Categorie

Guido Sgardoli

Editore: Rizzoli
Anno edizione: 2014
Pagine: 287 p. , Rilegato
  • EAN: 9788817078290

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Julia

    02/10/2015 15.20.41

    Ottimo spaccato dell'Italia contadina in guerra, con una graduale presa di coscienza del protagonista sempre alternata al suo quotidiano in trincea. Una storia molto locale (punteggiata di espressioni dialettali) e decisamente universale. Pienamente comprensibile, forse con qualche difficoltà per i dialetti, dai 12 anni. Vera e amara.

  • User Icon

    SteamBoy

    20/09/2015 12.02.51

    Gran bel libro. Uno spaccato asciutto e schietto dell'Italia al tempo della Grande Guerra, che si sofferma su molti aspetti che caratterizzarono quell'epoca: la dura vita dei fanti in trincea, le privazioni subite da soldati e civili, la brutale (e improduttiva) disciplina imposta dagli ufficiali e il disinteresse delle istituzioni, del governo di Roma e delle alte sfere militari verso le tante sofferenze patite da uomini al fronte e popolazione. L'autore scrive bene, colpisce sempre il punto e tratteggia con chiarezza la graduale disillusione del soldato semplice di fronte alla sempre più evidente assurdità della guerra. Silvio e la sua famiglia attraversano l'ordalia bellica e imparano le amare lezioni che essa riserva, sullo sfondo di un'Italia povera, umile e onesta, i cui ritmi di vita vengono scanditi dalla durezza del lavoro e dalla miseria. Ho apprezzato molto l'incisività disarmante con cui l'autore liquida concetti vuoti come nazionalismo, patriottismo e la solita visione propagandistica del "nemico barbaro". La storia insegna. E in questo libro insegna con grande efficacia.

Scrivi una recensione