Una giornata fiorentina di Friedrich Nietzsche

Alberto Meschiari

Editore: Bibliopolis
Anno edizione: 2006
Pagine: 40 p.
  • EAN: 9788870885323
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 6,80

€ 8,00

Risparmi € 1,20 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Alberto Meschiari

    20/11/2015 19:20:47

    Ai primi di novembre del 1885, probabilmente il giorno 7, il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche scese alla stazione ferroviaria di Firenze per incontrarsi con Paul Lanzky, un giovane intellettuale giramondo che lo chiamava "venerato maestro". Innamorato della Toscana e comproprietario di un albergo a Vallombrosa, sulle pendici del Pratomagno, a un venticinque chilometri da Firenze, lo aveva invitato a trascorrere qualche tempo in quella solitudine da eremita, lontano dagli alberghi della stazione climatica. Ma per qualche misteriosa ragione pare che Lanzky mancasse l'appuntamento. Come impiegò allora Nietzsche quella giornata fiorentina? Salì al colle di Arcetri e si recò all'Osservatorio astronomico a far visita all'aiuto astronomo Ernst Wilhelm Tempel, un tedesco come lui, di cui l'amico gli aveva tanto parlato e che conosceva bene i suoi scritti, tanto da citarne dei passi a memoria. Quali argomenti avranno intrattenuto in conversazione il filosofo e l'astronomo? Forse l'idea nietzscheana che le cose che possono accadere devono essere già accadute, e che tutto è già esistito infinite volte, e che tutto, e noi stessi, la nostra vita così come l'abbiamo vissuta, deve ritornare identico in eterno? La ricostruzione della giornata fiorentina di Friedrich Nietzsche, se non ha la pretesa di essere nulla di più di un divertissement filosofico-letterario, si basa tuttavia su una rigorosa documentazione.

Scrivi una recensione