Guardrail - Eva Clesis - copertina

Guardrail

Eva Clesis

Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
Editore: Las Vegas
Collana: I jackpot
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 1 ottobre 2008
Pagine: 155 p., Brossura
  • EAN: 9788895744070
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 9,50

€ 10,00
(-5%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Guardrail

Eva Clesis

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Guardrail

Eva Clesis

€ 10,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Guardrail

Eva Clesis

€ 10,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 5
5
2
4
2
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium In promozione DOPPI PUNTI fino al 23/6
  • User Icon

    Matteo Osci (MI)

    04/12/2008 19:01:51

    Uno di quei libri capaci di innestare il fantastico nel quotidiano come solo pochi americani bravi sanno o hanno saputo fare. Se gli scrittori italiani come Eva fossero di più i nostri editori smetterebbero di pubblicare libri inutili. Una scrittrice con una storia vera da raccontare è una rarità da proteggere e tutelare. E... sì, la piccola Alice della prima parte e la grande Alice della seconda sono due personaggi sorprendenti!

  • User Icon

    dante

    04/12/2008 17:04:54

    tim burton ambientato in italia ma con stile personale ed eleganza brava eva clesis sarà un culto ma spero in un successo clamoroso perchè ne ha tutte le carte per esserlo

  • User Icon

    Laura B.

    04/12/2008 11:14:14

    L'ingenuità di Alice, la sua forza, la sua vitalità mi hanno commossa. questo è un libro che ha parlato al mio cuore. anche la trama, perfetta nel suo svolgimento, mi ha convinto, costringendomi a leggere il libro tutto di un fiato, ma è la meravigliosa Alice ad averne fatto una lettura speciale. è un personaggio che vive di luce propria, fantastica.

  • User Icon

    Loris

    01/12/2008 17:38:59

    Non condivido affatto il giudizio precedente. Mi è invece parso un romanzo eccessivamente cupo, dove non c'è salvezza per nessuno, a cominciare dalla protagonista. Intendiamoci, non voglio la favoletta con il lieto fine, ma mi aspetto, quando leggo un libro, di non provare un senso di sollievo a ogni pagina voltata che mi avvicina alla conclusione. Adoro autori che sappiano trasmettere ansia, molto meno quelli che studiano a tavolino come provocare fastidio nel lettore credendo di istillare chissà quali ripensamenti ed esami di coscienza. L'autrice dovrebbe seriamente riflettere su questo libro: prova stonata?

  • User Icon

    Lee

    30/09/2008 11:16:39

    letto tutto di un fiato. esilarante, commovente e sorprendente. la protagonista è una delle creature di carta più simpatiche e deliziose che abbia mai incontrato!

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
A tre anni dall’esordio "A cena con Lolita" (Pendragon 2005), torna Eva Clesis con un romanzo agile e sincero, che possiede l’essenzialità e la freschezza dei libri scritti con urgenza, e del quale il maggior pregio è forse la credibilità della protagonista, Assunzione Maria Addolorata De Caro, figlia di madre inglese e padre italiano, due allegri fricchettoni che, in occasione del suo settimo compleanno, regalano alla bimba il suo nuovo nome: Alice, omaggio al personaggio di Carroll. L’atmosfera favolistica, irreale e gioiosa che regna nelle scene d’infanzia ambientate nella casa freak, irradiata dall’attitudine psichedelica dei genitori di Alice, è interrotta dalla violenza dell’incidente che lascia orfana la bambina. Alice è letteralmente gettata nel mondo. Viene così affidata alla nonna paterna, la terribile, storica maestra elementare di un paesino del Sud, convinta sostenitrice dell’educazione impartita con il bastone. La perdita dei genitori e il trasferimento forzato capovolgono il carattere di Alice: dapprima taciturna, riflessiva e responsabile, quasi dovesse bilanciare l’inettitudine dei genitori, diviene una ragazzina selvatica e aggressiva, introversa e incapace di spiegarsi a causa di un bilinguismo mai realmente sviluppato, dietro il quale però sembra celarsi una sfiducia che la protagonista nutre nei confronti del linguaggio. Archetipo della ragazzina aggressiva per compressione, Alice si ritrae da un linguaggio nel quale non trova una propria collocazione, ma a questa rinuncia corrisponde un movimento opposto, di conquista fisica del mondo: Alice impone costantemente una presenza ingombrante, anche nell’aspetto fisico – la faccia tonda, gli occhi sporgenti - e nel vestiario povero e trasandato, muovendosi in direzione contraria alla protagonista di "A cena con Lolita" che si isolava dal mondo in spazi sempre più piccoli, fino a sparire in una camera d’albergo. Anche questa invasione fisica però è segnata dal fallimento: ogni volta che ad Alice non è imposto un binario ecco che scivola fuori e la situazione le sfugge di mano; beffardamente, quando il guardrail c’è, Alice ha le mani legate. E questa tragedia umana viene messa in scena da Eva Clesis senza la minima indulgenza nel patetico, con uno stile leggero, pulito, che in ogni parola reca i segni dell’amore e dell’empatia che l’autrice prova per la sua protagonista. Nell’immaginario di Alice, a un’Italia inquadrata e rifiutata nella sua prospettiva più retrograda fa da contraltare una patria ideale, l’Inghilterra, e una famiglia ideale, i nonni materni – i quali tuttavia non l’hanno mai cercata – che la ragazzina tenterà di raggiungere con i mezzi a sua disposizione. Ma la psicologia felicemente riuscita della protagonista e la freschezza e la sincerità della lingua non sono ancora tutto. Il senso di esilio e di abbandono lasciato dalla scomparsa dei genitori, unici intermediari – e, per quanto amorevoli e simpatici, significativamente incapaci – tra Alice e il mondo, la sensazione di essere prigionieri di una lingua e di una cultura alle quali non si concede fiducia, il sogno di una patria lontana che mai si è veduta: a guardarlo bene, "Guardrail" dà voce anche al senso di estraneità rispetto al proprio paese che qualcuno, oggi, in Italia, potrebbe provare.
Jacopo Nacci

Alice ha sedici anni, è orfana, mezza inglese, vive in un paesino del Sud e ha un piano. Quello di fuggire dalla dispotica nonna paterna, che utilizza il terrore come politica educativa, da un'amica snob e traditrice, da un amore senza speranza e dalla scuola che non le perdona i suoi problemi con la lingua italiana. Con cinquecento euro in tasca, decide di fare l'autostop e scappare verso le sue origini. E qui inizia l'avventura on the road, a bordo di una macchina guidata da un tizio misterioso che non la vuole accontentare, fino al rovesciamento della storia e persino dell'identità dei personaggi, con un colpo di scena che spiazza ed emoziona.

Note legali