Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Hannibal Lecter. Le origini del male

Hannibal Rising

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Hannibal Rising
Regia: Peter Webber
Paese: Stati Uniti; Francia; Gran Bretagna
Anno: 2007
Supporto: Blu-ray
Vietato ai minori di 14 anni

56° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Giallo e thriller

Salvato in 6 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
Blu-ray

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 8,78 €)

Alla fine della seconda guerra mondiale in Lituania Hannibal Lecter, un adolescente reso orfano dalla guerra e muto dagli orrori di cui è stato testimone, fugge dalla violenza dell'orfanotrofio per raggiungere la periferia di Parigi dove vive lo zio, suo unico parente ancora in vita. Arrivato sul posto Hannibal scopre che l'uomo è morto ma la sua bellissima e misteriosa vedova giapponese, nobile discendente dell'autrice del Racconto di Genji, Lady Murasaki Shibuku, lo accoglie in casa. Le attenzioni di Lady Murasaki accendono in lui passioni destinate a durare per tutta la vita: il buon cibo, la musica e la pittura. La donna aiuta Hannibal a recuperare la voce ma non può aiutarlo a cancellare i ricordi repressi che popolano i suoi incubi, né può proteggerlo dal male comune che alligna anche nel più ameno dei luoghi.
2
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Vito

    08/03/2019 09:29:15

    A mio modesto parere la saga di Lecter era già a posto dopo Red Dragon e Il silenzio degli innocenti, ma Harris ha continuato a scrivere dello psicologo cannibale (togliendo del tutto il genere thriller) e di pari passo sono andati i film. Il film parte da un Hannibal ancora bambino mentre infuria la seconda guerra mondiale, la sua famiglia è uccisa dopo un attacco nazista e lui finirà in un orfanotrofio. Seguirà la ricerca della vendetta verso gli assassini che lo porterà a diventare quello che abbiamo conosciuto. Il film non sta in piedi, il poco senso che ha lo deve, ovviamente, ai film precedenti ben più famosi e riusciti. Regia abbastanza buona, anche il comparto sonoro non merita voti negativi. Nel complesso comunque un film mediocre. Qualità video ottima. Audio italiano ottimo in DTS HD. Nei contenuti speciali troviamo: backstage, scene tagliate, commento del regista e spot tv.

  • Produzione: Filmauro, 2010
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 117 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Italiano (DTS 5.1 HD);Inglese (Dolby Digital 5.1);Inglese (DTS 5.1 HD)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • AreaB
  • Contenuti: scene inedite in lingua originale; dietro le quinte (making of); spot tv; commenti tecnici
  • Gong Li Cover

    "Attrice cinese. Negli anni ’90 è sicuramente il volto del cinema di Pechino più noto in Occidente, grazie ai film interpretati per il regista Z. Yimou (all’epoca suo compagno), a partire da Sorgo rosso (1987), vigorosa epopea contadina alla quale la sua bellezza dona inattesa leggerezza. Con i successivi Ju Dou (1990), Lanterne rosse (1991) e La storia di Qiu Ju (1992) porta sullo schermo personaggi, spesso in costume, che testimoniano dell’attenzione di Yimou per la condizione femminile nella società cinese. Inizia una collaborazione proficua anche con C. Kaige per il quale interpreta, tra gli altri, Addio mia concubina (1993) e L’imperatore e l’assassino (1999). In Chinese Box (1997) di W. Wang, melodramma ambientato nei giorni del ritorno di Hong Kong alla Cina, veste, come di rado le... Approfondisci
  • Rhys Ifans Cover

    Nome d'arte di R. Evans, attore inglese. Dinoccolato, magro, dall’espressione vagamente lisergica, si presta a interpretare personaggi di outsider, spesso in conflitto con le istituzioni e l’ordine costituito. Il film che lo rivela in patria è Twin Town (1997) di K. Allen, acido ritratto dell’ipocrita provincia gallese, in cui è uno dei due fratelli terribili. Spesso nei panni di piccolo delinquente in odore di gangsterismo, il suo personaggio si presenta più ripulito (anche se non propriamente rassicurante) in Notting Hill (1999) di R. Michell, in cui è Spike, il coinquilino costantemente stordito di H. Grant. Nel 2004 è Jed, l’innamorato folle, in L’amore fatale di R.?Michell dal romanzo di I.?McEwan. Approfondisci
Note legali