Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Il gioco della pittura. Storie, intrecci, invenzioni

Philippe Daverio

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Rizzoli
Collana: Arte
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 29 ottobre 2015
Pagine: 447 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788817083706
Salvato in 505 liste dei desideri

€ 17,50

Venduto e spedito da Oltreilcatalogo

spinner

Disponibilità immediata

Solo una copia disponibile

+ 5,00 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

"La pittura, come la musica, non richiede traduzioni ma conoscenza delle tradizioni. La musica esige però d'essere suonata e quindi interpretata. La pittura è. E alla percezione immanente l'infinita sua eredità serve in modo eccellente. Ha bisogno lei del percorso iniziatico ed esoterico che ogni persona che la guarda deve intraprendere da sola. Questi piccoli testi, ma soprattutto queste immagini, ambiscono solo a essere compagni di viaggio." Philippe Daverio non parla mai di "Storia dell'Arte" e anche quando affronta, come in questo caso, artisti fra i più grandi della pittura internazionale, racconta delle "storie": eccentriche, trasversali, leggere o impegnate, note o mai sentite. Il suo sguardo laterale ci fa vedere molto di più, ci concentra sui dettagli e ci rivela uno scenario più complesso e variegato di quello che tutti abbiamo imparato a scuola. Dettagli biografici, microstorie sociali, temi iconografici, curiosità legate a un capolavoro diventano cinquanta itinerari nella pittura, esercizi di stile e di curiosità, una narrazione vivace e appassionata che apre la mente a nuovi giochi e conduce su strade inesplorate. Se nell'arte, come l'autore spiega nell'introduzione, si riflette un pezzo della nostra anima individuale, guardando queste opere, leggendo le sue parole, apprendiamo anche qualcosa di più su noi stessi e sulla nostra storia: l'arte del passato "diventa un armadio della memoria nel quale trovare i diversi istrumenti che servono a stimolare la sensibilità attuale".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,78
di 5
Totale 9
5
7
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Attilio Alessandro Bollini

    25/12/2020 17:30:13

    Un po' di ripasso male non fa!

  • User Icon

    Nini

    30/11/2020 15:05:52

    Molto bello, ricco di illustrazioni e sempre ben scritto secondo l'ottima scrittura di Daverio. Un libro che può essere un ottino regalo di Natale e che è sicuramente un piacere avere in casa per sfogliarlo ogni tanto in una pausa relax

  • User Icon

    cesare

    07/08/2020 04:38:16

    un buon libro, Daverio si segnala per puntiglio, erudizione, ricostruzioni interessanti anche nei punti in cui sfiora soltanto la scientificità

  • User Icon

    bello

    15/06/2020 18:57:42

    Splendido viaggio nel Rinascimento!

  • User Icon

    Rino

    16/05/2020 10:46:11

    Daverio è un grandissimo. In questi due mesi a casa l’ho scoperto e riscoperto. Ho letto con interesse le 447 de il Gioco della Pittura e tra le atre cose ho apprezzato enormemente la differenza tra pittura e musica quindi la parte in cui si rivela di Antonello da Messina o di Artemisia Gentileschi. Perfetta idea regalo, se ami l’arte è davvero un must.

  • User Icon

    Rosy

    11/05/2020 19:07:18

    Veramente interessante e ben documentato. Lo consiglio!

  • User Icon

    luciano

    14/04/2020 09:56:29

    50 pittori in ordine alfabetico, da Antonello da Messina a Jean-Antoine Watteau. Nessuna pittrice figura nell'elenco alfabetico, neppure Artemisia Gentileschi, il cui dipinto "Giuditta e Oloferne" compare, però, nelle pagine dedicate a Caravaggio. In realtà, nel capitolo riservato a Claude Monet, viene citata la pittrice impressionista Berthe Marisot. Libro d'arte molto interessante di piacevole lettura, in cui l'autore ci fa dono della sua ampia, solida, e dire anche certosina, cultura.

  • User Icon

    miky

    11/03/2019 22:52:20

    Bello e curato anche nei minimi particolari. Ne consiglio la lettura è la consultazione.

  • User Icon

    Salvo

    17/06/2017 13:47:53

    Ottimo libro!Interessante la volontà di creare un nuovo "Le vite" di Giorgio Vasari in stile moderno!Philippe Daverio,un eroe per 5-6 milioni di italiani!

Vedi tutte le 9 recensioni cliente
  • Philippe Daverio Cover

    Nato il 17 ottobre 1949 a Mulhouse, nella regione francese dell'Alsazia, da padre italiano e madre alsaziana, ha vissuto stabilmente in Italia, a Milano. Nel tempo ha dato vita a diverse gallerie d'arte a Milano e a New York.Specializzato in arte italiana del XX secolo (futurismo, metafisica, novecento, scuola romana), ha dedicato i suoi studi al rilancio internazionale del Novecento.Come gallerista ed editore - nell'81 ha inaugurato una casa editrice e nell'84 una libreria, sempre a Milano - ha pubblicato una cinquantina di titoli vari tra cui: Catalogo ragionato dell'opera di Giorgio de Chirico fra il 1924 e il 1929, Catalogo generale e ragionato dell'opera di Gino Severini, Fillia e le avanguardie fra le due guerre, Ver Sacrum (Valentina Edizioni 2004), Giuseppe Antonello Leone (Skira 2010).Opinionista... Approfondisci
Note legali
Chiudi