Gorbaciof (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 2010
Supporto: DVD
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 7,99

€ 9,99
(-20%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 9,70 €)

Marino Pacileo, detto Gorbaciof, è il contabile del carcere di Poggioreale a Napoli. Pacileo, schivo e silenzioso, ha una sola passione: il gioco d'azzardo. Quando scopre che il padre di Lila, la giovane cinese di cui è innamorato, non può coprire un debito, Pacileo sottrae i soldi dalla cassa del carcere e glieli dà. Da quel momento, inizia una spirale discendente da cui dovrà uscire...
4,5
di 5
Totale 2
5
1
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    munis

    27/11/2019 10:35:35

    Servillo è attore straordinario,parola di Martin Scorsese..c'è da credergli.

  • User Icon

    Marco

    05/04/2011 04:40:31

    Credo che Stefano Incerti sia un fan di Kim Ki-duk. Chiunque apprezzi il peculiare stile del noto regista coreano non potrà non stupirsi nel vedere un film italiano che ne ripropone così fedelmente la poetica. Gorbaciof è una storia d'amore quasi muta ma, proprio per questo, infinitamente più autentica ed emozionante di quelle a cui siamo abituati. Al cinema italiano, riflesso di un popolo chiassoso e chiacchierone, mancano pellicole che esaltino il valore del silenzio, che sappiano gestire l'infinita bellezza e la preziosa forza della comunicazione fatta di sguardi, sorrisi, fugaci occhiate, delicate carezze. Incerti, come Ki-duk, riesce a creare questa alchimia e lo fa utilizzando, sullo sfondo di Napoli, il più grande attore italiano vivente (Toni Servillo) e una deliziosa attrice cinese (Mi Yang) che, forte dei tradizionali valori orientali, è innata maestra nell'arte dell'espressività del silenzio. Indissolubilmente legato all'elogio del silenzio è la sceneggiatura asciutta, essenziale, minimalista, anch'essa caratteristica del Ki-duk. Ma Gorbaciof forse eccede in tale aspetto, risultando addirittura spoglio. Il film di Incerti è breve, e narra velocemente e in modo molto diretto una parabola che avrebbe avuto bisogno di più spazio e di maggior cura per i dettagli. Ma ad ogni modo, con questo film Incerti ha fatto un grande passo nel cinema maturo e di qualità, e non ho dubbi sul fatto che saprà crescere ancora.

  • Produzione: Surf Entertainment, 2020
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 81 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Toni Servillo Cover

    Attore e regista teatrale italiano. Attore di teatro, profondamente legato alla tradizione napoletana, esordisce al cinema con Morte di un matematico napoletano (1992), inaugurando il sodalizio cinematografico con M. Martone che lo dirigerà nei successivi Rasoi (1993) e I Vesuviani (1997), mettendo in scena il primo di quei personaggi intrisi di cultura e umori partenopei che caratterizzano le sue poche ma ben calibrate interpretazioni per il grande schermo. È Franco Califino in L'uomo in più (2001) di P.?Sorrentino, Amerigo, un esponente della famiglia camorrista dei Cammarano, in Luna Rossa (2001) di A. Capuano e, più recentemente, Titta De Girolamo, malinconico killer in esilio in Svizzera, nell'acclamato Le conseguenze dell'amore (2004) di P. Sorrentino, per il quale vince David e Nastro... Approfondisci
Note legali