Categorie

Elena Loewenthal

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2010
Pagine: 101 p. , Brossura
  • EAN: 9788806202514

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    madago

    15/06/2010 19.03.06

    "Solo per chi non ha più speranza ci è data la speranza". Debolissima e consiste in una polizza di riscatto che raramente sarà utilizzata dalle persone di questo libro. Con l’eccezione della signora Pina, che “si vende il marito”, cioè la sua piastrina d’oro, solo per continuare a giocare al lotto e che porta un po’ d’allegria tra gli impiegati. Per tutti gli altri esiste la necessità del denaro come unico, ultimo e improbabile mezzo di sopravvivenza. Sono esse, le persone di questo libro che appaiono irredimibili, vite oramai spezzate. Nessuna compassione degli impiegati se non una composta gentilezza. Alle cose invece è data una redenzione: esse hanno una loro storia, una loro vita immaginaria e oltre a un improbabile riscatto esse possono attendere l’ asta con un nuovo proprietario, oppure , per gli ori e gli argenti, il loro ritorno alla fusione originaria. E’ un monte dei pegni, non un monte di pietà, come viene chiamato a Napoli. Contenuto un po’ debole, ma comunque ravvivato da una delle più belle e avvincenti scritture di oggi.

Scrivi una recensione