Giù la testa (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Regia: Sergio Leone
Paese: Italia
Anno: 1971
Supporto: DVD

nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Western - Spaghetti Western

Salvato in 19 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (9 offerte da 7,90 €)

Sergio Leone dirige la sua idea di rivoluzione messicana

Un bandito messicano si unisce a un irlandese per rapinare una banca sapendo che quest'ultimo combatte per la causa della rivoluzione messicana.
4,6
di 5
Totale 5
5
3
4
2
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Cristina Alfrandi

    02/08/2020 16:12:46

    Straordinario film dalla meticolosa indagine della psicologia dei personaggi ancor più che del contesto. Colonna sonora praticamente inarrivabile. Mi portarono a vederlo al cinema quando uscì (avevo tipo 2 anni e mezzo...ebbene sì, non c'era particolare attenzione nei confronti dell'infanzia, negli anni '70) e la leggenda narra che scoppiai a piangere inconsolabile, alla fine. Rimane a tutt'oggi uno dei films che amo di più (e non sono affatto una fan del genere western). Tanta roba.

  • User Icon

    Guido

    18/02/2020 12:41:51

    “La Rivoluzione non è un pranzo di gala, non è una festa letteraria, non è un disegno o un ricamo, non si può fare con tanta eleganza, con tanta serenità e delicatezza, con tanta grazia e cortesia. La Rivoluzione è un atto di violenza”. Con “Giù la testa” Sergio Leone firma uno dei suoi film meno acclamati, forse sottostimati, ma nella realtà tra i più belli, dal grandissimo impatto visivo ed emozionale.

  • User Icon

    Mario

    25/09/2019 18:38:36

    Film straordinariamente sottovalutato di Leone, eppure bello quasi quanto tutti i suoi altri lavori. Effettivamente la seconda parte è un po' zoppicante, ma è solo perché la prima è talmente straordinaria dal punto di vista delle trovate comiche, dell'avventura e della precisione meticolosa del regista romano, che inevitabilmente perde un po' il confronto.

  • User Icon

    Emanuele

    19/09/2019 10:13:14

    Un film spettacolare dove Sergio Leone ci catapulta nel mezzo di una rivoluzione messicana di inizio 900, dove le vite di vari personaggi fortemente caricaturizzati si intrecciano in una trama che non delude né annoia.

  • User Icon

    n.d.

    01/11/2017 09:38:45

    Costretti con le spalle al muro a dover giudicare il miglior film di sergio leone come non scegliere questo capolavoro?

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Produzione: Eagle Pictures, 2017
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 157 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0);Inglese (Dolby Digital 2.0)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Rod Steiger Cover

    Propr. Rodney Stephen S., attore statunitense. Arruolatosi marinaio durante la prima guerra mondiale, dopo il conflitto prende i primi contatti con il mondo dello spettacolo come attore teatrale e televisivo. Il successo di uno sceneggiato favorisce il suo esordio sul grande schermo, dove in pochi anni si impone come valido caratterista drammatico. Fisico imponente e volto segnato, dà vita a numerosi personaggi tormentati e nevrotici a lui ben congeniali, che interpreta con rigorosa professionalità affidandosi al metodo Stanislavskij. Lo ricordiamo fratello del ribelle M. Brando nel tormentato Fronte del porto (1954) di E. Kazan, avido produttore nel letterario Il grande coltello (1955) di R. ­Aldrich, gangster senza scrupoli nei violenti Il colosso d'argilla (1956) di M. Robson e Al Capone... Approfondisci
  • James Coburn Cover

    Attore statunitense. Sceglie di fare l'attore dopo il college e tenta la via della tv, recitando in una serie western che gli vale un'apparizione in L'albero della vendetta (1959) di B. Boetticher e una piccola parte in I magnifici sette (1960) di J. Sturges, dove incarna un personaggio cinico-scettico con evidenti sfumature romantiche, ripreso anni dopo sotto la direzione di S. Leone in Giù la testa (1971), ma già configurato in Sierra Charriba (1965) di S. Peckinpah. Ottiene la sua prima parte di protagonista con Il nostro agente Flint (1966) di D. Mann, rivelando anche una tonalità satirico-umoristica in film come Alle donne piace ladro di B. Girard e Papà, ma che cosa hai fatto in guerra? di B. Edwards, ambedue del 1966. Torna a calarsi in personaggi dal profilo problematico, come in Uno... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali