Categorie
Traduttore: L. Conti
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2004
Pagine: 235 p., Brossura
  • EAN: 9788806168902

€ 8,92

€ 10,50

Risparmi € 1,58 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Trixter

    19/06/2009 12.13.33

    Ho letto diversi romanzi di Elmore Leonard e, più o meno, sono sempre rimasto piuttosto soddisfatto del prodotto. Stavolta, però, il racconto mi ha lasciato decisamente l'amaro in bocca. Non è tanto l'assenza di un colpo di scena finale che delude, quanto la carenza... di una trama vera e propria. Insomma, diciamo che, in fondo, nelle 235 pagine del libro non succede praticamente nulla. Leonard riempie pagine e pagine senza, di fatto, parlare di alcunchè ed anche i dialoghi (di solito taglienti, guizzanti, divertenti, veloci) sono spesso solamente interlocutori e rempitivi. I personaggi non affascinano più di tanto ed il ritmo, per lunghi tratti, è decisamente soporifero. Insomma, un libro deludente che, tuttavia, non m'impedirà di leggere altri racconti dello stesso autore. Direi solo un passo falso.

  • User Icon

    Emarilli

    07/11/2008 18.25.14

    Non è che l'autore voglia raccontare chissà quale storia: in quel posto quell'estate c'erano quelle persone,poteva succedere qualcosa ma è successo altro,e la pazza normale vita va avanti così...Mi è piaciuto,i soggetti nella loro varietà lasciano vedere mondi interiori che interessano, le ragazze tutte e due devo dire hanno bisogno dello psicologo come minimo,tutte e due si distruggono la vita ma in maniera completamente opposta , il troppo stroppia sia quando si è ligie sia quando si è trasgressive.

  • User Icon

    dillinger

    17/09/2005 13.59.51

    Questo libro io l'ho apprezzato un sacco. Grandissimi dialoghi (in questo Leonard non si smentisce mai) e una lettura in generale scorrevole e piacevole. Non serve per forza un colpo di scena per scrivere un buon libro. Leggo delusione negli altri commenti. A parer mio questo libro non è propriamente nè un noir nè un thriller ma una sorta di crime comedy nella più classica tradizione leonardiana.

  • User Icon

    mak73

    03/05/2005 18.08.59

    Procede la lettura e la storia si carica di un’aspettativa che non porta a nulla. Buoni i dialoghi ma non sufficienti a sollevare il livello di un romanzo che mi ha dato solo noia

  • User Icon

    luciano

    16/11/2004 12.43.32

    Una volta le donne che impreziosivano il collo del cappotto con pelo di coniglio, per essere chic dicevano con sussiego alle amiche: "ti piace? E' lapin..." Ma sempre coniglio resta, anche se lo dicono in francese. Così tutti gli onesti polizieschi di una volta oggi li chiamano thriller, per dare loro una patente di nobiltà. Ma ci sono polizieschi di serie A e di serie B. Questo è di serie B: trama debolina, scrittura modesta (belli solo i dialoghi), suspense zero. A volte scappa uno sbadiglio. Se volete un thriller coi fiocchi leggete Andrew Klavan o Cornell Woolrich.

  • User Icon

    Saro

    15/09/2004 17.32.43

    Non avevo mai letto un libro di Leonard Elmore,e devo dire che, scrive e decrive, luoghi e dialoghi, in maniera semplice e diretta.Stilisticamente il libro è ben scritto, (un punto a favore dell'autore), ma, verso il finale, si aspetta il gran colpo di scena, il tocco da maestro, la meritata conclusione di un qualsiasi thriller noir che si rispetti...bhè in questo caso si rischia di rimanere un pochettino delusi. Un libro da leggere con leggerezza, senza aspettarsi nulla di altamente spettacolare.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione