutta la vita. Deludente.

  • User Icon

    Francesca

    02/01/2016 11.10.36

    Si, è' vero, la storia rapisce il lettore ed è' scritto bene, ma...a volte sembra esageratamente complicato e quindi forzato. L autrice non sapeva più cosa inventarsi...

  • User Icon

    Nadia lorenzi

    09/11/2014 19.06.26

    Racconto surreale!!!!!!

  • User Icon

    Michela

    25/06/2014 12.39.58

    MERAVIGLIOSO! La Riley è riuscita ancora una volta ad emozionarmi. Ho avuto serie difficoltà a staccarmi da questo libro. La storia è entrata dentro di me... Perfetto il binomio presente passato.. Scrittura scorrevole. Cambierei solo il titolo...

  • User Icon

    melania

    04/12/2013 17.12.50

    "fiore di serra"sarebbe stato il titolo più giusto di questo romanzo ben scritto ed elaborato.la lettura è decisamente coinvolgente.le storie d'amore (julia\kit,harry\olivia)sono ben narrate sia nei dialoghi che nelle introspezioni.ben elaborati inoltre i passaggi temporali dagli anni '40 ai giorni nostri.

  • User Icon

    Kath Pierce

    08/11/2013 13.13.14

    Questa scrittrice e' molto brava e mi piace molto il suo stile,soprattutto nell'intrecciare le vicende che toccano i vari personaggi delle sue storie.Anche qui,come nel precedente "il segreto della bambina sulla scogliera",presente e passato si alternano dando vita a una storia famigliare complessa.Mi e' piaciuto molto,non come l'altro,ma sapevo che non mi avrebbe delusa.Non vedo l'ora di leggere anche "la luce alla finestra",aspettando nel frattempo nuovi romanzi di quest'autrice meravigliosa.

  • User Icon

    Isabella

    26/09/2013 21.29.59

    La storia è intricata ma gradevole, alcuni episodi sono superflui e sembra non si incastrino con la trama. La narrazione nel complesso è comunque piacevole e appassionante e la descrizione di luoghi e colori è talmente bella che sembra di essere nei luoghi citati.

  • User Icon

    Emanuela

    25/09/2013 14.13.05

    Tutta la parte del marito che torna poteva essere eliminata benissimo, la trama non ne avrebbe sofferto affatto, e noi neppure. Idem la storia della scoperta di Alicia sciacquata via in poche pagine che non c'entrava assolutamente nulla. Per il resto molto polpettone, ma levando le due micro-storie succitate inserite nella trama tutto il romanzo avrebbe assunto un altro aspetto e sarebbe stato di ben più ampio (e credibile) respiro.

  • User Icon

    Micaela

    29/07/2013 16.31.18

    Bello, coinvolgente, una storia scritta bene e scorrevole dove passato e presente si contrappongono. Forse avrei evitato un paio di forzature che lo rendono un po' surreale, ma nell'insieme l'ho trovato piacevole. Le descrizioni ricreano perfettamente l'ambientazione e ci si trova a vedere i luoghi e sentire i profumi esattamente come l'autrice li racconta.

  • User Icon

    Antonella

    05/04/2013 11.10.44

    Lettura tutto sommato piacevole e scorrevole. In alcuni tratti il libro mostra situazioni un pò forzate, evidentemente per stupire il lettore ... ma il risultato finale è di creare talvolta contesti quasi irreali. Belle le descrizioni ambientate nell'Oriente. Da leggere ma ... senza grosse aspettative

  • User Icon

    Camilla

    04/04/2013 16.28.13

    Concordo sul titolo, non molto appropriato alla storia, infatti negli altri paesi esce con il titolo "The Orchid house", sicuramente piu' adatto. Nonostante questo l'ho trovato un romanzo stupendo, pieno di colpi di scena, di storie d'amore non facili condite dal clima di guerra,che riesce a prenderti completamente, tanto che si legge in pochissimi giorni. L'autrice riesce a farti vivere la meraviglia dei profumi e dei paesaggi orientali, sfumati con il clima arido e freddo dell'inghilterra. Veramente un bel libro, che consiglio a tutti.

  • User Icon

    dani70

    18/02/2013 19.49.32

    Sono d'accordo con alcune recensioni precedenti: anch'io ho pensato che il titolo non è appropriato e sicuramente "Fiore di serra" lo sarebbe stato di più. Inoltre, pur essendo un bellissimo romanzo, concordo sul fatto che sembra una soap-opera, e sicuramente avrei eliminato la situazione assurda che si crea ad un certo punto nel romanzo.....E forse avrei cambiato il finale....Ma tutto sommato, ogni tanto è bello anche leggere un romanzo di questo tipo!

  • User Icon

    Tiziana

    09/12/2012 15.02.19

    Romantico e delicato, scritto bene, ma un po' polpettone. Sempre le solite storie, niente di nuovo che sappia stupire, incuriosire, attrarre magneticamente.

  • User Icon

    simo75

    19/10/2012 09.23.01

    STUPENDO!!!! L'ho divorato in una manciata di giorni. Sentimenti, scelte difficili da prendere, eventi tragici, emozioni forti e commoventi sono gli ingredienti che si mescolano sullo sfondo della seconda guerra mondiale che ha cambiato e dirottato decisamente la vita di tutti. Da leggere!

  • User Icon

    Elena

    21/09/2012 13.27.06

    È vero forse non sarà il libro del secolo, ma è una bella storia, coinvolgente che ti avvolge nei profumi, colori dell' Inghilterra e della Thailandia ... È scritto in modo scorrevole che ti fa affezionare ai personaggi...forse a volte la storia è un po' scontata, ma penso che ogni tanto qualche lettura un po' "leggera" ma che ti fa sognare ad occhi aperti male non fa!

  • User Icon

    Rita

    11/09/2012 14.29.22

    Una soap opera con tanto di persone resuscitate, intrighi, segreti e tradimenti. Scorrevole ma davvero troppo surreale!! Peccato...

  • User Icon

    Giulia

    28/08/2012 09.27.56

    Lento, melenso, con una storia degna di una soap opera o di un romanzo di Rosamunde Pilcher. Inutile mettere i riferimenti storici, tanto non riescono a sollevare l'impalcatura sovraccarica del libro di Lucinda Riley. Mentre lo leggevo mi veniva sempre in mente la celeberrima frase di Darth Vader, o Darth Fener che dir si voglia, "Luke sono tuo padre" tanto erano intricati e assurdi gli intrecci familiari. La sensazione che lascia è uguale a una voragine nascosta da sedicenti nani da giardino che si atteggiano a istrioni.

Vedi tutte le 34 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione