Groovin' with Golson

Artisti: Benny Golson
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 1
Etichetta: Analogue Prod.
Data di pubblicazione: 17 novembre 2017
  • EAN: 0753088822018

€ 68,50

Venduto e spedito da IBS

69 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
Descrizione

Questo titolo fa parte della prestigiosa serie di ristampe stereofoniche della Prestige pubblicata dalla Analogue Productions, 25 titoli tra i più rari e meglio registrati dal grande Rudy Van Gelder. Tutti sono stati masterizzati da Kevin Gray partendo dal nastro analogico originale e stampati con le tecnologie più avanzate attualmente disponibili su vinile da 200 grammi dalla Quality Record Pressings sotto l’attenta cura di Gary Salstrom e presentate con copertine tip-on in cartone molto consistente. All’epoca in cui venne registrato questo disco, Benny Golson, che aveva iniziato a mettersi in evidenza tra gli appassionati di jazz grazie alla band di Tadd Dameron e all’orchestra di Dizzy Gillespie, faceva parte del Jazztet, il gruppo che aveva costituito con Art Farmer. In questo disco Golson non ebbe al suo fianco Farmer, ma un altro componente del Jazztet, vale a dire il trombonista Curtis Fuller. Sebbene il programma di questo disco non sia stato concepito su misura per i tre ottoni del Jazztet, si nota comunque un armonioso bilanciamento tra gli strumenti a fiato e la brillante scrittura di Golson, che li fa coesistere nel modo migliore possibile, come si può notare per esempio nel brano dello stesso Golson “My Blues House”, nel grande successo di Gene Krupa “Drum/Boogie” e in “Yesterday” di Jerome Kern. E con la presenza del batterista Art Blakey le cose non potrebbero davvero filare più lisce ed esaltare i passaggi più brillanti. Un disco ideale per apprezzare l’arte di musicisti del calibro di Benny Golson, Curtis Fuller, Ray Bryant, Paul Chambers e Art Blakey.