Categorie

Sebastian Fitzek

Traduttore: C. Crivellaro
Editore: Elliot
Collana: Schegge
Anno edizione: 2011
Pagine: 376 p. , Rilegato
  • EAN: 9788861921757

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    angell94

    08/05/2013 21.15.49

    è davvero appassionante, lo consiglio davvero a tutti a parte quelli troppo sensibili:)

  • User Icon

    Isa

    09/03/2013 14.33.35

    ... e non devo neanche aspettare che esca il libro successivo! " Il cacciatore di occhi"!

  • User Icon

    Davide

    23/02/2013 12.11.24

    Anche in questa opera l'autore non si smentisce mai. Secondo me, l'unica pecca, è che questa volta il finale e un po' più prevedibile, ma nonostante questo il libro non cessa mai di interesse, e il livello si mantiene alto dalla prima all'ultima pagina. Sono davvero contento di aver conosciuto questo autore, ogni suo libro è una continua scoperta all'interno della psiche umana. Sconsigliato leggerlo prima di andare a dormire, si rischia davvero di fare le ore piccole. Ottimo Fitzek, massimo dei voti.

  • User Icon

    FabCat

    12/02/2013 12.05.13

    Rispetto a libri precedenti come "La terapia" o Il ladro di anime" ho provato anch'io una leggera delusione, forse perché la componente parapsicologica è più presente. Comunque il livello resta elevato e il personaggio di Alina, la fisioterapista cieca, è una vera scoperta.

  • User Icon

    ferruccio

    05/12/2012 18.29.27

    Ci vorrebbe proprio Schopenhauer! un romanzo noir che ha profonde radici e sovrastrutture immerse nei cammini della psiche; sentieri che percorriamo in maniera inconsapevole, malgrado ci sia l'illusione di un filo logico lungo il quale si svolge la nostra esistenza...ma poi, quando inizia, effettivamente, quello stato chiamato morte? Leggete il romanzo.

  • User Icon

    valentino

    05/09/2011 18.28.25

    conigliato per chi non ha mai letto Fitzek, sconigliato per chi ama Fitzek. Una volta che si hanno letto tutti i suoi libri questo appare avvincente ma niente di più con un finale banale che dopo 100 pagine immagini già (se appunto hai già letto i suoi libri!!). speriamo che il prossimo sia migliore

  • User Icon

    paolo

    19/07/2011 12.05.01

    Un capolavoro narrativo, come tutte le opere di questo autore. Fitzek ha uno stile personalissimo che tiene col fiato sospeso fino alla fine. E la fine, quando coincide con l'inizio, (come in questo caso) dà vita ad una trama al cardiopalma che personalmente non ho riscontrato in altri thriller. Consigliatissimo.

  • User Icon

    giacomo

    07/07/2011 14.27.02

    A me è piaciuto, dopo l'ultimo letto di Fitzek "Schegge" che non avevo apprezzato molto, con la sua ultima prova riesce a ritornare ad alto livello..consigliato!

  • User Icon

    Roberto

    01/06/2011 10.53.11

    Ho scoperto Fitzek solo alcune settimane fa ed in questo periodo ho letto tutti i suoi libri pubblicati in Italia. Devo dire che fino ad ora mi sono piaciuti tutti (con alcuni differenze) diciamo con voto alto (nonostante qualche pecca qua e la) ma comunque veramente originali e in alcuni casi sorpendenti (rimando ai singoli libri). Questo libro e' uscito da pochi giorni, trovato subito e letto immediatamente. Devo dire che è una vera delusione. Lasciamo la scrittura che come al solito è molto scorrevole, la storia sembra un insieme di fatti, persone, accadimenti, situazioni come minimo scontate, sterotipate, lette mille volte. Alcuni esempi: il reporter maledetto, separato con figlio piccolo (malaticcio!), che si comporta come un imbecille; il pazzo assassino che uccide per ragioni risibili (la motivazione è penosa); la veggente cieca (bellissima, sa va sans dire!!!! indovinate cosa succede); l'amico/collega fedelissimo (scontato Mr.F!!!); il poliziotto buono e quello cattivissimo (altra motivazione ridicola); situazioni da B movie degli anni 70. Conclusione, hai toppato signor Fitzek, il voto sarebbe ZERO. Aspetto comunque un prossimo libro.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione