Categorie

Il gusto proibito dello zenzero

Jamie Ford

Traduttore: L. Noulian
Editore: Garzanti Libri
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
Pagine: 372 p., Rilegato
  • EAN: 9788811682356

39° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Di ambientazione storica

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 6,48

€ 10,20

€ 12,00

Risparmi € 1,80 (15%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Sary

    20/02/2017 11.20.35

    Un libro che inizialmente sembra una storia come tutte le altre. Una storia d’amore e basta. Poi diventa un romanzo storico, che rende edotto il lettore della crudeltà dei campi di concentramento per giapponesi, descritti in un modo molto concreto (sembra quasi di essere in mezzo alla melma insieme a Keiko e Henry, i protagonisti). Una realtà che in pochi conoscono e che ci riporta a un periodo buio e vero. Leggendo questo romanzo ci viene voglia di scoprire lo scantinato dell’hotel Panama di Seattle, andare proprio lì a scartabellare tra ciò che resta degli effetti personali dei giapponesi deportati e magari portare uno di questi oggetti a qualche sopravvissuto oppure trovare una copia del disco di Oscar Holden, tanto amato dai protagonisti. Il filo conduttore è l’amore intrecciato con l’attesa della persona amata, la speranza di ritrovarla viva, la fedeltà e la cura durante il dolore. E’ grazie a questo filo conduttore che alla fine il lettore si accorge che questo romanzo non è una storia “d’amore” ma una storia “sull’amore”, quello duraturo e ricco di speranza, affiancato da quello che è frutto di un compromesso ma anche estremamente fedele e rispettoso. E’ poi c’è la musica. Questo romanzo, sempre permeato dalla musica del famoso jazzista Oscar Holden, ci ricorda che la musica emoziona e allo stesso tempo salva.

  • User Icon

    clare

    10/02/2017 08.43.49

    Bello bello bello! un pezzo di storia quasi sconosciuta e di cui non si parla mai all'interno del dramma della seconda guerra mondiale, si parla di amicizia, famiglia, razzismo, musica negli Stati Uniti che per anni non hanno raccontato dei campi di internamento giapponesi nel loro territorio e dei confilitti fra le varie etnie, giapponesi, cinesi, americani, afroamericani...veramente una bella scoperta, soprattutto per una come me che non ama leggere romanzi "prettamente d' amore" infatti qui c'è molto di più.

  • User Icon

    Antonella M.

    07/01/2017 11.54.29

    libro commovente anche se a tratti un po' lento, forse non proprio il mio genere, sono troppo cinica per questi amori eterni! però scritto bene.

  • User Icon

    Cristina

    20/04/2016 10.16.47

    Bellissimo libro...un modo molto soft di raccontare la guerra e le condizioni dei giapponesi nella seconda guerra mondiale il tutto accompagnato da una bellissima storia d'amore

  • User Icon

    Becky

    04/03/2016 15.33.26

    Libro dolcissimo che si snoda tra passato e presente: due protagonisti appartenenti a due "razze" considerate inferiori, si incontrano da ragazzini e stringono una salda amicizia. Sullo sfondo vi è lo scenario della Seconda Guerra Mondiale, bene descritto il clima che corre tra le persone e la violenza che viene esercitata verso coloro che sono "diversi". La scrittura è limpida. Ho apprezzato molto questo libro perché mi ha portato a conoscenza di uno spiraglio di storia americana a me totalmente sconosciuto.

  • User Icon

    Annalisa

    04/03/2016 10.24.19

    molto bello, sia come storia che come ambientazione, forse a tratti un po' lento... ma consigliato

  • User Icon

    raffaella

    15/02/2016 15.26.05

    bello..bello e ancora bello...non vi staccherete dal libro dopo aver letto la prima pagina..una storia d'altri tempi..che ti fa riflettere...molto...

  • User Icon

    Sophie

    22/10/2015 16.20.00

    A mio parere un bel romanzo, trama coinvolgente e struggente. Consigliato.

  • User Icon

    valentina

    20/11/2014 16.15.06

    Leggendo questo libro ho scoperto che i giapponesi furono internati nella seconda guerra mondiale.E' un fatto accaduto che non era di mia conoscenza. Mi è piaciuto la trama dove si parla di amore,amicizia,intregazione,mantenere le proprie culture e anche la paura di essere diversi.

  • User Icon

    Marta80

    09/11/2014 19.05.31

    Il romanzo racconta del tenero sentimento che sboccia tra due ragazzini - di origini cinesi lui, giapponesi lei - entrambi americani, ma non abbastanza da sfuggire ai pregiudizi e all'emarginazione nella Seattle del 1942. Merita di essere letto, non solo per la storia coinvolgente, ma anche perché tratta un argomento poco conosciuto come l'internamento in campi di lavoro che interessò i cittadini di origine nipponica negli anni della seconda guerra mondiale.

  • User Icon

    Olga

    30/09/2014 16.39.06

    Questo è un libro che tratta di una tenerissima amicizia che dura più di 40 anni,ma che invita anche a riflettere su come è stata trattata la popolazione giapponese. Lo consiglio a tutti!

  • User Icon

    dublino80

    04/08/2014 00.07.27

    A me è piaciuto tantissimo ! Forse è una favola ma mi ha fatto sognare. Divorato in 48 ore. Mi piacciono i personaggi, le difficoltà nel comunicare padre figlio figlio padre nella prima e seconda generazione mi piacciono gli aiutanti il jazzista ma anche la signora che gestisce la mensa si dimostra umana e forte. E poi non conoscevo bene la storia dei Giapponesi che vivevano negli usa allo scoppio della seconda guerra mondiale. Veramente bellissimo. Anche l'intervista all'autore alla fine del libro è un esperimento interessante tante volte alla fine di un libro resta qualche dubbio, è una idea stimolante. consiglio di leggerlo. valutazione massima con standing ovation !

  • User Icon

    josim

    15/07/2014 18.32.13

    Molto delicato e tenero. Mi è piaciuto il modo in cui l'autore mescola la storia attuale, quella passata e contemporaneamente denuncia un episodio vergognoso della storia americana, di cui io non ero a conoscenza. sicuramente consigliato.

  • User Icon

    Alessandro

    17/06/2014 21.01.55

    Ho amato questo libro dalla prima all'ultima pagina. Le strade di Seattle, l'hotel Panama, i locali del jazz....tutto descritto da Jamie Ford in modo perfetto. E poi la storia...la difficile situazione nell'America post Pearl Harbor raccontata attraverso gli occhi di Henry e Keiko. Un libro che merita di essere letto e, se avete voglia, viaggiate con Google Maps nelle strade di Seattle alla ricerca dei luoghi descritti da Ford...un'appendice al libro davvero emozionante. ^_^

  • User Icon

    Oriana

    01/04/2014 19.34.01

    Bellissimo romanzo, commovente e tenero... ti fa conoscere la storia sulla deportazione degli americani di origine giapponese, durante la seconda guerra mondiale, che molti ignorano... unico neo il finale, a parer mio, un pò troppo frettoloso...

  • User Icon

    Evandro

    28/02/2014 17.11.49

    molto bello. storia appassionante, ben scritta, invogliante la lettura. da leggere e riflettere.

  • User Icon

    Giuliano

    31/12/2013 21.27.05

    Libro stupendo.!!Non capisco le recensioni negative....basta semplicemente mostrare empatia,per superare eventuali lentezze nella narrazione....immedesimarsi di vivere in quei giorni,con quel clima difficile,essere considerati diversi ...cose che oggi nella maggioranza dei casi non avviene.... Complimenti allo scrittore,storia pulita e commovente ......

  • User Icon

    Giacomo

    22/12/2013 08.23.33

    Meraviglioso libro,istruttivo(non sapevo dei campi di concentramento americani),riflessivo(rapporto tra padre e figlio),emozionante(storia di una amicizia-amore ).consiglio la lettura a tutti!!!

  • User Icon

    titty

    20/12/2013 11.23.17

    In questo romanzo vengono descritti la delicatezza e la purezza di un amore adolescenziale tra un ragazzo cinese e una ragazza giapponese sullo sfondo della seconda guerra mondiale e di quello che ne consegue. All'indomani dell'attacco a Pearl Harbor tante cose cambiano negli Stati Uniti e di conseguenza il destino di tante persone. Tra uno sguardo nel passato e uno nel presente viene ricostruita la storia dei protagonisti.

  • User Icon

    simona

    18/12/2013 17.30.26

    Innanzitutto ho conosciuto grazie a questa lettura una parte di storia a me sconosciuta. Ero infatti ignara dell'internamento cui sono stati sottoposti i giapponesi nella seconda guerra mondiale. E nonostante il lato oscuro di questa vicenda, è con piacere che ancora una volta si scopre che il leggere sia non importante, di più!!! Per quanto riguarda il romanzo, l'ho trovato molto ricco di sentimenti. Il rapporto tra Henry ragazzo e il padre, il rapporto tra un Henry maturo e il proprio figlio, e ovviamente il grande legame tra Keiko ed Henry, che nonostante la giovane età di entrambi, cresce sempre di più, a dispetto del periodo bellico e del razzismo dilagante. Questi rapporti vengono vagliati, strattonati, disprezzati, ma alla fine ciò che vince su tutto è l'amore, il grande amore che sopravvive nonostante tutto. Io lo consiglio vivamente a tutti.

Vedi tutte le 108 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione